*

Autore Topic: STORIA DELLA WICCA  (Letto 7530 volte)

Offline Lady_Butterfly

  • -
  • **
  • Post: 145
  • Xke tutto è possibile quando ci credi...
Re: Storia della wicca
« Risposta #75 il: Ottobre 16, 2009, 12:54:08 am »
 :smile: no Vento, non ti preoccupare, non mi arrabbio.. mi agito perchè sono cose che non mi piace sentire.
Sarò una bambina piccola a dire che mi chiuderei le orecchie ma purtroppo è così.
Io abito in una cittadella che vien conosciuta solo per le discoteche e per la passione smodata di alcolizzarsi da giovani per finire ballando su cubi e perdendo la verginità facilmente... purtroppo per cause mie, non ho modo di andare in giro per l'italia alla ricerca di convegni dove possa chiedere un'iniziazione "autorizzata" e oltertutto sono timida.. davvero molto timida... che per dare il mio primo bacio.. c'ho messo 21 anni per trovar qualcuno che mi volesse  :biggrin2: e 3 mesi di fidanzamento prima di aver il coraggio necessario  :happy: che testolina che ho.
Pertanto voi dite che siamo streghe?!?!... nonostante sia mia madre che mia nonna che io abbiamo ricevuto iniziazioni wiccan...  :dunno: non so più che pensare. Se lo sapesse mia nonna gli verrebbe un colpo sul momento.. non so.

A questo punto credo di aver comunque le basi per poter diventare una wiccan anche se non mi arrenderò mai dal dire che in cuor mio mi sento già tale.. uff...  :chair:

Non so come affrontare la cosa ad esser sincera.

Ps. scusate la gaffe su Cristo ma non ho mai studiato niente riguardo.. se non a scuola quando DOVEVO tener la bocca chiusa evitando di dire ciò che ero e che sono.. limitandomi solo a far disegni ( a scuola da noi vien molto tralasciato il lato religioso)


Sbattono ali nel silenzio,
crepita il ceppo nel focolare,
scroscia la pioggia... serena
e in Terra... la Terra è sempre calda e viva.

Sei tu,
consapevole,
che attorno a te..
.. il Mondo è pronto per coglierti a braccia aperte.

Ogni cosa ti ama...
e tu ami ogni cosa.

Offline Vanth

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 1967
  • L' Orco Cattivo
    • http://www.paganpride.it
Re: Storia della wicca
« Risposta #76 il: Ottobre 16, 2009, 01:13:59 am »
Ribadiamo alcuni concetti fondamentali che è sempre bene:
  • La Wicca, come ogni altro percorso esoterico, per definizione non è per tutti
  • Non esiste l' autoiniziazione. Al più l' autoconsacrazione, che è un film del tutto diverso
  • Le regole esistono eccome. Anzi, le regole sono fondamentali. Senza regole non si è più liberi, ma il contrario
  • Non basta che io mi senta o mi dichiari qualcosa perché ciò sia automaticamente vero. Per tutti quelli che non ne sono convinti, da questo momento io sono Imperatore della Cina
Vanth
"...there are more things in heaven and earth, Horatio, than are dreamt of in thyne philosophy..."

Vento Notturno

  • Visitatore
Re: Storia della wicca
« Risposta #77 il: Ottobre 16, 2009, 01:37:27 am »
Ma guarda che la questione FB è proprio questa... nel senso che dal mio punto di vista non è necessaria un'iniziazione ad hoc per fare un wiccan. E su questo sono in disaccordo con alcune persone e tradizioni.
Ecco perché continuo a dirti che mi travisi. Ciò non toglie che se si riceve un'iniziazione wiccan perché sia chiamata tale deve essere fatta da una congrega wiccan che rispetta i dogmi di una tradizione e bisogna seguire un iter particolare, diverso per ogni tradizione.
Altrimenti semplicemente non è un'iniziazione wiccan... ma un'iniziazione a qualcosa d'altro, nel tuo caso una congrega familiare di streghe che seguono una tradizione non ben precisata... e questo ripeto... non ti rende meno di nessun altro. Poi puoi diventare wiccan o magari esserlo perché hai seguito il sentiero esoterico o lo stai seguendo... che ne so... ma non è stata l'iniziazione a renderti tale.

