*

Autore Topic: L'allenamento alla meditazione  (Letto 1613 volte)

Offline Metallaro1991

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 98
Re:L'allenamento alla meditazione
« Risposta #15 il: Gennaio 08, 2013, 07:30:19 am »
Ecco il prossimo esercizio :)

RAFFORZARE LA VOLONTÀ
Non perdete occasione di esercitare il controllo sul vostro corpo. Ogni attimo della giornata è un valido banco di prova. Se vi sentite stanchi, provate a sforzarvi di compiere qualcosa piuttosto di abbandonarvi al riposo; se  avete fame provate a rimandare di mezz'ora l'assunzione di cibo; se avete sete, provate a vedere di
resistere per qualche momento prima di soddisfare il bisogno. Questo controllo esercita uno straordinario rafforzamento sulla volontà, utilissimo nel nostro itinerario di training magico. Non è il caso di prendere nota sul diario.
Una raccomandazione tecnica: prima di procedere negli altri esercizi proposti siate padroni di quelli indicati fino a questo momento.
STAY POSITIVE

Offline Metallaro1991

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 98
Re:L'allenamento alla meditazione
« Risposta #16 il: Gennaio 16, 2013, 07:45:48 am »
Ecco il prossimo esercizio proposto :)

L' AUTOSUGGESTIONE E IL SUBCONSCIO
Si ritiene che il subconscio abbia sede nel cervelletto. In parole povere, si tratta di una specie di antagonista, di avversario, il quale, proprio perché tale, deve essere conosciuto, controllato e trasformato nella sua potenzialità, che è grandissima. Quando, per esempio, inculchiamo nell'inconscio il desiderio di
abbandonare una cattiva abitudine, dobbiamo ricordare di non porre mai limiti o barriere spazio temporali. Suggerirgli che l'esito del nostro atto di volizione debba realizzarsi nel tal tempo è come invitarlo a opporre una barriera fra noi e la riuscita del nostro esperimento. Il fallimento sarà inevitabile. Un'altra raccomandazione sta nel rivolgersi all'inconscio in modo autoritario. In sostanza: non chiediamogli una cosa,
imponiamogliela!
Il subconscio si rivela particolarmente ricettivo negli attimi che precedono il lasciarsi andare al sonno. Per questo è di estrema importanza andare a letto con l'animo sereno, non arrovellato da qualche cattivo pensiero o da qualche preoccupazione.
STAY POSITIVE

Offline Metallaro1991

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 98
Re:L'allenamento alla meditazione
« Risposta #17 il: Gennaio 28, 2013, 07:39:05 am »
L'USO DEL ROSARIO MAGICO
Costruitevi da soli una collana con palline o perline di legno o vetro. Ne sono sufficienti trenta o quaranta, separate l'una dall'altra da un nodo. Prima di addormentarvi, a voce sommessa o, se preferite, nell'interiorità della mente, ripetete per ogni pallina del vostro rosario la frase che avete scelto. Potrebbero essere, per esempio, imposizioni come queste: «Voglio star sempre meglio ogni giorno che passa», oppure: «Bere non mi piace», oppure ancora: «Voglio diventare sempre più sicuro di me ogni giorno che passa». Questo fino alla fine del rosario. Se, per caso, vi destate di notte, riprendete la collana e ricominciate; la stessa cosa è bene fare la mattina, appena svegli. Se il rosario vi sembra scomodo o ingombrante, lo potete sostituire con
una semplice cordicella scarlatta con piccoli nodi al posto delle perline. Annotate i progressi ottenuti.
STAY POSITIVE

Offline elisam

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 22
Re:L'allenamento alla meditazione
« Risposta #18 il: Gennaio 31, 2013, 01:47:06 pm »
Grazie per questo post, è molto interessante! Per me che sono ancora un'imbranata è già difficile il primo esercizio... mi sto allenando con esercizi ancora più semplici, poi vorrei provare con questo "programma".
Grazie!  ;D

Offline Metallaro1991

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 98
Re:L'allenamento alla meditazione
« Risposta #19 il: Gennaio 31, 2013, 08:02:15 pm »
Prego :) mi fa piacere ti possa tornare utile :)
STAY POSITIVE

Offline Metallaro1991

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 98
Re:L'allenamento alla meditazione
« Risposta #20 il: Febbraio 04, 2013, 07:47:58 am »
Ed ecco il prossimo esercizio di questo percorso :)

IL DIARIO DEI SOGNI
Quando avete ormai collaudato per almeno una settimana l'esercizio precedente, mettetene in pratica un altro: il diario dei sogni. Appena svegli trascrivete i sogni che avete fatto nella notte appena trascorsa. Cercate di ricordare il più possibile e tratteggiate anche i particolari apparentemente insignificanti. Essere
consapevoli e padroni dei propri sogni in questo modo non solo aiuta ad entrare in contatto con il subconscio, ma è propedeutico alle proiezioni astrali, soggetto di cui ci occuperemo più avanti. A questo fine, come precisato, è meglio dedicare un quadernetto apposito.

