*

Autore Topic: Le uova di Ostara  (Letto 789 volte)

Antares

  • Visitatore
Le uova di Ostara
« il: Febbraio 23, 2005, 01:28:24 pm »
Una tipica attività di Ostara è quella di decorare delle uova per regalarle.

 Prima di iniziare ogni tipo di decorazione occorre o svuotare l’uovo o farlo bollire finchè non è sodo, per evitare che si rompa o che marcisca.
Per svuotarlo occorre fare con un ago due fori nell’uovo, in alto ed in basso,e successivamente, usando sempre molta delicatezza per evitare crepe sulla superfice, soffiare in uno dei due buchi in modo da far fuoriuscire il liquido.Una buona idea in questo caso sarebbe conservare l’uovo per cucinare biscotti o altro per il banchetto rituale, o semplicemente da regalare ai destinatari delle uova  insieme alle uova stesse.

   Tantissime possono essere le tecniche per decorare le uova pasquali..
Una tecnica antica e molto semplice per decorare le uova consiste nell'attaccare piccole piante e foglie intorno alle uova e nel bollirle con colori vegetali. Staccando successivamente le foglioline, sul guscio rimangono delle impronte più chiare.Se nell’acqua in cui bolliamo le uova mettiamo pezzettini di cipolla l’uovo assumerà toni arancioni,se mettiamo pezzetti di parbabietola già cotta in precedenza avremo sfumature rosastre, gli spinaci danno un effetto sul verde,mentre il te giallo.
 
 Per ottenere lavori molto delicati e particolareggiati possiamo usare il decoupage, una tecnica che consiste nell’incollare su una superfice delle figure e renderle in modo che sembrino stampate. Per questa tecnica dunque dovete prima scegliere e ritragliare delle immagini da libri o giornali che vi sembrino appropriate per festeggiare Ostara: uccellini, coniglietti, fiori, semplici disegnini geometrici da applicare nelle fantasie che preferite.
Spennellate la superfice di colla vinilica e incollateci sopra le immagini scelte. Una volta asciutte spennellate con la colla vinilica una seconda volta e terminate con una mano di Vernidas, una vernice trasparente lucida che darà un meraviglioso effetto di lucidità al vostro uovo.

La tecnica del decoupage è perfetta se avete la possibilità di realizzare le uova di Ostara con uova di struzzo, perfette da usare svuotate. La superfice di queste uova infatti,oltre ad essere particolarmente resistente, è leggermente ruvida e si adatta perfettamente ad decoupage, senza considerare che essendo più grandi permettono di essere decorate con molta più fantasia.
L’unico inconveniente dato da questo tipo di uova è il fatto che sono molto grandi e occorre molta più colla e molta più vernice lucida, da spennellare con molta più attenzione, visto  che la superfice dell’uovo, più ruvida, crea grumi di colla con molta facilità.
 
Sono molto carine invece le uova di Ostara realizzate usando candele a forma d’uovo bianche., carine anche per decorare l’altare nelle vostre celebrazioni Primaverili. In questo caso, prima di iniziare, occorre spolverare bene l’uovo per togliere ogni eventuale residuo di polvere e picchiettare con un batuffolo imbevuto d’olio essenziale così che la candela profumi.Si possono decorare sempre col decoupage, o usando colori a cera liquida.
Coi colori a cera liquida si possono realizzate la decorazione di un motivo a fiore con cinque piccoli petali a "virgola" intorno allo stoppino ad esempio, realizzando poi  sulla parte inferiore dei piccoli puntini negli spazi tra i petali, proseguendo poi fino a decorare tutto l’uovo.Precedendo in questo modo decorate anche la altre uova, variando le decorazioni a piacere.
Sempre con con i pennarelli a cera liquida di due tonalità di colore potete ricreare un effetto "marmorizzato" con degli intrecci del tutto casuali che riprendono le venature tipiche del marmo, lasciate asciugare per 12 ore e il gioco è fatto.
I colori a cera liquida possono essere usati anche per decorare le uova normali,  non solo le candele bianche a forma d’uovo.
 
