*

Autore Topic: Differenze tra rituali ed incantesimi  (Letto 4940 volte)

Offline Andrè Diamòn

  • -
  • **
  • Post: 631
Re: Differenze tra rituali ed incantesimi
« Risposta #60 il: Marzo 30, 2011, 03:06:10 pm »

Però alcuni dei punti che ha fatto notare, sopratutto quella che chiama la "sindrome del sensei", non sono poi tutti da buttare.


oltre questo ha tirato in ballo un'altra cosa importante e da non sottovalutare... questa qua:
ancor più i classici lecchini sfigati che vanno addirittura "CONTRO LE PROPRIE IDEE" per assecondarlo,

Offline Azrael

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 1417
  • Adoratore della Grande Seppia™
    • facebook
Re: Differenze tra rituali ed incantesimi
« Risposta #61 il: Marzo 30, 2011, 03:13:53 pm »
Concordo.

Ma tranquillo, non è il tuo caso frog: tu sei un buffone e basta, se la gente dopo poco lo capisce e si accoda a quelli che stanno sotto la tua gogna, è solo colpa tua.

Io sono un caso emblematico: all'inizio ero seriamente convinto che Cordelo, aria e gli altri ce l'avessero con te solo per partito preso, ma dopo sei mesi di forum e sopratutto dopo gli scambi privati ridicoli che abbiamo avuto, ho capito anche io che sei senza speranza.
"...era questo che rendeva Dagon tanto indigesto: la sua intelligenza superava di gran lunga la media, ma non aveva nessuna voglia di usarla per interagire con il resto della razza umana."
Francesco Dimitri in "La ragazza dei miei sogni"

"Nothing is purely good or evil, these are relative terms that man has hung upon unacceptable mysteries. To my particular belief the Goddess, white with works of good, is also black with works of darkness, yet both of them are compassionate, albeit the compassion is a cover for the ruthlesness of total Truth. Truth is another name for the Godhead. Male or female doesn't really matter, what does matter is the recognition of neither good or evil, black and white, but the acceptance of the 'will of the Gods', the acceptance of Truth as opposed to illusion."
Robert Cochrane in "The Roebuck in the Thicket"

