*

Autore Topic: STORIA DELLA WICCA  (Letto 7390 volte)

Offline nierne

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 136
Re: Storia della wicca
« Risposta #45 il: Ottobre 15, 2009, 06:07:41 pm »
comunque vento sbagli quando dici che nel '18 non si mandavano a scuola le femmine.

io abito in sicilia, nota per il non progresso, eppure mia nonna (che è morta a 86 anni 4 anni fa) aveva fatto fino alla terza elementare (anche perchè mi raccontava che era già scuola dell'obbligo) e sapeva leggere e scrivere, ok, non benissimo ma se la cavava.

e mio nonno, che oggi avrebbe 101 anni, anche lui sapeva leggere e scrivere

Tempesta

  • Visitatore
Re: Storia della wicca
« Risposta #46 il: Ottobre 15, 2009, 06:08:40 pm »
Che piu' che ricordare il telefilm streghe mi ricorda i libri della Tiernan...

Offline Altair

  • -
  • **
  • Post: 289
  • niente è reale...tutto è lecito...
Re: Storia della wicca
« Risposta #47 il: Ottobre 15, 2009, 06:11:32 pm »
Già una scrittrice americana=) google insegna...
grazie comunque della delucidazione tempesta

Offline Lady_Butterfly

  • -
  • **
  • Post: 145
  • Xke tutto è possibile quando ci credi...
Re: Storia della wicca
« Risposta #48 il: Ottobre 15, 2009, 06:13:21 pm »
Ecco, io sono stata iniziata con un rituale wiccan, questo lo so per certo. Non so cosa sia una "fam-trad" scusatemi...
Credo che per essere wiccan, non serva per forza una coven conosciuta e ritenuta di alti livelli; si è vero, noi facciamo tutto a livello di parentela... ma da quando c'è mia mamma a questa parte.. abbiamo appreso molte cose anche dai libri di wicca, aggiungendole e intersecandole con le nostre conoscenze precedenti.
Shaya, a mio livello conoscitivo posso dirti che una wiccan è tale quando si sente tale.. rituale o meno di iniziazione. Non lo dico solo io, ma lo pensa anche Raymond Buckland e a dirti la verità, non mi sento meno di nessuno solo perchè magari non faccio davvero parte di una congrega coi fiocchi. Mi sento di dirlo perchè se non lo facessi sminuirei la mia famiglia.
Ad ogni modo, noi non usiamo ls maggiore età.. ma i 15 anni, un'età dove inizi già a capire le cose. Nel "BOS" o chiamatelo come preferite, della mia ava, c'era scritto che questo traguardo nelle donne avveniva quando avevano il loro primo ciclo... alla luna dopo le iniziavano e nei maschi sempre a 15 anni.

E comunque Shaya, quale sarebbe il cammino BEN PRECISO della wicca se essa stessa vien definita una relione molto vasta, aperta e di varie visioni?


Siate Benedetti


Sbattono ali nel silenzio,
crepita il ceppo nel focolare,
scroscia la pioggia... serena
e in Terra... la Terra è sempre calda e viva.

Sei tu,
consapevole,
che attorno a te..
.. il Mondo è pronto per coglierti a braccia aperte.

Ogni cosa ti ama...
e tu ami ogni cosa.

Tempesta

  • Visitatore
Re: Storia della wicca
« Risposta #49 il: Ottobre 15, 2009, 06:13:50 pm »
Nierne non è che non si mandavano, ma di base se si doveva scegliere, si preferiva mandare a scuola gli uomini...

Offline Altair

  • -
  • **
  • Post: 289
  • niente è reale...tutto è lecito...
Re: Storia della wicca
« Risposta #50 il: Ottobre 15, 2009, 06:18:02 pm »
Nierne non è che non si mandavano, ma di base se si doveva scegliere, si preferiva mandare a scuola gli uomini...

ciò a dimostrazione di quando l'umanità abbia sempre sottovalutato le donne: scusate ma quando si parla di educazione sono un femminista convinto :biggrin2:

Offline ferfild

  • -
  • **
  • Post: 72
Re: Storia della wicca
« Risposta #51 il: Ottobre 15, 2009, 06:20:07 pm »
come dice la Raven Walf ......"fam trad"=streghe da generazioni per tradizione familiare

Offline Lady_Butterfly

  • -
  • **
  • Post: 145
  • Xke tutto è possibile quando ci credi...
Re: Storia della wicca
« Risposta #52 il: Ottobre 15, 2009, 06:22:47 pm »

LB, in COSA esattamente le tue pratiche familiari assomigliano alla Wicca? Se puoi e vuoi rispondere, ovvio...


