*

Autore Topic: Olii essenziali  (Letto 3954 volte)

)0( skayler )0(

  • Visitatore
olii essenziali
« Risposta #45 il: Settembre 30, 2005, 03:04:58 pm »
cia cara dopo...
l'idea xo nn è mia...l'ho letta su un libro...
 :D

magia wicca storia ,riti,cerimolniei segreti delle erbe, delle rune, dei talismani e dei cristalli
di chistopher wallace

ma nn mi è piaciuto molto :bye:  

Offline butterflyS

  • -
  • **
  • Post: 500
    • http://candra.splinder.com
olii essenziali
« Risposta #46 il: Ottobre 02, 2005, 07:53:56 pm »
aneh io ho quel libro ed ho già svolto la procedura che hai descritto e devo dire che ha funzionato!

Ps a me il libro è piaciuto abbastanza, soprattutto sotto il profilo storico


...I thought we'd be simple together... [/size]

Arya90

  • Visitatore
olii essenziali
« Risposta #47 il: Ottobre 02, 2005, 09:08:17 pm »
Io uso un olio essenziale alla menta mischiato ogni volta con erbe o fiori diversi :blush:

Offline Amber

  • -
  • **
  • Post: 1915
olii essenziali
« Risposta #48 il: Novembre 13, 2005, 11:24:28 am »
E' da un po' che sto preparando gli oli essenziali con il metodo della macerazione nell'olio d'oliva descritto anche sopra, mi è sembrato pratico anche se credo si tratti in realtà di un surrogato, quello che si ottiene non è l'olio essenziale delle determinate erbe usate, ma semplicemente un olio d'oliva profumato, tipo olio al rosmarino, olio al basilico ecc. che può servire allo scopo lo stesso, ma mi viene il dubbio, stando così le cose quando uso un olio essenziale di questo o quello alla fine non è sempre olio d'oliva con le sue proprietà a prevalere?

Stamattina ho messo nel diffusore un po' di quello di rosmarino, ho messo più olio che acqua perché volevo un effetto più intenso, risultato: la stanza profumava di patatine fritte :)

Con il metodo dell'alcool descritto sopra da Nihal, che credo sia molto più efficace per estrarre essenze, lo so perché sono pratica di liquori fatti in casa, bisogna poi lasciare evaporare l'alcool per ottenere solo l'olio essenziale della pianta?

Spero che qualcuno sappia aiutarmi...

ah, dimenticavo, soluzione "vai in erboristeriae copra un'olio esenziale già pronto" non mi alletta, primo perché ho tante piante officinali a disposizione e poi l'ulima volta che ho letto gli ingredienti sull'etichetta di un olio essenziale di lavanda preso in farmacia, tutto diceva di contenere tranne la lavanda!
« Ultima modifica: Novembre 13, 2005, 11:28:14 am di Amber »
...whichever way you decide, be sure of one thing. You have a right to be a pagan if you want to be.
Doreen Valiente

Offline Angelicus.

  • -
  • **
  • Post: 974
    • Erdine di Esmeraldo
olii essenziali
« Risposta #49 il: Novembre 13, 2005, 03:21:46 pm »

Esistono diversi modi per ottenere gli "oli essenziali"...partendo dal presupposto che non sempre si tratta effettivamente di oli, inquanto il nome indica unicamente tutte quelle sostanze contenute all'interno della pianta e che conservano le caratteristiche della stessa.

Anzitutto, per rispondere ad Amber, quel metodo con l'olio d'oliva effettvamente non ha nulla a che vedere con ciò che normalmente si intende per "olio essenziale"...e forse al posto dell'olio d'oliva è meglio usare olio di mandorle (ha un odore più delicato)!

Il metodo più semplice è sicuramente quello che ha suggerito Nihal, si usa solitamente alcool al 95% (io ho sempre usato quello del supermercato, purchè sia alcool puro e non con aggiunta di insaporienti o coloranti)!
Questo tipo di preparazione (seguendo le procedure indicate de Nihal) permette di ottenere quelli che vengono definiti "ALCOLATI"
I processi estrattivi vengono condotti sulle droghe opportunamente polverizzate e l'entità di questa polverizzazione, che riesce migliore se le droghe sono dure, può variare l'efficacia dell'estrazione. In particolare, la polverizzazione, ossia la riduzione allo stato secco, serve anche ad eliminare l'attività di certi enzimi che, in presenza dell'acqua contenuta nella droga, potrebbero deteriorare il principio attivo...e la si consiglia sopratutto per le erbe come radici o corteccia...

