*

Autore Topic: Avete scelto un pantheon? Quale?  (Letto 10878 volte)

Offline Endimion

  • Utenti Normali con presentazione
  • -
  • **
  • Post: 21
Re:Avete scelto un pantheon? Quale?
« Risposta #150 il: Ottobre 17, 2013, 02:06:49 pm »
Salve

Personalmente sono molto legato al phanteon celtico e a quello nordico. Però essendo di ascendenza mediterranea sento più affinità con quello Greco e Romano. Non ho ben capito il discorso fatto da Ra ( Ciao Ra ) sui Celti. Non mi pare che solo i celti individuassero gli dei come aspetti di un Dio ( Oiun che dir si voglia ) mi pare che la base dell'antica religione sia questa in generale. Non è che Minerva sia qualcosa di differente dalla Dea, è una manifestazione di essa, stesso vale per Ishtar o Parvati. Però forse mi sbaglio. In generale però credo che sia possibili lavorare con più divinità che sono, con tutto il rispetto, aspetti divini della Divinità. Tuttalpiù sarebbe opportuno conoscerli approfonditamente. Questo avviene più raramente perchè si tende, ed io per primo, a schematizzare. Meglio sarebbe dare ad ogni divinità un proprio aspetto, un proprio carattere seppur presiedono alle stesse "mansioni". Basta vedere la differenza che esiste tra Morrigan e Marte, la prima è al contempo dea della guerra, della morte, del destino e forse ha anche una componente legata all'eros mentre Marte è più vicino al vigore, alla salute, alla vittoria...che dite?

Offline andromeda1985

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 40
Re:Avete scelto un pantheon? Quale?
« Risposta #151 il: Ottobre 17, 2013, 04:32:12 pm »
Salve
Meglio sarebbe dare ad ogni divinità un proprio aspetto, un proprio carattere seppur presiedono alle stesse "mansioni".

Sono assolutamente d'accordo! In questo periodo sto cercando di fare questo lavoro di differenziazione tra le divinità del pantheon romano e di quello greco, approfondendo le caratteristiche dei singoli dei prima che venissero "sovrapposti".

Offline Stregatto

  • Utenti Normali con presentazione
  • -
  • **
  • Post: 36
Re:Avete scelto un pantheon? Quale?
« Risposta #152 il: Novembre 15, 2013, 09:56:50 pm »
Buonasera a tutti :)
Per qualche anno ho pensato che fosse sempre"troppo presto" per scegliere un pantheon di riferimento, pensavo di dover studiare e di dovermi informare molto prima di scegliere anche solo dei nomi con cui chiamare gli dei, o un aspetto piuttosto che un altro con cui identificarli.
Col passare del tempo, con alti e bassi spirituali (e molti libri in più) sto giungendo, in questi ultimi anni, alla personalissima conclusione che non voglio usare pantheon né nomi se non un qualcosa tipo Grande Spirito o una Grande Energia, il Sole e la Luna.
Non riesco a non vedere ogni pantheon come un meraviglioso insieme di miti e leggende, ma che ai miei occhi e alle mie orecchie rimangono tali, buoni anzi buonissimi per muovere i primi passi spirituali, ma inutili -per me- nel momento in cui mi rendo conto che non esistono nome o figura che non siano inventati dal'uomo e associati a forze più grandi.
L'unica paura che muoveva il mio essere in evoluzione spirituale continua era il rischio di prendere troppo alla leggere la spiritualità se l'avessi resa così "essenziale".
Più volte ho cercato di "inquadrarmi" in un metodo, in schemi che mi tenessero sui binari,per non saltare saluti, devozioni, riti, per non dimenticarmi di ringraziare o di chiedere o di dare o di pregare.
E alla fine, dopo parecchio tempo, mi ritrovo ad essere in uno stato continuo di ringraziamento, di dialogo e di preghiera…se vogliamo dire di "connessione"…proprio per aver tolto tutti gli inquadramenti, i metodi e gli schemi.
Forse sbaglio se parlo di istinto spirituale, ma è ciò che al momento sto vivendo.
Senza dimenticarmi dei giorni di potere, del ciclo della Luna, degli Elementi e del Piccolo Popolo…ma libera dal concetto del "devo trovarti un nome ed un volto" perché questo è quello che faccio con un essere umano, una forza così grande posso solo accettarla.
Credo.
Ad ogni modo il mio è solo un intervento perché ero davvero incuriosita da questa discussione visto che è stata fonte di infinite domande per me e non ho mai avuto molti con cui condividere questi miei dubbi.
Peraltro io stessa sono in continua evoluzione spirituale e forse non so bene se posso più definirmi Wicca a tutti gli effetti…ad ogni modo sono stata felice nel vedere che in tanti, come me, stanno levando o hanno tolto il concetto di "pantheon per forza"
NB non è in nessun modo una critica a chi, invece, di pantheon ne usa…anzi per parecchio tempo ho invidiato chi riusciva a trovarne con naturalezza e semplicità, e trovo -come già accennato più sopra- che sia un ottimo metodo per focalizzare e catalizzare le energie del pensiero e dell'azione, quindi perfavore non saltatemi al collo :)
To see a world in a grain of sand
And heaven in a wild flower
Hold infinity in the palm of your ha

Offline luceblu

  • Utenti Normali con presentazione
  • -
  • **
  • Post: 64
  • ci metto una mano: la destra
    • yogaapaia.it
Re: Avete scelto un pantheon? Quale?
« Risposta #153 il: Ottobre 27, 2014, 11:39:29 am »
Il mio Pantheon è la Natura...troppo generico? :)

Ho cercato in vari topic la coerenza con l'argomento che mi preme in questo momento e non ho trovato di meglio che inserirmi quì per confrontare  con voi queste mie problematiche.