Offline Lady_Butterfly

  • -
  • **
  • Post: 145
  • Xke tutto è possibile quando ci credi...
Re: Storia della wicca
« Risposta #78 il: Ottobre 16, 2009, 01:45:58 am »
Vanth... ma hai letto tutto quanto?  :glare:

Comunque Vento a questo punto lascia che ti dica che sono piuttosto confusa riguardo...  :'(


Sbattono ali nel silenzio,
crepita il ceppo nel focolare,
scroscia la pioggia... serena
e in Terra... la Terra è sempre calda e viva.

Sei tu,
consapevole,
che attorno a te..
.. il Mondo è pronto per coglierti a braccia aperte.

Ogni cosa ti ama...
e tu ami ogni cosa.

Vento Notturno

  • Visitatore
Re: Storia della wicca
« Risposta #79 il: Ottobre 16, 2009, 02:03:48 am »
Dunque... chiariamo in pace ed armonia.
La wicca è stata fondata da Gardner. Lui ha stabilito le basi della ritualistica ecc... e oltre ad altre cose, su questo particolare frangente lui ha detto che solo un wiccan fa un wiccan.
Quindi secondo Gardner per essere wiccan devi essere iniziato da un wiccan iniziato e via a scalare partendo da lui che è stato il primo wiccan (iniziato da una strega non wiccan).
Da lui sono partiti altri iniziati... ma qui siamo già nel 1960, età in cui tua nonna era già iniziata, mi sembra di aver capito. Quindi si evince che quando è stata iniziata tua nonna la wicca non esisteva, perciò non poteva essere iniziata wiccan.
Nel corso del tempo la filosofia wiccan si è evoluta fino ai giorni nostri, perdendo un po' della rigidità della tradizione gardneriana e sono nate altre tradizioni... la xandriana, la seax e a cascata altre ancora...
Adesso che la wicca è in piena diffusione è più "facile" essere iniziati ufficialmente da una tradizione di quanto non lo fosse all'epoca di Gardner, ma non per questo il sentiero wiccan non deve essere percorso come si deve... un po' si è perso il reale bisogno di iniziarsi, almeno dal mio punto di vista.
Ciò non toglie che la wicca rimane un sentiero iniziatico ed esoterico di scoperta e saggezza e spiritualità che va intrapreso, percorso per raggiungere ad un dato momento di morte/rinascita che è poi il diventare wiccan.
In tutto questo vedi... io non contesto che tu sia sul sentiero o che tu sia già morta/rinata... anche se non sei stata iniziata da una congrega tradizionale. Contesto che tu faccia valere l'iniziazione ricevuta dai tuoi parenti come iniziazione wiccan dal momento che in effetti non può esserlo, dato che non segue una via tradizionale e alcuni punti della vostra pratica che ci hai descritto sono anche poco affini alla pratica tradizionale wiccan.
Poi questa iniziazione può avere un gran valore per te e per la tua famiglia, e non lo metto in dubbio... ma in effetti non può essere considerata un'iniziazione wiccan perché non rispecchia i requisiti per esserlo, e questi requisiti sono stati descritti e precisati da chi la wicca l'ha fondata e da chi ha proseguito il suo lavoro. Requisiti che in un ambito di accettazione come parte della wicca non possono essere ignorati bellamente solo perché si ritiene che "tutto sia permesso" come spesso ahimé sento dire.
Per questo ti dico che secondo me seguite una via iniziatica diversa da quella wiccan, e non per questo meno degna di nota, interesse o potere misterico ed esoterico.
Poi tu... magari adesso stai seguendo una via diversa e magari adesso, stando qui con noi (qui ci sono alcuni wiccan fatti e finiti) scoprirai che la wicca è realmente diversa da quella che praticavi tu... e che magari non è come pensavi e deciderai di smettere di sentirti wiccan... o magari intraprenderai il sentiero wiccan in decisione e troverai la tua via verso la wicca... o magari scoprirai che alla fine lo stavi percorrendo... che ne so...
Però il dubbio che mi era sorto era proprio sulle date che passavi e che non coincidevano con le tempistiche di diffusione della religione wicca.

Offline Vanth

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 1967
  • L' Orco Cattivo
    • http://www.paganpride.it
Re: Storia della wicca
« Risposta #80 il: Ottobre 16, 2009, 02:20:16 am »
Vanth... ma hai letto tutto quanto?  :glare:

Con attenzione. E tu?
Vanth
"...there are more things in heaven and earth, Horatio, than are dreamt of in thyne philosophy..."

Offline Lady_Butterfly

  • -
  • **
  • Post: 145
  • Xke tutto è possibile quando ci credi...
Re: Storia della wicca
« Risposta #81 il: Ottobre 16, 2009, 02:30:15 am »
Vanth... ma hai letto tutto quanto?  :glare:

Con attenzione. E tu?

bhe certo.. mi pare ovvio dato che si sta parlando della mia famiglia...