  Sia le uova di cera che quelle normali possono essere decorate sottili fili di cera colorate avvolte intorno all’uovo.
Riscaldate la striscia con le dita, in modo che diventi morbida e duttile,  e, partendo dall'alto, iniziate ad avvolgere la stringa di cera attorno all'uovo, fissandola con una leggera pressione delle dita. Tenete i giri ben stretti, senza lasciare spazi bianchi. Avvolgete in questo modo tutto l'uovo, mantenendo sempre i giri ben stretti e adattandoli alla superficie curva. Fissate l'estremità della stringa nell'incavo di appoggio dell'uovo, aiutandovi eventualmente con uno spillo. Si possono usare allo stesso modo anche i fili da ricamo,che cambiano tonalita gradualmente così che una volta avvolto il filo intorno all’uovo l’effetto sia di una sfumatura graduale intorno all’uovo.
In questo caso è necessario svuotare l’uovo e far passare il filo dentro da un’estremità all’altra , annodandolo per fissarlo. Poi spennellate l’uovo con colla vinilica e fatelo asciugare ad ogni giro in modo che il filo non si stacchi più, nel qual caso sarà molto dificile riincollarlo.E’un lavoro un po  più lungo,ma vi assiuro che ne vale davvero la pena.

   Potete usare le paste modellabili,come das, cernit o creta.Si riveste l’uovo sodo con un sottile strato di pasta. Quando la pasta è ancora fresca si ricopre interamente l’uovo con perline, sassolini che poi potranno essere olorati, pajettes.Come meglio preferite.
Si possono applicare al das fresco che riveste l’uovo delle decorazioni di cernit realizzate in questo modo:
Scegliete i colori che volete applicare, come rosa blu e giallo o rosso, blu e viola e sovrapponete dei fogli di cera o di cernit sottilissimi dei colori scelti. Successivemente arrotolateli insieme e tagliate a fettine il cilindro ottenuto. Applicate al das fresco i cerchietti così ottenuti in modo che si sovrappongano o si arriccino a vostro piacere.
 

Offline morgana la fata

  • -
  • **
  • Post: 2409
  • Fottuta dal dovere
Le uova di Ostara
« Risposta #1 il: Febbraio 23, 2005, 03:59:17 pm »
io le dipingo con i olori acrilici..è da tanti anni che lo faccio... :D  
Ai miei tempi sono stata chiamata in molti modi : sorella,amante,sacerdotessa,maga,regina. Ora,in verità,sono una maga e forse verrà un giorno in cui queste cose dovranno essere conosciute... (MZB Le Nebbie di Avalon)


        ..la musica è il nostro coltello..la spada con cui conquisteremo il mondo..

)O( Triplice Dea ®

  • Visitatore
Le uova di Ostara
« Risposta #2 il: Marzo 31, 2006, 11:35:12 am »
quando ero piccola dipengevo le uova...le facevamo sode dopodiché avevo degli stampini da appoggiare al guscio con delle figure che coloravo coi pennerellini atossici appositi venduti assieme allo stampo.
Ma che qualcuno sappia questi stampini + pennarelli sono ancora in vendita? <_<
Che a me piace pure decorare le uova, ma anche mangiarmele dopo! :P
Mia cugina usava le tempere ma non penso siano adatte alla pittura di uova sode che devono essere, ovviamente, mangiate dopo!  :blink:  

Kisha

  • Visitatore
Le uova di Ostara
« Risposta #3 il: Marzo 31, 2006, 11:48:46 am »
Uh, io quest'anno ero a casa e mi sono sbizzarrita con le uova..

Ne ho decorate alcune in terracotta coi colori acrilici e i brillantini e messe nel cestino, ho fatto un po' di candeline col decupage (qualcuna regalata), ne ho fatte alcune sempre col decoupage..  

Koi

  • Visitatore
Le uova di Ostara
« Risposta #4 il: Marzo 31, 2006, 09:48:03 pm »
Citazione
Mia cugina usava le tempere ma non penso siano adatte alla pittura di uova sode che devono essere, ovviamente, mangiate dopo!  :blink:
Con le tempere l'unico rischio che corri è di sporcarti le mani quando le sgusci. Anche gli acrilici sono a bassa tossicità, asciugano in fretta e non dovrebbero fare in tempo a penetrare oltre il guscio. Volendo ci sono anche i colori atossici, che si usano per dipingere con le dita.
Tradizionalemnte però le uova venivano tinte di rosso, non disegnate.
« Ultima modifica: Marzo 31, 2006, 09:49:22 pm di Koi »

Offline Dolce_animagrande

  • -
  • **
  • Post: 1120
    • http://www.wicca.it/blogs/169_il_mondo_di_alice
Le uova di Ostara
« Risposta #5 il: Aprile 13, 2006, 03:49:10 pm »
io usavo farle bollire avvolte nella carta crespa....di tutti i colori...erano bellissime...chissà...magari sabato riprovo...

 

Benvenuto! Effettua l'accesso oppure registrati.
Settembre 22, 2020, 09:50:06 pm

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.

Ritrovaci su FB