*

Autore Topic: alberi e proprietà  (Letto 2174 volte)

Suzuran

  • Visitatore
quercia
« Risposta #15 il: Giugno 27, 2003, 12:37:58 pm »
Di querce ne esistono vari tipi, anche il rovere è un tipo di quercia, quella più comune è la quercia roverella, la foglia la trovi anche sul simbolo della repubblica italiana , hai presente la stella a cinque punte ? ai lati trovi le foglie di qurcia lobate molto arrotondate ...mi pare che a fianco ci siano foglie di ulivo.
Vorrei postarti le foto ma è risaputa la mia inettidudine in questo genere di cose....

prova a guardare qui
http://www.agri-italia.it/Flora/Quercia.htm

ho controllato è conciso ma con le foto e i nomi scientifici

un bacio                    

Suzuran

  • Visitatore
quercia
« Risposta #16 il: Giugno 28, 2003, 11:33:24 pm »
HO trovato queste credenze mitologiche sulla quercia:
\" Fin dall\'antichità era considerata simbolo di forza e resistenza, in celtico la parola quercia  significa \'bell\'albero\'.
I greci lo consideravano il primo albero apparso sulla terra, piantato da Zeus stesso, e lo chiamavano \'drus\' cioè l\'albero per eccellenza. Il padre degli dei quando voleva comunicare coi mortali faceva parlare le quercie  del bosco sacro di Dodona in Epiro. I druidi celtici del nord europa festeggiavano intorno alle quercie , in particolare una festa che accoglieva il sole  dopo il lungo inverno (vi dice nulla? :wink: ), la notte più lunga1                    

skayler

  • Visitatore
quercia
« Risposta #17 il: Luglio 09, 2003, 08:46:58 pm »
MA NN SO SE QUELLA CHE HO VISCTA è UNA quercia se scannerixxo la foglia e poi la mend a qulcuno tipo kenaz sapresti dirmi se è o no una quercia??\'                    

Suzuran

  • Visitatore
quercia
« Risposta #18 il: Luglio 09, 2003, 11:37:29 pm »
Posta tutto, io non sono la dolce Kenaz ma vivo circondato dalle quercie (ci andrà la i?) se vai al link che ho messo sopra cmq dovresti  trovare delle foto con cui confrontare la tua foglia.
Cmq trovo ammirevole la tua voglia di fare amicizia con una quercia(qui la i ci vuole!) 8)                    

KenaZ

  • Visitatore
quercia
« Risposta #19 il: Luglio 10, 2003, 02:44:25 pm »
A disposizione Skayler per qualsiasi cosa: al limite se nn ti posso aiutare posto la foglia. In effetti di querce (senza la i) non me ne intendo tanto: forse Suz è più indicato.                    

skayler

  • Visitatore
quercia
« Risposta #20 il: Luglio 11, 2003, 08:16:15 pm »
GRAZIE                    

Filo Extremo

  • Visitatore
quercia
« Risposta #21 il: Agosto 11, 2003, 01:03:58 pm »
e ste foto, allora?                    

skayler

  • Visitatore
quercia
« Risposta #22 il: Agosto 11, 2003, 07:23:12 pm »
nn servono + ho trovato tante quecie!e..quelle ke pensavo lo fossero nn lo erano! :P


__________________-
Senza un cenno di tensione tale magia è stata cerate
Da colei che \"Strega\"è orgogliosa di essere chiamata
)O( D.M.                    

Filo Extremo

  • Visitatore
piante adatte a una nascita
« Risposta #23 il: Agosto 16, 2003, 07:50:03 pm »
bella, sta tradizione di piantare l\'albero.. se poi fanno come i ninja che si allenavano a saltarci ogni giorno oltre, diventeranno dei grandi..                    

skayler

  • Visitatore
alberi e proprietà
« Risposta #24 il: Agosto 24, 2003, 10:15:13 pm »
il sambuco è la pianta sacra alla Dea xke?
xke nn si deve assolutamente bruciare?
anke la betulla da quel ke ne so e strana nn bisogna inciderla rompergli rami prendere foglie da lei...scatena le ire del Dio!si possono solo raccogliere i doni caduti spontaneamente!

x la bacchetta sono adeguati principalmente salice e alberi da frutto xke anke questo????