Sbattono ali nel silenzio,
crepita il ceppo nel focolare,
scroscia la pioggia... serena
e in Terra... la Terra è sempre calda e viva.

Sei tu,
consapevole,
che attorno a te..
.. il Mondo è pronto per coglierti a braccia aperte.

Ogni cosa ti ama...
e tu ami ogni cosa.

Offline Earwen

  • -
  • **
  • Post: 511
Re: Storia della wicca
« Risposta #82 il: Ottobre 16, 2009, 09:53:39 am »
innanzi tutto voglio ringraziare vento per aver aperto questo topic perchè dalla presentazione di LB la puzza di bruciato non è arrivata solo a me ;)
grandissima shaya sempre perfetta e attenta nelle risposte ma è come dire  A CHI VUOI DARLA A BERE? e per fortuna che esistono membri come lei perchè per un nuovo utente che leggesse la presentazione di LB chissà che film si potrebbe fare

Per Vento: Io non so da quando nella mia famiglia si pratichi magia, ma so che è molto tempo.. e so anche che siamo un gruppetto piccolo che cerca di non dar nell'occhio.
fare magia non vuol dire essere wiccan..

vento ma magari lei dice wiccan e vuole dire strega, può essere?
sicuro,ma questo errore lo fanno in molti..

Citazione da: Shaya link=topic=20984.msg302712#msg302712
Il paganesimo negli anni 50 qui in Italia non esisteva.

Le cosidette Guaritrici di campagna erano donne esperte in alcune arti, ma di religione cristiana.

Altra cosa che non sopporto sono quelli che affermano di praticare dalla nascita..... Non esiste questo concetto, perchè la pratica è connessa alla volontà ed alla determinazione, cose che da neonati nessuno possiede.

Per cui perdonami se non mi riesce credibile la storia della tua famiglia stregonesca... C'è una falla in questo sistema.

Che la tua famiglia pratichi lo posso anche riconoscere, ma che siano tutti Wiccan... Mi spiace, no, non lo ritengo possibile.

Che poi a casa vostra si ritualizzi quello è un altro fatto. Ed è una cosa bellissima.
Ma perfavore evitiamo di fare confusione che nel panorama italiano ce n'è già abbastanza.

quoto appoggio shaya in questo.

Offline nierne

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 136
Re: Storia della wicca
« Risposta #83 il: Ottobre 16, 2009, 10:04:16 am »
Per Vento: Io non so da quando nella mia famiglia si pratichi magia, ma so che è molto tempo.. e so anche che siamo un gruppetto piccolo che cerca di non dar nell'occhio.
fare magia non vuol dire essere wiccan..

quoto! anche mia nonna fa magia da sempre ma non ho mai pensato che fosse wiccan... anche perchè con tutti i padrenostro e avemaria che pronuncia è un po' complicato da credere

ma forse è cristowicca! :roflmao:



ps: scherzo, non prendetemi sul serio

Offline Amber

  • -
  • **
  • Post: 1915
Re: Storia della wicca
« Risposta #84 il: Ottobre 16, 2009, 10:19:31 am »
E poi è interessante che due tue zie siano diventate suore in una famiglia di tutti wiccan da "generazioni"... boh

Cara, ma io non ho detto che le mie zie sono diventate suore.. ma semplicemente le sorelle della mia bis nonna.. e a quel tempo.. o facevi a quel modo, o comunque morivi di fare. Lo sanno tutti che il clero è sempre stato appoggiato dallo stato. E comunque hanno semplicemente deciso di distaccarsi da ciò che erano per abbracciare un'idea differente. Credo che questo possa farlo ognuno.
Si, assolutamente, ma quello che contestavo è che la famiglia dei tuoi avi era cristiana, storicamente, e non wiccan come sembravi dire dai tuoi primi post. E' solo una questione di definizioni.

Citazione
Comunque Amber, non ho mai detto che tutta la mia famiglia sia Wiccan.... infatti ho posto il fatto che probabilmente le mie ave fossero più che altro delle streghe.

Se non erro, ti sei corretta in seguito alle risposte ricevute qui.

Citazione
Ad ogni modo, a partire dalla mia bis nonna.. siamo wiccan.

