*

Autore Topic: Pendolino, si può divinare da ammalati?  (Letto 153 volte)

Offline xufu

  • -
  • **
  • Post: 38
Pendolino, si può divinare da ammalati?
« il: Febbraio 24, 2004, 03:39:56 am »
ciaaaoooo... volevo sapere... se uno è ammalato, il responso del pendolo puo esser invariato???? o nn essere esatto ?????????????


grassieee ghiaooo                    
che la dea mi salvi

Lamia

  • Visitatore
Pendolino, si può divinare da ammalati?
« Risposta #1 il: Febbraio 24, 2004, 01:39:10 pm »
Di solito quando si e\' ammalati le energie non fluiscono bene e bisognerebbe astenersi dalle pratiche magiche e divinatorie sia per non prolungare il processo di guarigione e sia per evitare che gli effetti delle nostre operazioni magiche possano essere diversi da quelli desiderati.

Ti consiglio di ripetere il consulto quando sarai guarito cosi\' da poter fare tu stesso un confronto fra i due diversi stati in cui operi   :wink:                    

Offline xufu

  • -
  • **
  • Post: 38
Pendolino, si può divinare da ammalati?
« Risposta #2 il: Febbraio 25, 2004, 06:29:35 pm »
grazzie mille lamia ^^

ma puo essere pure ilposto ad influenzare la risposta???                    
che la dea mi salvi

^Shi^

  • Visitatore
Pendolino, si può divinare da ammalati?
« Risposta #3 il: Aprile 05, 2004, 06:13:53 pm »
Scusa se mi intrometto nel tuo topic ma mi è sorta una domanda! Fino a che punto ammalati?? Voglio dire, capisco il caso in cui si è raffreddati, febbricitanti, perchè effettivamente implica avere poca energia a disposizione... Ma se si tratta per esempio di allergie(che in questo periodo peraltro sono costanti nelle persone soggette!), o se si è indisposte??
Semplice curiosità!                    

Lamia

  • Visitatore
Pendolino, si può divinare da ammalati?
« Risposta #4 il: Aprile 08, 2004, 03:04:01 pm »
Credo che dipenda anche da cio\' che devi fare e da quanta energia ci devi mettere.
Sicuramente una divinazione con tarocchi, pendolo o rune non dovrebbe richiedere troppa energia; ma tutto dipende da quanta intensita\' ciascuno ci mette.
 
Se, per esempio, le divinazioni sono anche accompagnate da visioni o vengono effettuate in uno stato di coscienza leggermente alterato sicuramente la quantita\' di energia persa sara\' maggiore di quella necessaria per una lettura comune.

Poi ci sono anche problemi piu\' \"pratici\": come si fa\' a gestire una trance o anche un buon livello di concentrazione quando si ha il naso chiuso e lo starnuto continuo? Sia che si tratti di influenza o allergia sono entrambe manifestazioni corporee che tengono sempre vincolati ad una condizione piu\' fisica che spirituale.

Questo e\' in linea di massima il mio pensiero ma non credo che esista una regola fissa.
Penso che ciascuno \"senta\" quando puo\' operare e quando e\' meglio non farlo.                    

 

Benvenuto! Effettua l'accesso oppure registrati.
Agosto 04, 2021, 02:42:21 pm

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.

Ritrovaci su FB