*

Autore Topic: RACCOGLIERE LE ERBE  (Letto 1516 volte)

Minou

  • Visitatore
RACCOGLIERE LE ERBE
« il: Settembre 07, 2004, 10:58:37 pm »
Citazione
però quando cogli le piante devi stare attenta a considerare il tempo balsamico,il periodo in cui le proprietà della pianta arrivano a maturazione.E' un po lungo a scriverlo ora ,lo ricopio su word poi lo incollo qui,domani,magari.
CIAO, SAREI ANCH'IO INTERESSATA A SAPERE COS'è IL TEMPO BALSAMICO....SARESTI COSì GENTILE DI INVIARE ANCHE A ME UN MP OPPURE PUBBLICARLO?

GRAZIE DI CUORE

BB  :tt:  Minou

Antares

  • Visitatore
Tempo balsamico delle piante
« Risposta #1 il: Settembre 08, 2004, 04:01:55 pm »
Il tempo balsamico è quel periodo dell'anno in cui è meglio cogliere le piante perchè le loro proprieta sono maggiori e non diminuite,dipende dal fatto che alcune piante maturano in un periodo ed altre in un altro,tutto qui. ;)
I periodi per quello che so sono questi:

Gennaio  Bergamotto

Febbraio  Abete bianco, Abete rosso, Cipollaccio col fiocco, Cipresso, Favagello

Marzo  Asparago, Barba di becco, Borsa di pastore, Bosso, Cappero, Enula campana, Erica carnicina, Faggio Felce florida, Fumaria, Genziana, Lichene pulmonario, Margheritina, Nocciolo, Olivo, Olmo, Pesco, Pino silvestre, Pippo, Prugno, Quercia, Salice rosso, Sanguinello, Serenella, Viola mammola.

Aprile  Acero, Agrifoglio, Alliaria, Betonica, Betulla, Biancospino, Billeri, Calamo aromatico, Calendula, Carciofo, Castagno, Castagno d'india, Centocchio, Crescione, Efedra, Favagello, Fico d'india, Fitolacca, Fragola, Frangola, Frassino Gramigna rossa, Imperatoria, Lapazio, Larice, Ligustro, Lentisco, Manna, Mentastro, Noce, Ontano, Ortica, Primavera, Prugno spinoso, Rovo, Salice bianco, Tamerici, Tarassaco, Tiglio semplice, Valeriana, Viola del pensiero.

Maggio  Acetosa, Acetosella, Aglio orsino, Altea, Arancio amaro, Asperula, Bagolaro, Bocca di lupo, Bugula, Camomilla, Ciliegio, Cineraria, Cino glosso, Cinquefoglio, Edera terrestre, Erba roberta, Erba ruggine, Farfaraccio, Fico, Finocchio marino, Fiordaliso, Calega, Malvone, Mestolaccia, Morine, Podagraria, Prezzemolo, Pulmonaria, Quercia marina, Rosa canina, Rosa rossa, Rosolaccio, Sanbuco, Sanicula, Sedano montano, Senecione, Serenella, Trifoglio fibrino.

Giugno  Agrimonia, Amarena, Amorino, Avena, Balsamina, Bocca di leone, Borragine, Camedrio, Canepizio, Caprifoglio, Cardiaca, Cardo benedetto, Centinodio, Cicutaria, Cimbalaria, Coclearia, Consolida maggiore, Crespino, Cuscuta, Dragoncello, Ebbio, Echio, Erisimo, Eucalipto, Eupatorio, Fico d'india, Fragola, Giglio bianco, Ginestrino, Lampone, Ligustro, Malva comune, Malva silvestre, Margherita, Millefoglio, Mirtillo, Mirto, Nepetella, Ortica bianca, Parietaria, Pervinca, Pesco, Pilosella, Pulegio, Risetto, Rosmarino, Ruta, Salcerella, Salvia, Serpillo, Timo, Verbasco, Veronica, Vulneraria.

Luglio  Achillea moscata, Alchemilla, Alloro, Anagallide, Arancio dolce, Argentina, Arnica, Artemisia, Assenzio, Ballotta, Bardana, basilico, Betonica, Bistorta, Canapa selvatica, Capelvenere, Carciofo, Cardo mariano, Carota, Cataria, Centaurea minore, Cetriolo, Cicoria, Coda cavallina, Corbezzolo, Corniolo, Cotogno, Cumino dei prati, Dittamo, Edera, Elicriso, Eliotropio, Erba vescica, Erigero, Eufrasia, Farfara, Fieno marrubio, Meliloto, Melissa, Menta acquatica, Menta piperita, Mentastro, Mentone, Mugo, Origano, Pastinaca, Piede di gatto, Pampinella, Pologala, Porcellana, Prunella, Rapunzia, Riebes nero, Ribes rosso, Salvia sclarea, santolina, Semprevivo, Senape bianca, Tiglio semplice, Tiglio doppio, Verbena.