Anch'io, come Vento, non contesto mica questo. Ne conosco altre di persone che non sono mai state iniziate "ufficialmente" in nessuna tradizione e sono wiccan (io stessa non ho ricevuto nessuna iniziazione formale alla wicca).
Però a questo punto direi che forse occorrerebbe un po' più di studio da parte tua se vuoi definirti wiccan. In tutti questi anni di pratica e pratica familiare forse questo è un po' mancato, e anche un po' di storia delle religioni in generale (vedi l'errore che hai fatto sul battesimo e Gesù, tra l'altro aggiungo che il Battista non battezava nel cristianesimo). Vedi,, questo è importante per capire bene chi siamo e cosa facciamo, tanto quanto la pratica. Direi che tu sei il primo caso che incontro dove c'è la pratica ma non tanto lo studio :smile:
 
Citazione
E poi Amber.. ti voglio ricordare che un tempo., le donne venivvano definite tali molto prima dei 18 anni.. anche perchè se si pensa bene.. in alcune tradizioni venivano date in mogli dai 13/14 anni in su... quindi... l'età giusta potrebbe essere 15.Oltretutto ho specificato che un tempo venivano considerate adatte ad essere iniziate, quelle che avevano avuto il primo mestruo..

Figurati io l'ho avuto a 10 anni e due mesi... Si tratta di altri contesti, e counque non di iniziazioni wiccan.
Tesoro, tu stessa dopo hai parlato di come sia stato lungo (ma assolutamente normale eh) il tuo processo di scoperta dell'amore e del sesso, e dici che a 15 anni eri già in grado di padroneggiare energenticamente e spiritualmente e ritualizzare i misteri della vita, della morte e dell'amore? Perché in questo consta un'iniziazione Wiccan e su questo in effetti tutta la Wicca è basata.

Quest'è. Un po' più di chiarezza anche mentale e intellettuale su quello che facciamo, che poi si riflette in quello che diciamo.
A propos, Vento, credo ti sia scappata erroneamente la parola "dogmi" in riferimento alle tradizioni wiccan  ;)
« Ultima modifica: Ottobre 16, 2009, 10:22:42 am di Amber »
...whichever way you decide, be sure of one thing. You have a right to be a pagan if you want to be.
Doreen Valiente

Vento Notturno

  • Visitatore
Re: Storia della wicca
« Risposta #85 il: Ottobre 16, 2009, 10:41:55 am »
No, non mi è scappata la parola. Le tradizioni wiccan hanno dogmi rituali. Gardner non ammetteva omosessuali e pretendeva la nudità rituale ad esempio...

Offline elaphe

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 1403
  • Redattore di Athame
    • www.athame.it
Re: Storia della wicca
« Risposta #86 il: Ottobre 16, 2009, 01:37:26 pm »
Vento, il praticare skyclad non è un dogma, è una modalità operativa...
Sulle "leggi" presenti nel BOS Gardneriano molto è stato scritto e detto, ma sostanzialmente nessuno ci fa caso (le opinioni di Nonno Gerald sull'omosessualità fanno parte di queste); del resto Nonno Alex era bisex.

Vento, ti correggo anche su un altro aspetto, se posso: oggi come oggi è PIU' difficile venire iniziati in una congrega tradizionale rispetto agli anni '60 e '70, quando il fine era proprio di diffondere questa Via.
Citazione
padroneggiare energenticamente e spiritualmente e ritualizzare i misteri della vita, della morte e dell'amore? Perché in questo consta un'iniziazione Wiccan e su questo in effetti tutta la Wicca è basata.

Quest'è. Un po' più di chiarezza anche mentale e intellettuale su quello che facciamo, che poi si riflette in quello che diciamo.
Ottima sintesi, Amber...  ;)

Baci.

E.
The weird sisters, hand in hand,
Posters of the sea and land,
Thus do go about, about:
Thrice to thine and thrice to mine
And thrice again, to make up nine.
Peace! the charm's wound up.