________________
Senza un cenno di tensione tale magia è stata cerate
Da colei che \"Strega\"è orgogliosa di essere chiamata
)O( D.M.                    

Raven

  • Visitatore
alberi e proprietà
« Risposta #25 il: Agosto 25, 2003, 06:35:56 pm »
il sambuco è UNA delle piante sacre alla Dea...posso dirti che è sacra alla dea perchè posta sotto gli influssi della Luna e cara agli spiriti elementali delle Ondine, infatti il sambuco cresce spesso accanto alle fonti e si ritiene che porti fortuna appendere dei nastri colorati ai suoi rami, inoltre era conosciuto a Roma come \'saldaossa\' per la sua proprietà di rimarginare le fratture, infatti Per il mal d\'ossa si prendevano tante foglie di sambuco da ricoprire tutto il corpo del paziente; questo, poi, così coperto di foglie, era avvolto in una coperta di lana e restava così fino a che le foglie non avevano assorbito interamente il sudore. I risultati erano dati per meravigliosi e la sensazione di benessere assicurata.

Il fatto che non si debba bruciare mi è assolutamente nuovo, pare invece che il sambuco fosse una delle cinque piante sacre che erano solite bruciarsi per avere auspici e preparare i fuochi sacri; è sconsigliato, piuttosto addormentarsi sotto queste piante, dominio delle Onide e del popolo fatato;

La betulla, come qualsiasi altra pianta deve essere maneggiata con cura, si possono raccogliere le foglie cadute spontaneamente ma i rami si possono anche tagliare avendo l\'accortezza di reciderli in modo che possano ricrescere e chiedendo alla pianta il permesso di farlo. Non scatena assolutamente le ire di nessuno tagliarne i rami poichè anche i Druidi ne prendevano per farne le loro bacchette...

Per la bacchetta è adeguato qualsiasi albero dal ramo abbastanza dritto e solido non vi sono assolutamente proibizioni; generalmente vengono usati rametti di:

Frassino, chiamato anticamente Ygdrasill, che è uno degli alberi più sacri della tradizione druidica,
Melo considerato, coi suoi frutti, ultraterreno e magico,
Nocciolo, chiamato appunto \'bacchetta degli Dei\', perchè spesso usato dai rabdomanti per cercare l\'acqua. Viene usato anche come bacchetta proprio perchè si ricollega al mondo sotterraneo ed interiore.

Scusa se sono stata di poche parole, se vuoi qualche altra informazione sono sempre disponibile...a proposito DOVE CAVOLO hai letto quelle cose ??                    