Offline Athar

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 785
  • shhh... camminate piano... un sogno giace qui
Re: Differenze tra rituali ed incantesimi
« Risposta #62 il: Marzo 30, 2011, 03:16:03 pm »
Io invece colgo questa (assai gustosa) occasione per dire a vento notturno che la sindrome del sensei è un problema psichiatrico che può essere curato nelle migliori cliniche, è consiglio anche di diffidare da quelle di provincia e magari andare in uno di quei grandi centri specializzati...magari in qualche grande città.
Premetto che è la prima volta che leggo un suo post, e per la cronaca mi ha già infastidito e ancor più i classici lecchini sfigati che vanno addirittura "CONTRO LE PROPRIE IDEE" per assecondarlo, adularlo ed'ottenere la sua approvazione.
Ovviamente caro vento notturno, non è niente di personale, non ti conosco nemmeno per cui figurati se mi permetterei di schernire te (persona) con le mie parole, questo è solo una forma di "VAI A QUEL PAESE" per la categoria...
la cosa peggiore è che so già che probabilmente avrò un ban per quello che scrivo, poichè nei forum (soprattutto e...TRISTEMENTE di questo tipo), la Congrega degli "eletti" è talmente montata da avere vere e proprie manie di onnipotenza, e ovviamente se ci si vuole integrare bisogna essere del loro parere.
Vedete, nei forum, quando un utente fa una domanda, si dovrebbe solo rispondere, invece a quanto pare la risposta più diffusa è: STUDIA NOOB, COSA NE SAI TU, SPIRITO QUI, PER IL TUO BENE LA...
al che mi sorge ancor più spontanea è ovvia una seconda domanda: perchè la gente è così sadica da postare?
Questo caso è diverso...sono gli stessi eletti che aprono il topic per fare i sensei (doveva essere una giornata "no" è sentivano il bisogno di sentirsi importanti ed appunto: ELETTI)...ma la cosa più comica è che, se qualcuno condivide è quota è un lecchino, se non lo fa, è un'incompetente, a allora io cari maestri delle arti oscure, vi invito, prima di crescere esotericamente (o voler aiutare gli altri a farlo), a crescere come persone, e ad'imparare ad'avere rispetto per le stesse.
Questa è una lezione che non ha prezzo.
Concludo salutando tutti, sensei e non, (soprattutto i non  :lol_2:), e augurando a tutti uno splendido cammino di crescita spirituale, sperando sia a misura dei propri desideri e aspettative.                    
Ps: per non andare off topic quoto il sensei per il 75%...aggiungerei qualcos'altro...ma...con soli 9 anni di studi sono troppo noob per pronunciarmi  :biggrin2: ...e vi assicuro che nonostante la faccina simpatica non sto scherzando...Non si è mai troppo saggi da poter correggere "SOGGETTIVAMENTE" (perchè di soggettivo stiamo parlando) gli altri, per l'oggettivo è tutt'altra storia, da quì l'invito a VN ad'avere rispetto per gli altri utenti.  :smile:
l.
credo che se ogni volta che si va a criticare qualcuno lo si facesse con cognizione di causa grammaticale la figura sarebbe di molto migliore... accenti e apostrofi e la confusione tra e ed è mi confondono alquanto...  :bleh:
dunque per quanto la tua opinione non è opinabile, e qui le si ascoltano tutte se costruttive, forse sarebbe meglio passare per il cursus honorum d'obbligo... scheda profilo, presentazione, scrivere cose che abbiano senso... :bounce:
Il tuo commento è totalmente non costruttivo se no. Con nove anni di studio alle spalle (studio di cosa?) magari potresti, invece che criticare alla tanto per, dire qualcosa di serio e sensato... anche perché per quanto di serio e sensato qualcosa nel tuo scritto ci sia, così non passa proprio.
Citazione
da quì l'invito a VN ad'avere rispetto per gli altri utenti.
Comprese le critiche alle turbe mentali e i vari problemi psicologici palesi penso tu possa contattarlo e mandargli altro di costruttivo direttamente in privato  :60: visto che,  come diceva giustamente Cordelo, non fa più parte del forum... lo trovi su yahoo answer credo, con tutti i dati...
Oh, che la dea sia con te e accompagni il tuo sentiero boscoso ovattato e profumato di camomilla filtrofiore bonomelli mentre le nuvole sfiorano le tue gote rosate odoranti di culetto di bambino e la natura ti cinge nel suo abbraccio vellutato di carta igienica foxy....

MA PARLA COME MAGNI!!!

Ascoltami e ti farò volare

Ama l'Arte, fra tutte le menzogne è ancora quella che mente di meno.
- Flaubert -

Offline Andrè Diamòn

  • -
  • **
  • Post: 631
Re: Differenze tra rituali ed incantesimi
« Risposta #63 il: Marzo 30, 2011, 03:17:37 pm »
Concordo.

Ma tranquillo, non è il tuo caso frog: tu sei un buffone e basta, se la gente dopo poco lo capisce e si accoda a quelli che stanno sotto la tua gogna, è solo colpa tua.
complimenti per l'ennesimo transfert psicanalitico e del non mancare occasione per dare sfoggio del tuo ego. Sinceramente non mi interessa più ciò che dici...

Io sono un caso emblematico: all'inizio ero seriamente convinto che Cordelo, aria e gli altri ce l'avessero con te solo per partito preso, ma dopo sei mesi di forum e sopratutto dopo gli scambi privati ridicoli che abbiamo avuto, ho capito anche io che sei senza speranza.
lo so in base al tuo ego dovrei restarci male però...

Offline Azrael

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 1417
  • Adoratore della Grande Seppia™
    • facebook
Re: Differenze tra rituali ed incantesimi
« Risposta #64 il: Marzo 30, 2011, 03:21:15 pm »
@frog: dai, a cuccia, non parlare di cose che non conosci ANCORA UNA VOLTA.

