*

Autore Topic: Cos'è per voi l'iniziazione?  (Letto 17772 volte)

Offline umby91

  • Utenti Normali con presentazione
  • Newbie
  • **
  • Post: 4
Re:Cos'è per voi l'iniziazione?
« Risposta #375 il: Febbraio 24, 2012, 01:50:20 pm »
 tutte le persone intervenute già hanno ben spiegato cosa sia l'iniziazione e l'auto iniziazione o auto consacrazione,
 prendendo nello specifico l'iniziazione  momento  che avviene quando una persona  in una coven per i wiccan   ti inizia ad un determinata tradizione  ed hai suoi misteri  questo evento puo avvenire nel momento in cui il giovane che lo deve  percorrere sara pronto a riceverlo

l'auto consacrazione o auto iniziazione   e il momento in cui ti presenti a un dio o una dea  portando conte tutti i propossiti buoni per auto dedicarvi con tutto il corpo alladea o dio scelto


 io personalmente non mi sono ne auto consacrato  e ne  sono stato iniziato perchè penzo che il mio spirito e la mia concezione del mondo wicca che conosco è ancora limitata per legarmi definitivamente a qualcosa ma comunque questo è una concezione personale  quando verrà il momento opportuno  ogniuno di noi comprenderà che è il momento opportuno per consacrarsi ad una deermi nata divinita o  farsi consacrare ( se si viene iniziati) ad una coven  particolare ma personalemente  ho imparato legggendo che non è necessario e nemmeno indispensabile una coven  per  praticare la wicca ma   forse potrei sbagliarmi su  questa cosa ma  posso dirvi che la coven   a mio parere è un mondo che  ti permette di  concepire in modo più concreto la  wicca  perchè potrai confrontarti con altre persone e discuterci  capendo e coreggendo con loro gli erori che avolte si compiono

Offline morganafaerie

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 390
    • Facebook
Cos'è per voi l'iniziazione?
« Risposta #376 il: Febbraio 24, 2012, 11:49:25 pm »
Non so... Per quanto riguarda la mia personale esperienza, trovo che la pratica solitaria nella wicca ad un certo punto divenga limitante. Quasi tutta la ritualità e' sempre stata pensata e voluta per essere praticata in gruppo: basta leggere un testo di Vivianne Crowley, Janet Farrar, e tutti gli autori Wiccan eccetto Cunningham per rendersene conto (per l'Italia i libri di Cronos o le pubblicazioni di Athame)
Per me la pratica solitaria va benissimo se affiancata a quella di gruppo, se si e' all'inizio o se si e' già in una tradizione e per motivi pratici e contingenti non si ha la possibilita' di frequentare assiduamente una coven.
Io capisco la libertà altrui di fare gli eclettici ecc ecc, pero' rimane il fatto che secondo me ci si perde una parte importante.

"O sweet illusions of song that tempt me everywhere,
In the lonely fields, and the throng of the crowded thoroughfare!

I approach and ye vanish away, I grasp you, and ye are gone;
But ever by night and by day, the melody soundeth on.

As the weary traveller sees, in desert or prairie vast,
Blue lakes, overhung with trees that a pleasant shadow cast;

Fair towns with turrets high, and shining roofs of gold,
That vanish as he draws nigh, like mists together rolled

So I wander and wander along, and forever before me gleams
The shining city of song, in the beautiful land of dreams.

But when I would enter the gate of that golden atmosphere,
It is gone, and I wonder and wait for the vision to reappear"

(Henry Wadsworth Longfellow)

Offline Azrael

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 1417
  • Adoratore della Grande Seppia™
    • facebook
Re:Cos'è per voi l'iniziazione?
« Risposta #377 il: Febbraio 25, 2012, 01:32:41 am »
Lo ripeto per l'ennesima volta: questo topic è stato discusso e sviscerato in ogni modo e si è giunti all'unica conclusione possibile, chiara ed esaustiva.

Va riassunto e CHIUSO.