I prodotti che compriamo nei negozi specializzati, sono invece il risultato di una particolare estrazione chamata "distillazione a corrente di vapore". E' una tecnica molto difficile e che richiede l'utilizzo di una particolare attrezzatura che non si riesce a fabbricare in casa, poichè potrebbe esplodere se non realizzata ad arte! quindi non cerate assolutamente di riprodurla! vi metto qui di seguito lo schema unicamente perchè sappiate come si ottiene e come funziona, ma vui sconsiglio di provarci a riprodurla! io ci provai e quasi ci rimasi...;)Il prodotto ottenuto è chiamato "IDROALCOLATO".
 Prima di iniziare la pianta viene solitamente finemente triturata, così da agevolarne la fuoriuscita di estratti...a meno che, come nella menta e nell'ortica, le sostanze da estrarre non si trovino su peli ghiandolari superficiali!

L’apparecchio distillatore (v. fig. sotto) deve essere chiuso ermeticamente per non far fuoriuscire i vapori ed è collegato, mediante un raccordo, con un refrigerante raffreddato ad acqua per la condensazione dei vapori. L’acqua, riscaldata, evapora ed attraversa le parti della pianta provocando l’evaporazione dei princìpi attivi volatili; i vapori attraversano il refrigerante, condensano e vengono infine raccolti in un recipiente dove si separano dall’acqua per il differente peso specifico.

Qui di seguito riporto lo schema dello strumento usato (schema molto molto molto semplificato):



i punti salienti di questa distillazione sono i seguenti:

1) le parti della pianta fresca o essiccata sono messe in un contenitore chiuso ermeticamente;
2) il vapore in pressione è introdotto nella parte inferiore del contenitore e passa attraverso le parti vegetali per vaporizzare gli oli volatili in esse contenute;
3) la miscela di vapore e olio vaporizzato passa attraverso un condensatore;
4) gli oli essenziali sono estratti dall'acqua aromatizzata alla superficie del separatore mentre l'idrolato viene raccolto nella parte inferiore.

Ecco quindi che il prodotto viene messo in bottigliette e venduto a caro prezzo! ;)

Spero di essere stato abbastanza chiaro...è una procedura difficile da spiegare chiaramente...si capisce meglio guardandola! Spero anche che sia chiaro ora il motivo per cui Nihal vi ha giustamente detto che non è una cosa facilmente fattibile e che è più facile andare in erboristeria!
Questo macchinario costa veramente molto... e se realizzato male ci si può fare molto male! ;)

Alla prossima

Angelicus.
 

Offline Amber

  • -
  • **
  • Post: 1915
olii essenziali
« Risposta #50 il: Novembre 13, 2005, 06:17:07 pm »
grazie angelicus, ma gli alcolati possono essere usati così o bisogna far evaporare l'alcool?

be' con un po' di pratica e di buon senso riuscirò a trovare il metodo più efficace e adatto per me...
...whichever way you decide, be sure of one thing. You have a right to be a pagan if you want to be.
Doreen Valiente

Offline Angelicus.

  • -
  • **
  • Post: 974
    • Erdine di Esmeraldo
olii essenziali
« Risposta #51 il: Novembre 13, 2005, 06:26:58 pm »

Puoi usarli anche così...ricordandoti che sono sostanze altamente infiammabili (essendo a base di alcool al 95%)...quindi attenzione a come le usi!

Inoltre i preparati alcolati vanno maneggiati con cura, inquanto se hai ferite sulle mani bruciano non poco  ;) ...

Puoi anche provare a diluire l'alcolato in modo da abbassare la gradazione alcolica! Se l'erba che hai usato ha un odore molto intenso (come anice, camomilla, lavanda) allora l'odore finale è molto simile...in caso usi erbe con odore poco intenso allora , diluendo troppo, rischi che non sanno quasi più di nulla!