Offline Lady_Butterfly

  • -
  • **
  • Post: 145
  • Xke tutto è possibile quando ci credi...
Re: Storia della wicca
« Risposta #87 il: Ottobre 16, 2009, 08:46:16 pm »
Voglio chiarirmi, perchè non mi piace esser considerata una ciarlattana come a quanto sembra pensano in molti (vedi Earwen).
Prima di parlare con voi... io non ho MAI parlato con nessun altro wiccan se non con i miei parenti. Le nozioni che ho appreso, sono frutto di un insegnamento fatto in casa... quindi non ho il "pedigree"  :smile: . Da quando ho quindici anni e sono stata iniziata, studio ancora più approfonditamente la wicca... e scusate se non studio le altre religioni, ma francamente.. non ne sento la necessità. So qual'è la mia strada.. lo sento. Credo che su questo possiate darmi appoggio.
Scusate se non ho ben capito la differenza tra wiccan e strega... io purtroppo non ho avuto qualcuno che me lo dicesse... per me è sempre stato così e basta.
E non ho nemmeno detto che all'età di 15 anni potessi fare qualcosa tipo padroneggiare energeticamente e spiritualmente e ritualizzare i misteri della vita, della morte e dell'amore.
Amber, i miei avi non erano cristiani.. ma alcuni di loro hanno scelto il cristianesimo.. cambiando pertanto religione (era facile essere nel clero cristiano, perchè alla fine, avevi più privilegi) altri invece hanno continuato per il loro cammino, continuando ad esser quello che erano e quello che sono ora.

Ed è vero che ho detto che erano wiccan... ma perchè a me hanno sempre detto questo... poi, come ho detto in seguito, è anche vero che il BOS ritrovato, alla fine ha rituali, incantesimi e tanto altro.. ma non si parla mai di Yule, Samhain.. festività Wiccan o altro inierente alla Wicca.. quindi vi ho dato ragione dicendo che probabilmente, prima della mia bis nonna, erano streghe.
E poi scusate... ma studiare cosa? Ok, il sentiero della wicca è lunghissimo... ma io sto ancora studiando... e non spetta a voi dire che sono preparata o meno... studiare, pratica... anche voi siete sicuramente incompleti.. ovvio, certi saranno più completi di me.. io non lo metto in dubbio.. infondo ho solo 21 anni.. e non ne ho magari d10 in più.. dove magari in questi 10 anni ho fatto più esperienze.
E comunque.. nessuno nasce "imparato" ... io sono nata con queste convinzioni.. e non ho avuto modo di parlarne con nessuno e pertanto di confrontarmi... quindi.. non vogliatemene se ho da poco capito che ciò in cui credeva la mia famiglia per anni era semplicemente un pensiero errato... e anche se non ho un'iniziazione.. bhè.. pratico la magia da quando ho 12 anni (entrando in cerchi e cose varie) pertanto.. mi sento wiccan, anche se formalmente non lo sono...

Siate Benedetti...


Sbattono ali nel silenzio,
crepita il ceppo nel focolare,
scroscia la pioggia... serena
e in Terra... la Terra è sempre calda e viva.

Sei tu,
consapevole,
che attorno a te..
.. il Mondo è pronto per coglierti a braccia aperte.

Ogni cosa ti ama...
e tu ami ogni cosa.

Offline Shaya

  • -
  • **
  • Post: 1505
  • Sono vecchia. Ma mi piace
Re: Storia della wicca
« Risposta #88 il: Ottobre 16, 2009, 09:52:42 pm »
Ora hai compreso lady.

Ma è dovere fare anche corretta informazione, ecco il perchè di alcune risposte.

Un abbraccio

Offline daniel genova

  • -
  • **
  • Post: 220
Re: Storia della wicca
« Risposta #89 il: Ottobre 16, 2009, 11:38:20 pm »
per Vento:
hai ragione, la wicca non è per tutti, infatti io da ieri non lo sono più( anche se alcuni pensano che io non lo sia mai stato), dato che per sfortuna o per fortuna io non sono come voi.
nulla di personale per nessuno, ma io non voglio far più parte della wicca, perchè pensavo che si potesse vivere in modo personale.
l'errore più grande del mio percorso è stato quello di condividere su questo forum ciò che ho imparato da solo...
forse non ho imparato niente( data la cultura teorica che avete voi) forse ho imparato più di voi, ma da oggi mi sento solo un essere umano che venera gli dèi senza l'etichetta del wiccan, forse meglio sentirsi solo strega che wiccan, l'importante è avere un rapporto con il divino...
sono contento di non avere più cultura di voi in questo campo, perchè essa toglie l'affascinante velo che ricopre l'esoterismo in questo campo(wicca).

l'ho postato per Vento perchè ritengo che sia una tra le persone più colte e più afferrate in questo forum(non metto in dubbio la cultura di altri, ma lui è quello che mi ha dato l'opportunità di conoscerlo meglio).

come al solito ci sarà qualche critica anche su questo mio post.
by
   danno
Questo è il soprannome che mi hanno dato, ora capite il perchè???

 

Benvenuto! Effettua l'accesso oppure registrati.
Settembre 17, 2021, 07:14:20 pm

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.

Ritrovaci su FB