*

Autore Topic: Meglio praticare soli o far parte di una coven?  (Letto 1569 volte)

Offline FRA22

  • Utenti Normali con presentazione
  • -
  • **
  • Post: 127
Re:Meglio praticare soli o far parte di una coven?
« Risposta #60 il: Luglio 03, 2012, 10:18:42 am »
Mi spiace, ma continuo a non essere d' accordo. Una congrega è tale per il tipo di energia raggiunto, certo, ma non per lignaggi et similia, a mio avviso. Certo: non si potrà definire "tradizionale" (e qui per tradizionale intendo di stampo gardneriano), ma può arrivare a livelli affini, ne sono persuaso. Cito come autori a sostegno della mia tesi Buckland o Starhawk. Certo: nessuno dei due è (ancora) gardneriano, ma i loro esempi di congrega sono, a mio parere, più che validi


Offline -kay-

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 167
Re:Meglio praticare soli o far parte di una coven?
« Risposta #61 il: Luglio 03, 2012, 11:20:46 am »
Mi spiace, ma continuo a non essere d' accordo. Una congrega è tale per il tipo di energia raggiunto, certo, ma non per lignaggi et similia, a mio avviso. Certo: non si potrà definire "tradizionale" (e qui per tradizionale intendo di stampo gardneriano), ma può arrivare a livelli affini, ne sono persuaso. Cito come autori a sostegno della mia tesi Buckland o Starhawk. Certo: nessuno dei due è (ancora) gardneriano, ma i loro esempi di congrega sono, a mio parere, più che validi

la tradizione non ce l'hanno solo i Gardneriani, di tradizioni nella Wicca ormai ce ne sono diverse, tutte più o meno valide e riconosciute, con un certo retaggio e patrimonio culturale, accumulato in molti anni di lavoro alle spalle, da trasmettere. E pure nelle correnti pseudo/filo wicca, ormai di tradizioni ce ne sono tante...

non è che un gruppo di persone che hanno letto un po' di libri e praticano assieme per un po' di tempo, possono dire di aver fondato una congrega! ma siamo seri!!!

Io ripeto: non capisco perché uno deve appropriarsi e travisare termini che hanno un loro significato specifico.  C'è un temine preciso per indicare un gruppo di praticanti eterogenei che lavorano assieme, ed è cerchio di praticanti...

io rispetto molto quelli che hanno questo tipo di pratica di gruppo... e se con l'andare degli anni (molti e molti anni, un decennio almeno)  un gruppo cresce e si struttura ed ha apporti da altre tradizioni, è vero che potrebbe diventare una congrega vera propria, ma fino a quel punto, non c'è nulla di male a riconoscere ciò che effettivamente si è.... un cerchio...

faccio notare che i due autori che hai citato, pur essendo stati molto importanti e molto influenti nel panorama più generale del neopaganesimo, si sono entrambi molto discostati dalla Wicca... e Buckland stesso, dopo aver portato la Wicca Gardneriana in America, ha fondato una sua tradizione staccandosi da Gardner...

è il solito discorso: vi basate troppo su quello che leggete sui libri... e tra l'altro, sul limitato numero di libri che circolano in Italia...
« Ultima modifica: Luglio 03, 2012, 11:37:56 am di -kay- »

Offline FRA22

  • Utenti Normali con presentazione
  • -
  • **
  • Post: 127
Re:Meglio praticare soli o far parte di una coven?
« Risposta #62 il: Luglio 03, 2012, 07:47:14 pm »
Mi spiace, ma no.. Non è così. Credo che, se tu leggessi con più attenzione, noteresti che siamo fondamentalmente d' accordo. La mia polemica consisteva nella necessità dell' iniziazione per considerare un pagano membro della Wicca. Poi se per andarmi contro devi usare i soliti cliché (ti limiti ai libri e bla, bla, bla) beh.. Sei liberissimo di farlo


Offline -kay-

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 167
Re:Meglio praticare soli o far parte di una coven?
« Risposta #63 il: Luglio 03, 2012, 09:10:02 pm »
se leggi bene, io non ho scritto che le coven/congreghe sono solo ed esclusivamente quelle degli iniziati, ma che pretendere di definire come coven, un semplice cerchio di praticanti, è davvero troppo...

 comunque forse è meglio smettere di discutere solo tra di noi, altrimenti monopolizziamo il forum, con il rischio di polemizzare e creare flame...