Faciamo rituali per i sabba e gli esbat, crediamo nella Dea, che per noi è la Dea Madre, e il Dio, che è il Dio Cornuto. Facciamo rituali su diverse cose, iniziazione wiccan, pratiche con le erbe... non so.. chiedimi pure e io ti dirò quello che vuoi  :smile:

Ps. Ferfild grazie per la delucidazione

Siate Benedetti


Sbattono ali nel silenzio,
crepita il ceppo nel focolare,
scroscia la pioggia... serena
e in Terra... la Terra è sempre calda e viva.

Sei tu,
consapevole,
che attorno a te..
.. il Mondo è pronto per coglierti a braccia aperte.

Ogni cosa ti ama...
e tu ami ogni cosa.

Offline ferfild

  • -
  • **
  • Post: 72
Re: Storia della wicca
« Risposta #53 il: Ottobre 15, 2009, 06:29:51 pm »
 ;)

Offline nierne

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 136
Re: Storia della wicca
« Risposta #54 il: Ottobre 15, 2009, 06:41:45 pm »
Nierne non è che non si mandavano, ma di base se si doveva scegliere, si preferiva mandare a scuola gli uomini...

forse...non sono pienamente d'accordo, sai..

di mia nonna erano 9 figli, tutti sono stati a scuola bene o male, una stava addirittura per diventare suora (e si sa che all'epoca era il massimo dell'istruzione per una donna)

Offline Lady_Butterfly

  • -
  • **
  • Post: 145
  • Xke tutto è possibile quando ci credi...
Re: Storia della wicca
« Risposta #55 il: Ottobre 15, 2009, 06:52:46 pm »
Si si è vero.. la mia bis nonna.. è la dodicesima.. O.O tremendo se ci penso... però 3 delle sue sorelle.. son diventate suore.
A quel tempo la si pensava così.


Sbattono ali nel silenzio,
crepita il ceppo nel focolare,
scroscia la pioggia... serena
e in Terra... la Terra è sempre calda e viva.

Sei tu,
consapevole,
che attorno a te..
.. il Mondo è pronto per coglierti a braccia aperte.

Ogni cosa ti ama...
e tu ami ogni cosa.

Offline Shaya

  • -
  • **
  • Post: 1505
  • Sono vecchia. Ma mi piace
Re: Storia della wicca
« Risposta #56 il: Ottobre 15, 2009, 07:50:14 pm »
Allora, chiariamo alcuni concetti.

Il paganesimo negli anni 50 qui in Italia non esisteva.

Le cosidette Guaritrici di campagna erano donne esperte in alcune arti, ma di religione cristiana.

Quando il paganesimo e poi successivamente la Wicca hanno iniziato a diffondersi da noi, eravamo circa verso gli anni 80 e tutto il materiale era importato dagli Stati Uniti.

Ora l'unica tradizione wiccan che prevede l'autoiniziazione è la Seax Wicca, di cui non mi risultano esponenti attivi in Italia.

Per cui se tua madre è iniziata alla Wicca, LadyB, sicuramente non è stata iniziata da tua nonna.

Se è stata iniziata alla Wicca o è accaduto tramite la conoscenza di una coven (di cui dubito dato che all'epoca erano ben nascoste) o da parte della Divinità.

La stessa Valiente afferma che è possibile l'autoconsacrazione alla divinità e che ciò è valida per il percorso; ma per poterla effettuare non basta aver letto un due cose e vantare lignaggio stregonesco, ma bisogna essercisi dedicati per anni.

Altra cosa che non sopporto sono quelli che affermano di praticare dalla nascita..... Non esiste questo concetto, perchè la pratica è connessa alla volontà ed alla determinazione, cose che da neonati nessuno possiede.

Per cui perdonami se non mi riesce credibile la storia della tua famiglia stregonesca... C'è una falla in questo sistema.

Che la tua famiglia pratichi lo posso anche riconoscere, ma che siano tutti Wiccan... Mi spiace, no, non lo ritengo possibile.

La Wicca è una religione aperta? Dipende. Di certo non è una religione che prevede che chiunque, solo perchè se l'è messo in testa, possa definirsi tale.

Anche se il concetto non piace, esistono delle ritualità e soprattutto nelle coven organizzate delle regole.