Nota personale:
Personalmente io utilizzo il libro specchio per segnare i miei sogni.
Per aiutarvi a ricordare i sogni vi consiglio di provare ad addormentarvi ripetendovi nella testa la seguente frase:"Io ricorderò i miei sogni". Tramite questo "suggerimento" avrete più possibilità di ricordare i vostri sogni :)
Buona pratica :)
STAY POSITIVE

Offline violet86

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 87
Re:L'allenamento alla meditazione
« Risposta #21 il: Febbraio 08, 2013, 04:30:58 pm »
Ho una domanda: quando state meditando e svuotate la mente, vi capita che dal nulla vi appaia l'immagine di posti in cui siete stati e a cui non pensavate da tanto? oppure vi capita il riaffacciarsi di ricordi? per quanto mi riguarda è come se dal silenzio si risvegliassero delle memorie sopite, niente di fenomenale, ma comunque cose che avevo dimenticato, sensazioni e immagini.
Poi, per voi, è più difficile svuotare la mente o concentrarvi su qualcosa (simbolo, pensiero...)?

Offline Metallaro1991

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 98
Re:L'allenamento alla meditazione
« Risposta #22 il: Febbraio 11, 2013, 07:39:21 am »
Ciao Violet, si a me quando medito a volte mi capita che dei ricordi entrino nella mia mente...sto ancora cercando di capirne il motivo...forse semplicemente è mancanza di concentrazione...non saprei. Personalmente è più difficile svuotare la mente che concentrarmi su qualcosa...anche perchè avere difficoltà a concentrarsi su qualcosa è l'esatta conseguenza di non riuscire a svuotare la mente probabilmente :)

Ecco che vi propongo il prossimo esercizio :)

ALLENARE LA MEMORIA
Sistemate su di un tavolo un assortimento di oggetti vari, ponendoli di fronte a voi. Chiudete gli occhi e provate a immaginarli con cura e attenzione, a uno a uno.   Sforzatevi di trattenere nella mente la loro forma, il colore, le dimensioni, tutte le   loro caratteristiche, proprio come se li vedeste con gli occhi fisici. Cercate di fissare l'immagine per almeno cinque minuti, non lasciandovi disturbare da nulla. Ogni volta che l'immagine dell'oggetto si dissolve e scappa via, riprendetela e ricomponetela con insistenza, ricordandovi  di prendere nota del numero delle distrazioni  subite con  l'aiuto della cordicella annodata o del rosario. Quando sarete padroni di questa tecnica, riuscirete a visualizzare qualsiasi cosa senza il pericolo che la sua immagine vi scivoli via dalla mente. Annotate sul diario i progressi raggiunti.
STAY POSITIVE

Offline Metallaro1991

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 98
Re:L'allenamento alla meditazione
« Risposta #23 il: Febbraio 18, 2013, 07:41:14 am »
Ecco l'esercizio della settimana :)

COME CREARE E TRATTENERE IMMAGINI
Ripetete il precedente esercizio, questa volta però a occhi aperti, ma con questa variante: immaginate che gli oggetti si distacchino dal tavolo per fluttuare nitidi in aria. Trattenete la chiarezza dell'immagine e, sempre con l'aiuto del rosario o della cordicella a nodi, prendete nota di quante volte il vostro sforzo di concentrazione ha subito un deragliamento. Quando sarete in grado di esercitare questa visualizzazione per almeno cinque minuti senza andare incontro a perdite dell'immagine, ebbene, sarete allora pronti al successivo esercizio. Anche in questo caso segnate sul diario magico i miglioramenti.
STAY POSITIVE

Offline Metallaro1991

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 98
Re:L'allenamento alla meditazione
« Risposta #24 il: Febbraio 25, 2013, 05:19:17 pm »
Ed ecco il prossimo esercizio :)

COME CREARE E TRATTENERE SUONI
Immaginate di ascoltare il suono di una pendola, come se fosse dentro la stanza in cui siete. Ripetete l'esperimento con un orologio, una campana, il battere di  un  martello, con suoni stridenti o sibili, il rumore del tuono o del vento, le tonalità e i timbri dei diversi strumenti musicali. Come piacevole variante, potete allenarvi con la vostra canzone preferita, con tanto di accompagnamento orchestrale completo. Anche in quest’esercizio la meta da raggiungere sono almeno cinque minuti continui di concentrazione senza subire interferenze. Segnate sul diario i progressi.
STAY POSITIVE