@Lui: cmq si, puoi fare ciò che consiglia Athar, oppure gli puoi scrivere in un tuo blog privato parlando di lui senza nominarlo apertamente, elencando i tuoi problemi personali decorandoli di "coolness" non tua per attirare la compassione altrui e sentirti finalmente importante e cazzuto... Questo è il suo metodo almeno...
"...era questo che rendeva Dagon tanto indigesto: la sua intelligenza superava di gran lunga la media, ma non aveva nessuna voglia di usarla per interagire con il resto della razza umana."
Francesco Dimitri in "La ragazza dei miei sogni"

"Nothing is purely good or evil, these are relative terms that man has hung upon unacceptable mysteries. To my particular belief the Goddess, white with works of good, is also black with works of darkness, yet both of them are compassionate, albeit the compassion is a cover for the ruthlesness of total Truth. Truth is another name for the Godhead. Male or female doesn't really matter, what does matter is the recognition of neither good or evil, black and white, but the acceptance of the 'will of the Gods', the acceptance of Truth as opposed to illusion."
Robert Cochrane in "The Roebuck in the Thicket"

Offline plenilunia

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 372
  • ... la Contessa...
Re: Differenze tra rituali ed incantesimi
« Risposta #65 il: Marzo 30, 2011, 03:45:41 pm »
Lui:
9 anni di studio ma mi sa che sei bocciato almeno 8....  :biggrin2:


Citazione
poichè nei forum (soprattutto e...TRISTEMENTE di questo tipo), la Congrega degli "eletti" è talmente montata da avere vere e proprie manie di onnipotenza, e ovviamente se ci si vuole integrare bisogna essere del loro parere.
Vedete, nei forum, quando un utente fa una domanda, si dovrebbe solo rispondere, invece a quanto pare la risposta più diffusa è: STUDIA NOOB, COSA NE SAI TU, SPIRITO QUI, PER IL TUO BENE LA...

grazie per averci spiegato come funzionano i forum ...

Citazione
perchè la gente è così sadica da postare?
appunto. Perchè nel tuo caso?

in questo forum ci sono i sensei ( taluno molto pericolosi ) ma vento notturno non è pericoloso, credimi, forse dovresti cambiare soggetto se vuoi essere acclamato...

Se conosci l'arte lo dovresti dimostrare con interventi costruttivi, perchè scrivendo gli anni di studio, come dire, ci "fai vento". Hai anche qualche certificato di corsi, stage, superpaganità? Sai ora vanno di moda...


Offline Cordelo di Quart

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 1496
  • The best (la bestia...)
Re: Differenze tra rituali ed incantesimi
« Risposta #66 il: Marzo 30, 2011, 07:17:27 pm »
Allora, perdonate la mia ignoranza, shit happens...
Ma 'sta sindrome del sensei cosa sottintende?

Un autonominatosi maestro di noi tutti, solo ed unico depositario della sola ed unica verità oppure la perniciosa tendenza di alcuni a delegare che nel caso specifico significa aggregarsi appecora al guru di turno?

uhmmm... beh come si dice da noi une chose n'empèche pas les autres... insomma non sono autoescludenti. Ma poi onestamente ci riguarda quello che fanno gli altri?
A me non pare. Come dico sempre ad un par di spanne dal mio didietro la gente può fare ciò che vuole.
(beh... il tutto cum grano salis...)

lo so in base al tuo ego dovrei restarci male però...
dovresti, ma invece niente sei impermeabile a tutto.
Una critica può essere un caso, due una combinazione, tre una coincidenza.... ma di più sono sintomi che dovrebbero farti almeno sospettare una qualche base di verità.
Essere impermeabili alle critiche può essere autodifesa; esserlo all'apprendimento dai propri errori è come avere scarpe di cemento, alla lunga stanca.

Errare humanum est, perseverare autem diabolicum....
Ieri è storia, domani un mistero, oggi un dono.
Ecco perchè lo chiamiamo presente.