Agosto  Aglio, Anice verde, Brugo, Caglio, Carrubo, Cipolla, Coriandolo, Epilobio, Erniaria, Fagiolo, Finocchio, Finocchio marino, Fitolacca, Giaggiolo, Girasole, Iride germanica, Lampone, Licopodio, Linaiola, Lino, Luppolo, Maggiorana, Melanzana, Mirtillo, Nocciolo, Noce, Olivella, Olmaria, Peperoncino, Piantaggine, Polipodio, Prezzemolo, Prugno, Psilio, Ronice, Rosolida, Santoregia, Sedano, Serenella, Spincervino, Tormentilla, Uva ursina, Verga d'oro, Vite, Vulvaria.

Settembre  Aneto, Angelica, Angelica selvatica, Arnica, Barba di becco, Bistorta, Calamo aromatico, Calcatreppolo, Calendula, Canna, canna di palude, Cappero, Cardo dei lanaioli, Cariofillata, Castagno d'india, Cedrina, Cicoria, Cinquefoglio, Dittamo, Giglio bianco, Ginepro rosso, Nigella, Ononide, Ortica, Peucedano, Pungitopo, Quercia, Rosa canina, Rovo, Salcerella, Sanicula, Sorbo rosso, Tamerici, Tarassaco, Valeriana, Zucca.

Ottobre  Acetosa, Ailanto, Antea, Asfodelo, Asparago, Bardana, Borsa di pastore, Carlina, Carota, Consoplida maggiore, Corniolo, Cotogno, Crespino, Ebbio, Enula campana, Erba ruggine, Eupatorio, Felce maschio, Genziana, Ginepro, Giuggiolo, Imperatoria, Lapazio, Limone, Lingua di cane, Liquirizia, Malva silvestre, Ninfea, Pioppo, Podagraria, Primavera, Prugno spinoso, Rabarbaro alpino, Rapunzia, Sedano montano, Sigillo di Salomone, Sorbo, Tamaro, Valeriana rossa, Vulneraria, Zafferano.

Novembre  Agrifoglio, Alloro, Felce florida, Finocchio, Frangola, Mestolaccia, Nespolo, Olmo.

Dicembre  Arancio amaro, Arancio dolce.  
 

Suzuran

  • Visitatore
Tempo balsamico delle piante
« Risposta #2 il: Settembre 08, 2004, 04:18:47 pm »
Oltre a questa classificazione esistono anche delle tabelle  ( su adiantum la strega contadina le trovate) in cui la raccolta delle piante è divisa per ore della giornata e giorni della settimana
Per esempio la verbena  è legata al pianeta venere  e di lunedì va raccolta alle ore tot perchè è più carica di energia.

Poi io vi dico la verità se bisogna stare dietro a ste tabelle si diventa matti.


P.S. Ma il Lapazio e la Rapunzia?????
 :huh:  :huh:  :huh:  

Zephyrus

  • Visitatore
Tempo balsamico delle piante
« Risposta #3 il: Settembre 10, 2004, 12:41:51 am »
Il lapazio sarebbe il romice comune (rumex obtusifolius)
http://www.gut-im-bild.at/images2/Rumex-obtusifolius.jpg

La rapunzia (Oenothera biennis) i cui nomi più comuni sono: meraviglia d'Egitto, stella della sera, bella di notte, la potete vedere qui:
http://www.sanat.ch/pflanzenbilder/oenothera.jpg

Se su google cercate rapunzia oppure rumex obtusifolius, sono sicuro che troverete molte informazioni utili ;)  

Suzuran

  • Visitatore
Dove, Cosa e Quando raccogliere le piante
« Risposta #4 il: Dicembre 07, 2004, 12:12:22 pm »
Parliamo sempre di piante ma mai  delle cose più tecniche, ma voi siete fortunati ad avere me che vi risolvo anche questi dubbi.

Nel caso si decida di raccogliersi le piante da soli pisogna scegliere un luogo  di raccolta evitando zone inquinate come le discariche e i cigli stradali. Vanno evitati anche i frutteti, i quali sono spesso trattati con antiparassitari. Vanno prediletti quindi i posti dove l'insediamento umano è minore. Una buona alternativa è tenere un orticello.