Offline Metallaro1991

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 98
Re:L'allenamento alla meditazione
« Risposta #25 il: Marzo 04, 2013, 07:39:09 am »
Ecco qua un altro esercizio :)

ALTRE SENSAZIONI
L'attenzione guidata a livello sensoriale è molto importante: concentratevi  su  una sensazione. Vi dovrà sembrare pienamente reale: caldo, freddo, pesantezza, leggerezza, fame, sete, stanchezza, per i soliti cinque minuti, con segnalazione sul diario magico.
STAY POSITIVE

Offline Metallaro1991

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 98
Re:L'allenamento alla meditazione
« Risposta #26 il: Marzo 11, 2013, 07:29:53 am »
Questa settimana non vi proporrò un esercizio, ma ben due :)

COME CONCENTRARSI SULL'ODORE
Concentrazione sull'odorato: provate a fermare l'attenzione psichica su profumi intensi come quello di rosa, lillà, caprifoglio e poi passate a odori sgradevoli. Insistete per cinque minuti annotando i miglioramenti.

COME CONCENTRARSI SUL GUSTO
Concentrazione sul gusto: provate a fermare la mente per cinque minuti sulla sensazione di un gusto dolce. Ripetete la prova per un sapore amaro, salato e acido, poi passate agli aromi speziati . Al solito, non scordate di trascrivere sul diario magico ogni progresso. Eccoci a un'altra tappa: prima di procedere con gli altri esercizi siate padroni di quelli suggeriti fino a ora.
STAY POSITIVE

Offline Metallaro1991

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 98
Re:L'allenamento alla meditazione
« Risposta #27 il: Marzo 18, 2013, 07:39:34 am »
Ecco il prossimo esercizio.

COME CORREGGERSI
Tornate all'elenco dei pregi e difetti che vi ho consigliato di stendere qualche pagina fa, e che, ovviamente, non dovete dimenticarvi di aggiornare in continuazione. Consideratelo con attenzione e guardate se ci sono alcuni elementi che sembrano prevalere. Con l'aiuto dell'autosuggestione, così come indicata nei punti già
visti, cercate di impegnarvi se non proprio a eliminare, per lo meno a correggere i vostri aspetti negativi, tentando di ottenere una miscela più equilibrata dei vari aspetti che concorrono a definire la vostra personalità. Una raccomandazione: procedete in quest’esercizio con la massima lealtà e onestà.



Il prossimo esercizio verrà postato fra un mese, in modo che tutti possano avere il tempo di consolidare gli esercizi già proposti.
STAY POSITIVE

Offline folletto

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 1322
  • Re dei Folletti
Re:L'allenamento alla meditazione
« Risposta #28 il: Marzo 30, 2013, 06:16:06 pm »
bravo metallaro!  disciplina nella pratica e sale il sale nella zucca!    8)
muovi passi di piombo tu che qui ti addentri,tra fate e folletti.
https://faerieitalia.wordpress.com

Offline Metallaro1991

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 98
Re:L'allenamento alla meditazione
« Risposta #29 il: Aprile 22, 2013, 12:24:09 pm »
Ecco qui il prossimo esercizio proposto. All'interno di questo esercizio è contenuta una parte di ritualistica...quindi se non è adatto a questo cerchio chiedo ai moderatori di spostarlo nel secondo cerchio. Grazie.