Offline Lui

  • -
  • **
  • Post: 22
  • L'etica è la costante.
Re: Differenze tra rituali ed incantesimi
« Risposta #67 il: Marzo 30, 2011, 09:03:50 pm »
rotto il culo?
ma di cosa stiamo parlando?
che ci crediate o no è "DAVVERO" la prima volta che loggo su questo forum almeno da un bel paio d'anni (e premetto che non conosco realmente quell'utente, ne sapevo non loggasse più)...
in secondo luogo, non c'era realmente cattiveria nelle mie parole.
tempo fa avevo un account ma...ho smarrito i dati, per cui mi sono ri-registrato per vedere se il livello di discussioni si fosse evoluto.
Noto con estremo dispiacere che non è cosi.
Comunque sia, ti ringrazio per i cordiali complimenti (al tizio onniscente del quale non ricordo il nick).
e poi (solo per la cronaca) non ho mai detto di essere un wiccan (nonostante stimo chi lo sia "DAVVERO"), è mi dissocio anche come essere umano da persone cosi scortesi e maleducate (come il sopracitato tizio).
come volevasi dimostrare o la si pensa come voi o non si ha la libertà di post.
ad ogni modo non è il topic corretto per parlare di queste stupidaggini, e comunque non mi sento minimamente toccato, rispondo soltanto per chiarire il malinteso sul fatto dell'utente non presente.
altrimenti potevate suonarla e cantarla da voi  :biggrin2:.
cordiali saluti.

l.

ps: riguardo al commento sul nick, replico dichiarando che sono contrario a divulgare con tanta facilità il nome magico, (i veri wiccan, studiosi e praticanti esoterici ne comprenderanno naturalmente gli ovvi motivi)
l.

Offline Athar

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 785
  • shhh... camminate piano... un sogno giace qui
Re: Differenze tra rituali ed incantesimi
« Risposta #68 il: Marzo 30, 2011, 10:25:12 pm »
rotto il culo?
???
ma di cosa stiamo parlando?
si rispondeva a te e a frog se non erro... [/quote]
che ci crediate o no è "DAVVERO" la prima volta che loggo su questo forum almeno da un bel paio d'anni (e premetto che non conosco realmente quell'utente, ne sapevo non loggasse più)...
e il primo post che scrivi è questo? neanche la presentazione? manchi di rispetto così però, non pretenderne poi :unsure:
in secondo luogo, non c'era realmente cattiveria nelle mie parole.
marcia indietro? Non mi pare tu sia stato accusato di aver detto cattiverie... di mio non ne ho trovate... poi boh
tempo fa avevo un account ma...ho smarrito i dati, per cui mi sono ri-registrato per vedere se il livello di discussioni si fosse evoluto.
Noto con estremo dispiacere che non è cosi.
non mi pare tu abbia tentato un approccio concreto e valido... non capisco proprio cosa pretendi  :unsure:


Comunque sia, ti ringrazio per i cordiali complimenti (al tizio onniscente del quale non ricordo il nick).
e poi (solo per la cronaca) non ho mai detto di essere un wiccan (nonostante stimo chi lo sia "DAVVERO"), è mi dissocio anche come essere umano da persone cosi scortesi e maleducate (come il sopracitato tizio).
come volevasi dimostrare o la si pensa come voi o non si ha la libertà di post.

Ecco, siamo arrivati al punto che volevamo. Il punto non è "o la si pensa come noi o quella e la porta" il punto è arrivare e pretendere di dire il c azzo comodo proprio credendo che a tutti freghi delle nostre fisime mentali. Il punto è arrivare, non presentarsi e sputare merda. Le critiche sono ben accette se supportate da argomentazioni valide, ma tu parti giudicando un utente, e confesso di concordare con alcune cose, e poi pretendi che il tuo giudizio random sul forum venga accettato perché sei fico? Beh scusa tanto se non siamo fichi come te, ma quella è la porta baci baci.
Sei libero di postare, ma che senso ha all'interno del topik il tuo post? Apporta qualche valida aggiunta all'argomento? Aggiunge punti di vista sull'argomento? O non c'entra una cippa con l'argomento? La libertà di post c'è eccome, sei libero di postare quello che vuoi nei limiti della decenza, ma le cretinate tienitele per te se non sono condite con qualcosa di decente. E tu non hai praticamente commentato con neanche una virgola il post in cui hai scritto.
ad ogni modo non è il topic corretto per parlare di queste stupidaggini
eh già.


ps: riguardo al commento sul nick, replico dichiarando che sono contrario a divulgare con tanta facilità il nome magico, (i veri wiccan, studiosi e praticanti esoterici ne comprenderanno naturalmente gli ovvi motivi)
anche i finti wiccan la sapranno ormai sta cosa.