La pianta va colta a tempo opportuno, cioè  nel momento in cui  presumibilmente  contiene un elevato numero di principi attivi.
Ecco alcune norme di base:
- i fiori si colgono  all'inizio della fioritura
- le foglie prima che abbiano raggiunto il completo sviluppo, solitamente prima dlela fioritura.
- gli steli  vanno raccolti nello stesso momento in cui si colgono le foglie
- i tuberi vanno colti al momento della fioritura
-i bulbi dopo la fioritura, appena la parte aerea della pianta comincia a seccare
- le radici si raccolgono in autunno nelle piante a ciclo annuale o biennale, in primavera nelle piante perenni
- le cortecce  degli alberi si asportano in inverno, quelle degli alberelli in autunno, mentre le cortecce di piante resinose in primavera
-i semi si colgono quando la pianta comincia a seccare
-i frutti vanno colti a perfetta maturazione
Infine c'è da dire  che se dovete conservare le piante o essiccarle evitate nel modo più assoluto  di raccoglierle umide  o bagnate, onde impedire il propagarsi di dannose fermentazioni che ne altererebbero la qualità.

Un lavoraccio lo so ma quanta soddisfazione

Koi

  • Visitatore
Dove, Cosa e Quando raccogliere le piante
« Risposta #5 il: Dicembre 07, 2004, 04:14:12 pm »
Piccola aggiunta, le parti aeree andrebbero raccolte in luna crescente o piena, meglio se al mattino molto presto, specie se si tratta di foglie, fiori o gemme.
Le radici andrebbero invece colte in luna calante o nuova.
 

Suzuran

  • Visitatore
Dove, Cosa e Quando raccogliere le piante
« Risposta #6 il: Dicembre 07, 2004, 04:21:46 pm »
Se vogliamo essere precisi, precisi c'è un'ora e un giorno prefissati per la raccolta, ma è una cosa da diventare pazzi, meglio fare come dice Koi e badare solo alla Luna

Offline Faye

  • Honky Tonk Woman
  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 1435
  • Rosso
Dove, Cosa e Quando raccogliere le piante
« Risposta #7 il: Dicembre 07, 2004, 06:14:40 pm »
Tanto per condire queste nozioni tecniche, ricordiamoci di spiegare alla pianta perchè la stiamo raccogliendo, chiediamo il suo permesso e lasciamo un dono, del latte, qualche biscotto, o qualcosa da bere, per sdebitarci.
A funny Valentine ...

- dolcenera -

  • Visitatore
RACCOGLIERE LE ERBE
« Risposta #8 il: Maggio 09, 2005, 12:07:38 pm »
se a qualcuno interessa, posto qui una specie di calendario per la raccolta delle erbe. :)

Primavera:

Arnica (radici)
Assenzio
Barba di Becco
Bardana
Biancospino
Borsa del Pastore
Camomilla
Caprifoglio (foglie)
Cardo Santo
Consolida (radici)
Crespino (radici)
Finocchio Marino
Fragola (foglie)
Ginepro
Gramigna
Melissa
Mirtillo
Mughetto
Ortica (radici)
Parietaria
Pervinca
Piantaggine
Primula
Pungitopo
Quercia
Rovo
Salice
Salvia
Sambuco (fiori)
Sedano Selvatico
Tarassaco
Tiglio (radici)

Estate:

Achillea
Aglio
Angelica
Arnica
Assenzio (fiori)
Calamo
Capelvenere
Caprifoglio (fiori)
Cicoria
Coda Cavallina
Crespino (frutti)
Edera
Erica
Eucalipto
Fieno Greco
Finocchio marino
Fragola (frutti)
Frassino
Genepì
Genziana
Issopo
Lampone
Lavanda
Lino (semi)
Luppolo
Malva
Menta
Nipitella
Noce (foglie)
Origano
Ortica
Rovo (frutti)
Ruta
Santoreggia
Tanaceto
Tiglio
Timo
Verbena
Vischio

Autunno:

Alloro (frutti)
Angelica (radici)
Barba di Becco (radici)
Cicoria (radici)
Consolida (radici)
Liquirizia (radici)
Noce (frutti)
Sambuco (frutti)
Valeriana (radici)



un bacio! :)

Antares

  • Visitatore
Re: raccolta delle erbe
« Risposta #9 il: Novembre 08, 2006, 08:17:02 am »
Un po di pazienza! Mamma mia....
tu i riferisci al periodo balsamico, cioè il periodo dell'anno in cui una certa pianta medicinale presenta la più alta concentrazione di principi attivi ed è, di conseguenza, il momento più indicato per la sua raccolta(da wilkipiedia).

Ecco una tabella del periodo basamico delle piante preso da lucedistrega.