COME COSTRUIRE E USARE UN TEMPIO ASTRALE
Questa importante operazione richiede all'inizio la disponibilità di almeno mezz'ora di tempo. Trovatevi un posto indisturbato e quieto, ottimale la vostra silenziosa stanza da letto. Prima di dare il via all'esercizio, tracciate con la spada o con il coltello magico personale (muovendovi nel senso del moto solare) un Triplice Cerchio Magico nel luogo dell'esperimento, e sistemate una candela incorrispondenza dei quattro punti cardinali. Levato verso il cielo il coltello o la spada in segno di saluto, recitate la seguente invocazione:
Nel nome della graziosa Dea
possa ciò che sta racchiuso in questo Cerchio
restare intatto e sicuro
sotto la sua potente protezione
fino a quando non me ne andrò.
Fate il Segno del Pentacolo, coricatevi, chiudete gli occhi e immaginate di stare estroflettendo il vostro corpo
astrale dalla ghiandola pineale sulla sommità della testa. Provate a vedervi vicino al vostro corpo in riposo.
Volgetevi a oriente e proiettate con l'immaginazione sulla parete della stanza un portale di foggia arcaica.
Sempre immaginando, procedete verso la soglia, aprite la porta e spingetevi oltre. Quella che sta al di là può
essere una terra desolata e remota dove vi ri trovate solo, oppure un posto che vi è pienamente congeniale,
come, per esempio, una spiaggia, una montagna, una pianura, una fitta foresta o altro ancora. A questo punto voltatevi e date un'occhiata al portale appena oltrepassato. Prendete nota di come si presenta: se è scavato nella roccia, se fa parte di un antico muro o altro ancora. Verificate anche come siete vestiti, se la vostra
immaginazione vi ha lasciati liberi e nudi oppure se ha preferito farvi indossare abiti  più o meno elaborati. Sempre ricordando di non perdere mai la forma e la consapevolezza umana, procedete lentamente, un passo
alla volta.
Ora le possibilità possono essere diverse. Vi potrà piacere, per esempio, immaginare che proprio nei pressi del portale si trovi un antico tempio, pronto ad accogliervi. Se la fantasia è questa, ebbene, non occorrerà molto per plasmare alle vostre esigenze la situazione. Viceversa, potreste invece fantasticare di essere una specie di semidio, capace di spezzare e modellare la roccia in blocchi utili alla realizzazione di un cumulo di pietre o di una piccola cappella. Insomma, sta a voi tessere le trame preferite dalla vostra immaginazione. In tutti i casi, l'altare del tempio dovrà essere radioso e ricevere luce. Definite, con la vostra ormai acquisita capacità di suggestione fantastica, ogni cosa nei minimi dettagli.
Finita questa prima fase dell'esperimento, vedetevi di fronte all'altare, intenti a consacrare il tempio alla Dea, secondo un rituale da voi inventato, ma comunque suggerito dal cuore e dall'emozione del momento. A questo punto la consacrazione è avvenuta. Lasciate con passo meditato e lento il tempio, rivarcate la soglia e
fate ritorno nella vostra stanza da letto o nella stanza da dove avete innescato questa singolare esercitazione. Con calma, rientrate nel corpo, esattamente da dove ne siete usciti, vale a dire dalla sommità del capo.
Alzatevi  –questa volta con il corpo fisico– e con spada o coltello spezzate il cerchio ringraziando la Signora per la sua protezione.
Una volta costruito, potrete frequentare a piacere il vostro personalissimo tempio magico astrale per celebrare tutti i rituali che desiderate: all'inizio, per assumere confidenza con l'operazione, lo farete ogni sera, poi almeno in occasione di ogni Luna nuova o piena.
Le prime volte è necessario compiate tutte le operazioni preparatorie che ho descritto: il cerchio di protezione, le candele accese, le invocazioni alla Dea per ottenere la sua protezione nel corso del vostro viaggio fantastico (che poi diventerà, a tutti gli effetti, astrale). Quando però vi sarete impadroniti per bene
della tecnica, questa concreta fase propedeutica la potrete saltare, limitando tutto all'interno della sfera immaginativa (astrale).
Divenuti esperti in questo esercizio, vi sarà facile, prima di addormentarvi, fare una capatina al vostro tempio magico consacrato. Nel corso dell'esperienza è fondamentale rimanere svegli e non lasciarsi scivolare nel
sonno  –cosa facilissima– per evitare di lasciare vagare senza meta il corpo astrale, con il rischio che vada incontro a dei pericoli. Per quanto viaggiare in astrale sia una sensazione piacevole e straordinariamente interessante, è sempre meglio sviluppare e mantenere una qual certa rigida disciplina di controllo , così come
si deve sempre fare, d'altro canto, in ogni operazione magica.
Quando visitate il vostro tempio astrale è meglio immaginarvi da soli. Ciò malgrado, non è da escludere possiate incontrare altre entità, ma questi ulteriori, chiamiamoli, visitatori possono essere autorizzati a presentarsi e magari anche a parlare in virtù di qualche altre iniziativa analoga alla vostra. In definitiva, non siate voi a spingerli ad accompagnarvi nella vostra esplorazione al tempio. Se proprio lo desiderate, potrete
inserire la variante di avere un compagno di viaggio in un secondo momento, quando sarete pienamente padroni di ogni cosa. Si tratta di un'esperienza assai bella e gratificante, ma occorre prudenza.



I prossimi esercizi saranno basati sugli strumenti magici...quindi lascerò qualche settimana prima di iniziare a postarli, in maniera che tutti possano prendere confidenza con questo esercizio :)
STAY POSITIVE

 

Benvenuto! Effettua l'accesso oppure registrati.
Giugno 20, 2021, 11:28:20 pm

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.

Ritrovaci su FB