Non serve a niente che il novellino di turno viene a dire la sua ogni volta.
"...era questo che rendeva Dagon tanto indigesto: la sua intelligenza superava di gran lunga la media, ma non aveva nessuna voglia di usarla per interagire con il resto della razza umana."
Francesco Dimitri in "La ragazza dei miei sogni"

"Nothing is purely good or evil, these are relative terms that man has hung upon unacceptable mysteries. To my particular belief the Goddess, white with works of good, is also black with works of darkness, yet both of them are compassionate, albeit the compassion is a cover for the ruthlesness of total Truth. Truth is another name for the Godhead. Male or female doesn't really matter, what does matter is the recognition of neither good or evil, black and white, but the acceptance of the 'will of the Gods', the acceptance of Truth as opposed to illusion."
Robert Cochrane in "The Roebuck in the Thicket"

Offline Mattonzolo

  • Utenti Normali con presentazione
  • -
  • **
  • Post: 54
Re:Cos'è per voi l'iniziazione?
« Risposta #378 il: Febbraio 25, 2012, 03:44:19 am »
Libertà è la libertà di dire che due più due fa quattro.
Checaz, qui però non si fa matematica. I significati rimangono sempre aperti. Personalmente trovo che leggere il novellino sia noioso, ma il novellino può sempre aggiungere qualcosa di interessante, non si può chiudere la bocca alle persone. Imho.
Soffrirò... morirò...
Ma intanto
Sole, vento, vino e trallallà.

Miša Sapego

Offline Azrael

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 1417
  • Adoratore della Grande Seppia™
    • facebook
Re:Cos'è per voi l'iniziazione?
« Risposta #379 il: Febbraio 25, 2012, 04:51:43 am »
Io no.
Next.
"...era questo che rendeva Dagon tanto indigesto: la sua intelligenza superava di gran lunga la media, ma non aveva nessuna voglia di usarla per interagire con il resto della razza umana."
Francesco Dimitri in "La ragazza dei miei sogni"

"Nothing is purely good or evil, these are relative terms that man has hung upon unacceptable mysteries. To my particular belief the Goddess, white with works of good, is also black with works of darkness, yet both of them are compassionate, albeit the compassion is a cover for the ruthlesness of total Truth. Truth is another name for the Godhead. Male or female doesn't really matter, what does matter is the recognition of neither good or evil, black and white, but the acceptance of the 'will of the Gods', the acceptance of Truth as opposed to illusion."
Robert Cochrane in "The Roebuck in the Thicket"

Offline luceblu

  • Utenti Normali con presentazione
  • -
  • **
  • Post: 64
  • ci metto una mano: la destra
    • yogaapaia.it
Re:Cos'è per voi l'iniziazione?
« Risposta #380 il: Febbraio 28, 2012, 08:57:07 am »
Non so... Per quanto riguarda la mia personale esperienza, trovo che la pratica solitaria nella wicca ad un certo punto divenga limitante. Quasi tutta la ritualità e' sempre stata pensata e voluta per essere praticata in gruppo: basta leggere un testo di Vivianne Crowley, Janet Farrar, e tutti gli autori Wiccan eccetto Cunningham per rendersene conto (per l'Italia i libri di Cronos o le pubblicazioni di Athame)
Per me la pratica solitaria va benissimo se affiancata a quella di gruppo, se si e' all'inizio o se si e' già in una tradizione e per motivi pratici e contingenti non si ha la possibilita' di frequentare assiduamente una coven.
Io capisco la libertà altrui di fare gli eclettici ecc ecc, pero' rimane il fatto che secondo me ci si perde una parte importante.

Condivido. In pratica. da 40 anni, con vari aggiustamenti, mi sono autoconsacrato in buona parte a perseguire la via della conoscenza delle forze della natura come fossero delle dee attraverso la ragione scientifica concreta e nell'ascolto anche della parte emotiva, ma mi manca la parte coinvolgente con una tradizione che sento qui.
Sff
« Ultima modifica: Febbraio 28, 2012, 09:05:47 am di luceblu »
IN OGNI TEMPO, IN OGNI LUOGO, IN OGNI CULTURA SI POSSONO TROVARE I METODI PER STARE BENE

Offline Paxa

  • Utenti Normali con presentazione
  • Newbie
  • **
  • Post: 6
Re:Cos'è per voi l'iniziazione?
« Risposta #381 il: Giugno 01, 2013, 04:46:20 pm »
è un processo dove tu ti consacri alla Dea e al Dio ma secondo me non c'è bisogno di un rito "gigante" già entrare in contatto con le piante è di per sè un iniziazione

Offline Wicca.it

  • -
  • **
  • Post: 140
Re:Cos'è per voi l'iniziazione?
« Risposta #382 il: Giugno 07, 2013, 01:30:08 am »
Lo ripeto per l'ennesima volta: questo topic è stato discusso e sviscerato in ogni modo e si è giunti all'unica conclusione possibile, chiara ed esaustiva.

Va riassunto e CHIUSO.

Non serve a niente che il novellino di turno viene a dire la sua ogni volta.

Concordo e chiudo...  ::)
Sono cattivo, incazzato e stanco...

 

Benvenuto! Effettua l'accesso oppure registrati.
Giugno 18, 2021, 04:07:56 am

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.

Ritrovaci su FB