Gennaio  Bergamotto
 
Febbraio  Abete bianco, Abete rosso, Cipollaccio col fiocco, Cipresso, Favagello
 
Marzo  Asparago, Barba di becco, Borsa di pastore, Bosso, Cappero, Enula campana, Erica carnicina, Faggio Felce florida, Fumaria, Genziana, Lichene pulmonario, Margheritina, Nocciolo, Olivo, Olmo, Pesco, Pino silvestre, Pippo, Prugno, Quercia, Salice rosso, Sanguinello, Serenella, Viola mammola.
 
Aprile  Acero, Agrifoglio, Alliaria, Betonica, Betulla, Biancospino, Billeri, Calamo aromatico, Calendula, Carciofo, Castagno, Castagno d'india, Centocchio, Crescione, Efedra, Favagello, Fico d'india, Fitolacca, Fragola, Frangola, Frassino Gramigna rossa, Imperatoria, Lapazio, Larice, Ligustro, Lentisco, Manna, Mentastro, Noce, Ontano, Ortica, Primavera, Prugno spinoso, Rovo, Salice bianco, Tamerici, Tarassaco, Tiglio semplice, Valeriana, Viola del pensiero.
 
Maggio  Acetosa, Acetosella, Aglio orsino, Altea, Arancio amaro, Asperula, Bagolaro, Bocca di lupo, Bugula, Camomilla, Ciliegio, Cineraria, Cino glosso, Cinquefoglio, Edera terrestre, Erba roberta, Erba ruggine, Farfaraccio, Fico, Finocchio marino, Fiordaliso, Calega, Malvone, Mestolaccia, Morine, Podagraria, Prezzemolo, Pulmonaria, Quercia marina, Rosa canina, Rosa rossa, Rosolaccio, Sanbuco, Sanicula, Sedano montano, Senecione, Serenella, Trifoglio fibrino.
 
Giugno  Agrimonia, Amarena, Amorino, Avena, Balsamina, Bocca di leone, Borragine, Camedrio, Canepizio, Caprifoglio, Cardiaca, Cardo benedetto, Centinodio, Cicutaria, Cimbalaria, Coclearia, Consolida maggiore, Crespino, Cuscuta, Dragoncello, Ebbio, Echio, Erisimo, Eucalipto, Eupatorio, Fico d'india, Fragola, Giglio bianco, Ginestrino, Lampone, Ligustro, Malva comune, Malva silvestre, Margherita, Millefoglio, Mirtillo, Mirto, Nepetella, Ortica bianca, Parietaria, Pervinca, Pesco, Pilosella, Pulegio, Risetto, Rosmarino, Ruta, Salcerella, Salvia, Serpillo, Timo, Verbasco, Veronica, Vulneraria.
 
Luglio  Achillea moscata, Alchemilla, Alloro, Anagallide, Arancio dolce, Argentina, Arnica, Artemisia, Assenzio, Ballotta, Bardana, basilico, Betonica, Bistorta, Canapa selvatica, Capelvenere, Carciofo, Cardo mariano, Carota, Cataria, Centaurea minore, Cetriolo, Cicoria, Coda cavallina, Corbezzolo, Corniolo, Cotogno, Cumino dei prati, Dittamo, Edera, Elicriso, Eliotropio, Erba vescica, Erigero, Eufrasia, Farfara, Fieno marrubio, Meliloto, Melissa, Menta acquatica, Menta piperita, Mentastro, Mentone, Mugo, Origano, Pastinaca, Piede di gatto, Pampinella, Pologala, Porcellana, Prunella, Rapunzia, Riebes nero, Ribes rosso, Salvia sclarea, santolina, Semprevivo, Senape bianca, Tiglio semplice, Tiglio doppio, Verbena.
 
Agosto  Aglio, Anice verde, Brugo, Caglio, Carrubo, Cipolla, Coriandolo, Epilobio, Erniaria, Fagiolo, Finocchio, Finocchio marino, Fitolacca, Giaggiolo, Girasole, Iride germanica, Lampone, Licopodio, Linaiola, Lino, Luppolo, Maggiorana, Melanzana, Mirtillo, Nocciolo, Noce, Olivella, Olmaria, Peperoncino, Piantaggine, Polipodio, Prezzemolo, Prugno, Psilio, Ronice, Rosolida, Santoregia, Sedano, Serenella, Spincervino, Tormentilla, Uva ursina, Verga d'oro, Vite, Vulvaria.
 