E pensare che ero pure quasi d'accordo con te... passa dalla zona presentazioni va, che ora son curiosa riguardo a quei nove anni di studio...
Oh, che la dea sia con te e accompagni il tuo sentiero boscoso ovattato e profumato di camomilla filtrofiore bonomelli mentre le nuvole sfiorano le tue gote rosate odoranti di culetto di bambino e la natura ti cinge nel suo abbraccio vellutato di carta igienica foxy....

MA PARLA COME MAGNI!!!

Ascoltami e ti farò volare

Ama l'Arte, fra tutte le menzogne è ancora quella che mente di meno.
- Flaubert -

Offline Lui

  • -
  • **
  • Post: 22
  • L'etica è la costante.
Re: Differenze tra rituali ed incantesimi
« Risposta #69 il: Marzo 30, 2011, 11:09:25 pm »
Ecco vedi...
Tu mi stai simpatica.
non scrivi totalmente per impressionare il pubblico.
Hai epresso un pensiero, concreto, e soprattutto (purtroppo per me), molto schietto!  :biggrin2:
il concetto (che inizialmente mi aveva fatto arrabbiare) era il "perchè" si scrive...
in pratica per far andare bene i forum, ci vogliono più "TE" e meno "LUI" (nel quale visto il nick ammetto di esser compreso anch'io)  :biggrin2:.
Scusate l'ot, non posterò ne risponderò più su questa pagina.
ps: io e frog non ci conosciamo (a titolo informativo).

distinti saluti...
ciao A. (spero di non averti fatto una proprio "orribile" impressione  :laugh:)
l.

l.

Offline Andrè Diamòn

  • -
  • **
  • Post: 631
Re: Differenze tra rituali ed incantesimi
« Risposta #70 il: Marzo 31, 2011, 09:10:12 am »
ma infatti io avevo solo estrapolato un pensiero di Lui che condivido in pieno e lo avevo solo fatto notare tutto qua... lo riposto:
e per la cronaca mi ha già infastidito e ancor più i classici lecchini sfigati che vanno addirittura "CONTRO LE PROPRIE IDEE" per assecondarlo, adularlo ed'ottenere la sua approvazione.

Ps. Confermo io e Lui non ci conosciamo

Pps. Ma compila il profilo se no vai contro il regolamento, provenienza ed età.

Offline Azrael

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 1417
  • Adoratore della Grande Seppia™
    • facebook
Re: Differenze tra rituali ed incantesimi
« Risposta #71 il: Marzo 31, 2011, 10:47:38 am »
Chi si assomiglia si piglia
"...era questo che rendeva Dagon tanto indigesto: la sua intelligenza superava di gran lunga la media, ma non aveva nessuna voglia di usarla per interagire con il resto della razza umana."
Francesco Dimitri in "La ragazza dei miei sogni"

"Nothing is purely good or evil, these are relative terms that man has hung upon unacceptable mysteries. To my particular belief the Goddess, white with works of good, is also black with works of darkness, yet both of them are compassionate, albeit the compassion is a cover for the ruthlesness of total Truth. Truth is another name for the Godhead. Male or female doesn't really matter, what does matter is the recognition of neither good or evil, black and white, but the acceptance of the 'will of the Gods', the acceptance of Truth as opposed to illusion."
Robert Cochrane in "The Roebuck in the Thicket"

 

Benvenuto! Effettua l'accesso oppure registrati.
Giugno 13, 2021, 08:06:44 pm

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.

Ritrovaci su FB