Se usi le tinture nei bruciaincense, allora lasciale pure ad alta concentrazione alcolica...mentre se le usi per i rituali e le candele allora ti conviene fare un olio (usando l'olio di mandorle come base) o diluire la soluzione alcolata...del tipo 1 parte di soluzione e 5 di acqua!

Angelicus.

Offline Amber

  • -
  • **
  • Post: 1915
olii essenziali
« Risposta #52 il: Novembre 13, 2005, 06:34:44 pm »
ok  ;)  
...whichever way you decide, be sure of one thing. You have a right to be a pagan if you want to be.
Doreen Valiente

Andariel

  • Visitatore
olii essenziali
« Risposta #53 il: Novembre 17, 2005, 10:00:02 pm »
eh si, in effetti tocca fare attenzione...una volta avevo bagnato una candela nell'olio essenziale che avevo nel diffusore e quella dopo un pò che era accesa si era messa a scoppiettare come una stella filante...non ho più avuto il coraggio di accenderla, dopo!!!  :P  

Offline Amber

  • -
  • **
  • Post: 1915
olii essenziali
« Risposta #54 il: Novembre 17, 2005, 11:21:44 pm »
e mischiare gli alcolati con l'olio di mandorle?
...whichever way you decide, be sure of one thing. You have a right to be a pagan if you want to be.
Doreen Valiente

Offline Angelicus.

  • -
  • **
  • Post: 974
    • Erdine di Esmeraldo
olii essenziali
« Risposta #55 il: Novembre 18, 2005, 10:43:48 am »


Nessun problema...si può fare tranquillamente!

L'olio di mandorle è un ottimo olio vettore (olio base per svariatefunzioni)...quindi è perfetto! Inoltre ha un tenue odore che così non copre e non denatura troppo l'odore dell' alcolato...

Quindi certo, si può benissimo fare...

Angelicus.

Offline sarabanda

  • -
  • **
  • Post: 506
Re: Olii essenziali
« Risposta #56 il: Ottobre 09, 2010, 11:56:09 pm »
questo è il miglior sito che ho trovato finora per l'utilizzo degli olii essenziali:


http://info-oil.net/_dynaPage/index.asp?pageID=40
quando il tuo arco è rotto e le frecce sono finite, allora tira, tira con tutto il tuo cuore

aforisma zen

Offline VeroEagle

  • Utenti Normali con presentazione
  • -
  • **
  • Post: 44
  • Pacifica orsa
Re:Olii essenziali
« Risposta #57 il: Ottobre 12, 2011, 06:20:33 pm »
Curiosità, si possono creare olii essenziali in casa? Qualcuno di voi li realizza, o si possono solo acquistare in erboristeria?

Grazie per le future risposte!
Rilassati e ascolta la voce della Terra che ti sussurra.

Offline Cordelo di Quart

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 1496
  • The best (la bestia...)
Re:Olii essenziali
« Risposta #58 il: Ottobre 12, 2011, 06:46:40 pm »
Ovviamente si.
E' facile e consigliabile? Uhmmm no, almeno per gli usi terapeutici e cosmetici.
Mentre per la profumazione e disinfezione degli ambienti, gli usi rituali etc, cum grano salis si può fare parecchio...
La spagiria, una branca dell'alchimia, insegna fra l'altro le tecniche di distillazione dei semplici.
Ieri è storia, domani un mistero, oggi un dono.
Ecco perchè lo chiamiamo presente.

Offline VeroEagle

  • Utenti Normali con presentazione
  • -
  • **
  • Post: 44
  • Pacifica orsa
Re:Olii essenziali
« Risposta #59 il: Ottobre 12, 2011, 07:03:23 pm »
Si infatti a me interesserebbe principalmente per i rituali e le profumazioni...E il procedimento sarebbe quello di mettere le erbe fresche nell'olio di mandorle e lasciarlo a riposare per diversi giorni, per poi filtrare?
Perchè vorrei provare ma vorrei essere sicura di un minimo di procedimento ;D eheheh...perchè mi domandavo anche se fosse possibile farli manualmente per ogni pianta/erba.
Rilassati e ascolta la voce della Terra che ti sussurra.

 

Benvenuto! Effettua l'accesso oppure registrati.
Settembre 26, 2021, 05:40:05 am

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.

Ritrovaci su FB