Ho discusso spesso con amici ed allievi quale possa essere lo scopo della vita nel senso di attinenza ad un Pantheon,  ad una sorgente della viata, ad un creatore antropomorfo o non definibile.

Pochi sanno che il capo degli dei greci e latini non era Giove ma il Kaos in accordo con quanto ritiene la scienza moderna compresa l'entropia..

La vita come ordine (divino) sarebbe forse la conseguenza che il kaos del Kaos può originare qualsiasi cosa ed il suo contrario come doppia negazione?

I credenti battezzati ecc rimangono spesso delusi dalla inutilità dei loro sforzi per mantenere l'ordine costituito e faticosamente perseguito seguendo i dettami di catechesi oscure o complicate.

Una molattia, una  lite, una crisi economica o sociale nazionale o mondiale, un incidente, un evento contrario incidono sullo spirito di sopravvivenza con caduta in depressione e sconforto o rabbia ed a poco valgono gioie, piaceri, successi vissuti precedentemente per dare coraggio a persone non abbastanza forti e determinate o fortemente motivate e strutturate.

Avere una visione del mondo, sapere qual'è lo scopo della vita può dare un aiuto per trovare stabilità e forza per andare avanti attivi ed efficaci??
IN OGNI TEMPO, IN OGNI LUOGO, IN OGNI CULTURA SI POSSONO TROVARE I METODI PER STARE BENE

Offline rhuna

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 845
  • gnōthi seautón
Re:Avete scelto un pantheon? Quale?
« Risposta #154 il: Ottobre 29, 2014, 03:48:25 pm »
Avere una visione del mondo, sapere qual'è lo scopo della vita può dare un aiuto per trovare stabilità e forza per andare avanti attivi ed efficaci??
Avere una visione del mondo?
Anche Hitler aveva una visione del mondo...

...un'antica sentenza: "Gnōthi seautón", per la mia modesta opinione è la risposta a molte domande  ;)
I sentieri si fanno camminando...

Offline luceblu

  • Utenti Normali con presentazione
  • -
  • **
  • Post: 64
  • ci metto una mano: la destra
    • yogaapaia.it
Re:Avete scelto un pantheon? Quale?
« Risposta #155 il: Ottobre 30, 2014, 09:00:30 am »
Avere una visione del mondo, sapere qual'è lo scopo della vita può dare un aiuto per trovare stabilità e forza per andare avanti attivi ed efficaci??
Avere una visione del mondo?
Anche Hitler aveva una visione del mondo...

...un'antica sentenza: "Gnōthi seautón", per la mia modesta opinione è la risposta a molte domande  ;)

L'intervento tuo è giustificato dalla sospensione volontaria  della parte finale del mio testo:
vedi quì:

Portarsi quindi da una visione creazionista, teista o mistica al vuoto prodotto dalla delusione per i suoi ministri e principi, porta ad un vuoto ed a cadute verso credi sostitutivi affaristici.
Anche appoggiarsi a visioni scientiste od esclusivamente scientifiche delude rapidamente perché non danno certezze .
Allora bisogna forse rivedere cosa può dare conoscenze concrete e per ciò che è ignoto sperimentare le conoscenze più varie tradizionali o no, misteriche od occultiste che possono guidare e rinforzare la fiducia in se stessi e la capacità di andare avanti nonostante le varie difficoltà incombenti e diventare un combattente della vita.
IN OGNI TEMPO, IN OGNI LUOGO, IN OGNI CULTURA SI POSSONO TROVARE I METODI PER STARE BENE

Offline rhuna

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 845
  • gnōthi seautón
Re:Avete scelto un pantheon? Quale?
« Risposta #156 il: Ottobre 31, 2014, 03:55:20 pm »
L'intervento tuo è giustificato dalla sospensione volontaria  della parte finale del mio testo:
Curiosità, per quale motivo l'hai volutamente omessa?
Portarsi quindi da una visione creazionista, teista o mistica al vuoto prodotto dalla delusione per i suoi ministri e principi, porta ad un vuoto ed a cadute verso credi sostitutivi affaristici.
Non sempre...qui siamo in tanti ad esserne la prova ;)

Allora bisogna forse rivedere cosa può dare conoscenze concrete e per ciò che è ignoto sperimentare le conoscenze più varie tradizionali o no, misteriche od occultiste che possono guidare e rinforzare la fiducia in se stessi e la capacità di andare avanti nonostante le varie difficoltà incombenti e diventare un combattente della vita.
Chi avrà bisogno di cercare...cercherà e, forse, troverà...
Capirei se parlassi di te stesso...ma pare tu ti sia fatto portavoce di un non ben definito gruppo di persone...ognuna delle quali dovrebbe avanzare con le proprie gambe...
Premesso questo, se l'aspettativa implicita nel tuo post è discutere di quale possa essere lo scopo della vita (come riportato nel tuo precedente post) anche solo in relazione al percorso spirituale di ognuno di noi, il risultato equivarrebbe a gongolarsi tra i meandri della mente, altresì discutere delle conoscenze che possono guidare (l'umanità?):
chiedere ad una moltitudine di persone di "ridurre e assolutizzare" un percorso soggettivo, non farebbe altro che creare un banchetto succulento per i Demoni nelle vicinanze  ;D

Ovviamente la mia è solo un'opinione e tale e soggettiva dovrà restare.
I sentieri si fanno camminando...

 

Benvenuto! Effettua l'accesso oppure registrati.
Settembre 22, 2020, 11:47:52 pm

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.

Ritrovaci su FB