Offline Cordelo di Quart

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 1496
  • The best (la bestia...)
Re:Meglio praticare soli o far parte di una coven?
« Risposta #64 il: Luglio 03, 2012, 09:27:42 pm »
Mi spiace, ma no.. Non è così. Credo che, se tu leggessi con più attenzione, noteresti che siamo fondamentalmente d' accordo.
A me onestamente non pare proprio...  ::)
Citazione
La mia polemica consisteva nella necessità dell'iniziazione per considerare un pagano membro della Wicca.
Poi se per andarmi contro devi usare i soliti cliché (ti limiti ai libri e bla, bla, bla) beh.. Sei liberissimo di farlo
No guarda che così vai proprio male.
La Wicca è una religione misterica a cui si accede tramite una iniziazione.
PUNTO e non ci sono cliché nè blabla.

Piuttosto non vedo proprio perchè vuoi per forza  definirti wiccan se non ritieni di volere sottostare alle regole. Mica sei obbligato per legge e nessuno è venuto con la pistola a dirti che DEVI esserlo.

Mica l'ho capita, non è che come il Trota vuoi la laurea senza manco aver ancora il diploma?
Se vuoi la laurea devi sottostare ad un iter, altrimenti ne fai a meno, mica ti aumentano lo stipendio se hai la medaglietta.
« Ultima modifica: Luglio 03, 2012, 09:31:13 pm di Cordelo di Quart »
Ieri è storia, domani un mistero, oggi un dono.
Ecco perchè lo chiamiamo presente.

Offline FRA22

  • Utenti Normali con presentazione
  • -
  • **
  • Post: 127
Re:Meglio praticare soli o far parte di una coven?
« Risposta #65 il: Luglio 03, 2012, 09:38:12 pm »
Mi spiace, ma no.. Non è così. Credo che, se tu leggessi con più attenzione, noteresti che siamo fondamentalmente d' accordo.
A me onestamente non pare proprio...  ::)
Citazione
La mia polemica consisteva nella necessità dell'iniziazione per considerare un pagano membro della Wicca.
Poi se per andarmi contro devi usare i soliti cliché (ti limiti ai libri e bla, bla, bla) beh.. Sei liberissimo di farlo
No guarda che così vai proprio male.
La Wicca è una religione misterica a cui si accede tramite una iniziazione.
PUNTO e non ci sono cliché nè blabla.

Piuttosto non vedo proprio perchè vuoi per forza  definirti wiccan se non ritieni di volere sottostare alle regole. Mica sei obbligato per legge e nessuno è venuto con la pistola a dirti che DEVI esserlo.

Mica l'ho capita, non è che come il Trota vuoi la laurea senza manco aver ancora il diploma?
Se vuoi la laurea devi sottostare ad un iter, altrimenti ne fai a meno, mica ti aumentano lo stipendio se hai la medaglietta.
Cliché e blablabla sarebbero la questione riguardante ciò che ho letto et similia. Non mi ritengo Wiccan da tempo, inoltre: mi sono semplicemente soffermato su una parola. Infine: mi spiace ma ho trovato di pessimo gusto la tua battuta sul Trota. Credo sia molto superficiale dare determinati pareri da una semplice divergenza di opinioni.


Offline Cordelo di Quart

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 1496
  • The best (la bestia...)
Re:Meglio praticare soli o far parte di una coven?
« Risposta #66 il: Luglio 03, 2012, 09:44:27 pm »
Credo sia molto superficiale dare determinati pareri da una semplice divergenza di opinioni.
Senti ragazzino presuntuoso, ora mi hai scassato e balle.
Non è che quelli che non sono d'accordo con le tue opinioni sballate siano necessariamente superficiali o usino dei clichè e dei blabla.

Evita per il futuro questo genere di atteggiamenti o fai anche tu il volo.
Ieri è storia, domani un mistero, oggi un dono.
Ecco perchè lo chiamiamo presente.

Offline folletto

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 1322
  • Re dei Folletti
Re:Meglio praticare soli o far parte di una coven?
« Risposta #67 il: Luglio 04, 2012, 04:40:00 pm »
Meglio praticare soli o far parte di una coven?
fondamentalmente penso che la condizione ideale per praticare è nessuno...così il fa ciò che vuoi sarebbe assoluto.
Da solo,anche se poi da solo è una parola grossa,ci si deve comunque abituare perchè poi è dentro te che trovi la chiave di tutti i misteri.
Poi fa da sè che l'unione fa la forza,e che se segui una via illuminata non rischi di inciampare.
Una cosa che ho imparato è che da soli o in gruppo,è necessaria disciplina e rispetto,
anche se può far ridere sentirlo dire da un folletto ma visto che non son richiesti sacrifici: Necessario è vivere con gioia e condividerne il piacere!
« Ultima modifica: Luglio 04, 2012, 04:44:37 pm di folletto »
muovi passi di piombo tu che qui ti addentri,tra fate e folletti.
https://faerieitalia.wordpress.com

 

Benvenuto! Effettua l'accesso oppure registrati.
Settembre 26, 2021, 07:57:38 am

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.

Ritrovaci su FB