Che poi a casa vostra si ritualizzi quello è un altro fatto. Ed è una cosa bellissima.
Ma perfavore evitiamo di fare confusione che nel panorama italiano ce n'è già abbastanza.

Offline Lady_Butterfly

  • -
  • **
  • Post: 145
  • Xke tutto è possibile quando ci credi...
Re: Storia della wicca
« Risposta #57 il: Ottobre 15, 2009, 08:29:13 pm »
Allora.. adesso cercherò di piegarmi come meglio posso:

punto 1- non credo che tutte le mie antenate fossero wiccan, quindi non siamo tutti wiccan ma credo che le più antiche siano semplicemente state streghe

punto 2- i miei nonni sono italiani ma ad esempio la mia bis nonna è francese, quindi non credo che tutto ciò che abbiamo appreso in anni e anni.. derivi proprio da radici italiane (ho anche 1 zio nero)

punto 3 - chi ti ha detto che la mia nonna o comunque qualche mio altro parente prima di lei non si sia informato a dovere per poi autoconsacrarsi da solo? Da li sarebbe nata la prima wiccan... e poi, via dicendo, avrebbe iniziato gli altri di noi formando una congrega

punto 4 - io sono nata in una famiglia dove si pratica la magia.. e mi viene spontaneo dire che la pratico dalla nascita... ma è sottointeso e naturale che è un concetto lato che si usa in maniera astratta per figuare comunque qualcuno che l'ha iniziata ad usare agli albori della sua vita

punto 5 - non può definirsi una congrega solo un gruppo di persone che hanno a capo una persona importante e riconosciuta.... a capo della mia congrega c'è mia nonna... non la conosce nessuno, a parte chi abita qui e i nostri parenti.. ma è comunque a capo della nostra congrega... magari non avrà scritto libri, per cui vien riconosciuta Wiccan Onoris... ma lo è.. perchè lo è dentro... ed è quello che conta..perchè la fede non colpisce solo degli "eletti"

punto 6 - ognuno ha la visione della wicca come meglio crede. Chi sei tu per poter dire agli altri come devono comportarsi per essere Wiccan? O magari un libro per poter essere veramente Wiccan? E non vuol dire esserselo messo in testa... vuol dire solo avercelo dentro di se. Sono varie le sfaccettature della Wicca... tante correnti.. tanti vuoti di tempo... la storia è complessa.. non si sa mai realmente quello che è successo... a meno che non si è la Dea.. e allora si sa tutto.

Io la penso così... e comunque.. sono su questo sito per poter apprendere maggiormente... non per riversare in terra tutte le credenze della mia famiglia.. perchè vallo a spiegare tu... a persone che ci hanno vissuto una vita nella convinzione che non sono wiccan

Siate Benedetti Tutti


Sbattono ali nel silenzio,
crepita il ceppo nel focolare,
scroscia la pioggia... serena
e in Terra... la Terra è sempre calda e viva.

Sei tu,
consapevole,
che attorno a te..
.. il Mondo è pronto per coglierti a braccia aperte.

Ogni cosa ti ama...
e tu ami ogni cosa.

Offline Altair

  • -
  • **
  • Post: 289
  • niente è reale...tutto è lecito...
Re: Storia della wicca
« Risposta #58 il: Ottobre 15, 2009, 08:35:46 pm »
LB sono d'accordo...nessuno può dirti chi sei.

Offline daniel genova

  • -
  • **
  • Post: 220
Re: Storia della wicca
« Risposta #59 il: Ottobre 15, 2009, 09:00:04 pm »
si...hai ragione lb, chi può dire chi è e chi non è wiccan?
Esistono delle regole aproposito o la wicca segue semplicemente i consigli della rede?
Sapete perchè amo tale religione, perchè non ci sono comandamenti da seguire, perchè ogni wiccan può fare ciò che vuole, personalizzando il tutto per il proprio percorso.
Magari i suoi Avi non erano Wiccan, ma quelli venuti dopo hanno abbracciato tale religione magari seguendo le novità e i tempi che cambiano.
E poi a me non intaressa se i suoi erano wiccan oppure no, non penso che lei abbia chiesto pareri o aiuto a prposito..
 è il mio pensiero sicuramente sbaglio
by
   danno
Questo è il soprannome che mi hanno dato, ora capite il perchè???

 

Benvenuto! Effettua l'accesso oppure registrati.
Giugno 12, 2021, 10:14:37 pm

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.

Ritrovaci su FB