Settembre  Aneto, Angelica, Angelica selvatica, Arnica, Barba di becco, Bistorta, Calamo aromatico, Calcatreppolo, Calendula, Canna, canna di palude, Cappero, Cardo dei lanaioli, Cariofillata, Castagno d'india, Cedrina, Cicoria, Cinquefoglio, Dittamo, Giglio bianco, Ginepro rosso, Nigella, Ononide, Ortica, Peucedano, Pungitopo, Quercia, Rosa canina, Rovo, Salcerella, Sanicula, Sorbo rosso, Tamerici, Tarassaco, Valeriana, Zucca.
 
Ottobre  Acetosa, Ailanto, Antea, Asfodelo, Asparago, Bardana, Borsa di pastore, Carlina, Carota, Consoplida maggiore, Corniolo, Cotogno, Crespino, Ebbio, Enula campana, Erba ruggine, Eupatorio, Felce maschio, Genziana, Ginepro, Giuggiolo, Imperatoria, Lapazio, Limone, Lingua di cane, Liquirizia, Malva silvestre, Ninfea, Pioppo, Podagraria, Primavera, Prugno spinoso, Rabarbaro alpino, Rapunzia, Sedano montano, Sigillo di Salomone, Sorbo, Tamaro, Valeriana rossa, Vulneraria, Zafferano.
 
Novembre  Agrifoglio, Alloro, Felce florida, Finocchio, Frangola, Mestolaccia, Nespolo, Olmo.

Dicembre
 Arancio amaro, Arancio dolce.  

Mi pare ci fosse un thraed aperto sul periodo balsamico però...
La prossima volta abbi un po di pazienza, che non tutti possono avere tempo di rispondere subito. E' anche una questione di netiquette*..


*Netiquette che si potrebbe tradurre in "Galateo (Etiquette) della Rete (Net)" che consiste nel rispettare e conservare le risorse di rete e nel rispettare e collaborare con gli altri utenti.Entrando in Internet si accede ad una massa enorme di dati messi a disposizione il piu' spesso gratuitamente da altri utenti. Pertanto bisogna portare rispetto verso quanti, spesso in maniera volontaria, hanno prestato e prestano opera per consentire a tutti di accedere a dati ed informazioni che altrimenti sarebbero patrimonio di pochi o addirittura di singoli.www.bio.unipd.it

Si, ho scoperto questa parola nuova e mi piace tanto... :biggrin2:

Dorcana

  • Visitatore
Re: raccolta delle erbe
« Risposta #10 il: Novembre 08, 2006, 03:28:53 pm »
Non mi intendo molto di erbe anche se mi piacciono moltissimo.
So che c'è un tempo di raccolta perchè erboristicamente abbiano più potere
e forse c'è anche un tempo o una modalità  di raccolta "magica ".
MA ! Visto che la magia è principalmente in noi, cioè in chi la pratica,mi piace di più pensare di energizzarle io.
O forse si può dire anche "consacrarle" o "attivarle ". E il rituale potrebbe essere quello che si usa per le pietre visualizzando e soffiandoci su o qualsiasi altra cosa che ci va di fare e consideriamo adatta.
Quindi, una volta rispettato il tempo "erboristico " di raccolta siamo noi a renderle magiche con l'energia !

Offline Tirgys

  • -
  • **
  • Post: 27
Re: RACCOGLIERE LE ERBE
« Risposta #11 il: Dicembre 11, 2009, 08:43:42 am »
concordo con Faye state bene attenti a ringraziare, le piante o gli alberi dal quale tagliate i ramoscelli, con doni e offerte e soprattutto non prendete mai più del dovuto. Solo lo stretto indispensabile e se ringrazierete ogni volta potete stare pure tranquilli che non ci sarà bisogno di essicare le piante per farne una scorta a meno che non vogliate procedere alla creazione di incenzi usatele smpre fresche e con le giuste accortezze. . .  . buon cammino. .
La perfezione è un arte e come tale va affinata e migliorata. La ricerca della perfezione e della bellezza in generale sono mete dell' uomo, una volta raggiunte si compirà il completamento di un essere inimitabilmente eccezionale. Un capolavoro la cui unica protagonista è la natura.

Offline Viola

  • Newbie
  • *
  • Post: 5
Re: RACCOGLIERE LE ERBE
« Risposta #12 il: Maggio 08, 2010, 10:55:18 am »
Durante i corsi universitari in Erboristeria mi è anche stato detto di prendere molto in considerazione il tempo, inteso come  quello climatico, per la racolta delle piante. Quest'anno con tutta la pioggia che è venuta il contenuto di principio attivo delle piante anche se all'apice del loro tempo balsamico raggiungerà difficilmente livelli ottimali.

 

Benvenuto! Effettua l'accesso oppure registrati.
Settembre 27, 2021, 05:39:50 pm

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.

Ritrovaci su FB