Emrys

  • Visitatore
L'Albero come simbolo della Vita
« Risposta #26 il: Maggio 01, 2004, 06:58:08 pm »
Citazione
L’Albero è una immagine universale che abbraccia tutte le dottrine esoteriche e misteriche. E’ il simbolo della vita stessa, del perenne ciclo di nascita, morte e rinnovamento delle forme. Rappresenta l\'Asse del Mondo, ovvero l\'Inconscio collettivo e, in un certo senso, dell\'umanità intera fungendo da tramite con il mondo divino come ascesa spirituale: l’Albero è il mistero della verticalizzione, della crescita prodigiosa verso il cielo, della perpetua rigenerazione, la costante vittoria sulla morte, l’espressione perfetta del mistero della vita che continuamente rinasce. La lettura simbolica dell’Albero per tutti i motivi elencati, si può intendere in forma diacronica e sincronica, fisica e cosmica, ed è questa peculiarità che rende un simbolo forte dal punto di vista esoterico.
ALBERO COSMICO. Rappresenta le tre modalità fondamentali del Tutto: radici, tronco e fogliame, che di volta in volta vengono interpretate come Inferi, Esistenza terrena, Illuminazione; Corpo, Intelligenza e Anima.
ALBERO DELLA CONOSCENZA. La Bibbia ci dice che venne proibito agli uomini di mangiare del frutto dell\'albero della conoscenza, pena la morte; però i frutti di quest\'albero aprirono gli occhi di Adamo ed Eva, in maniera che poterono conoscere il Bene e il Male e poterono esercitare la funzione creatrice indipendentemente, divenendo capaci di creare un nuovo corpo ogniqualvolta una ne venisse perduto, senza tener conto delle influenze planetarie, producendo così il dolore, la sofferenza e l\'infermità. D\'altra parte, l\'abuso di questa sacra funzione per soddisfare la natura passionale, è riconosciuto dagli esoteristi come il \"peccato imperdonabile\".
ALBERO BODHI. E’ l\'Albero dei risveglio alla onniscienza sotto il quale sedeva il Buddha quando aprì all\'umanità la via della liberazione dalla schiavitù; è sorvegliato da due serpenti-guardiani chiamati \"desiderio\" e \"paura\". Solo chi è libero dalla schiavitù simboleggiata dai due serpenti può giungere nel Giardino in cui sorge l\'Albero Bodhi.
ALBERO DELLA VITA o SEFIROT. Nella dottrina cabalistica le dieci Sefirot, che rappresentano l\'animo umano, sono poste in forma d’albero in cui le corrispondenza principali sono viste come stazioni successive di un unico cammino evolutivo.
ALBERO DELLA LIBERTA’. Albero che, al tempo della Rivoluzione, i repubblicani francesi solevano piantare nelle piazze principali delle città, a simboleggiare l’abolizione della tirannide e l’instaurazione di un regime libero. Di solito era un impiegato un pioppo, che veniva ornato con il berretto frigio, bandiere, fiori e coccarde.
ALBERO DI NATALE. Di origine nordica, se ne ha notizia in Germania già nel 1605 (ove viene chiamato Tannenbaum) e nelle cerimonie nordiche per la celebrazione della Festa della Luce in occasione del solstizio d’Inverno. Diffusosi in tutta l’Europa e nell’America settentrionale, in Italia si è affermato definitivamente solo dopo la seconda guerra mondiale. ALBERO DI MAGGIO. Simbolo appartenente principalmente alla tradizione celtica. La tradizione celtica ha comunque grande considerazione di questo simbolo, tant\'è che l\'alfabeto (Ogham) è la trasposizione letterale delle valenze di ciascuna essenza sacra.
ALBERO DEL GIUDIZIO. E’ l’albero a forcella dell’iconografia classica, di cui un ramo rappresenta l’Albero del Bene, mentre l’altro l’Albero del Male. E’ anche simbolo della giustizia e dell’interpretazione della legge (per cui diviene strumento di condanna a morte).


Anche se è passato tanto tempo aggiungo qualcosina...

Sulla crescita verso l\'alto... aveto mai notato come ogni albero debba affondare le radici nella Terra, per poter crescere? Altrimenti la sua crescita è vana, la sua altezza diventa debolezza. Solo affondando le radici nella terra, solo sprofondando verso la Madre trova la forza per crescere...

E non solo per crescere. Perché più cresce (verso l\'alto, ma verso il basso insieme) l\'albero si allarga, stende verso i lati i propri rami, pian piano raggiungendo e legandosi con gli altri rami degli altri alberi, con i quali pian piano crea quella rete vivente che noi chiamiamo bosco. E proprio grazie ai rami diffonde il proprio canto in armonia con il soffio leggero del vento. Eppure neanche questo potrebbe fare, se non affondasse prima nel profondo mistero della Terra. ..                    

Dafne

  • Visitatore
Pioppo.
« Risposta #27 il: Settembre 29, 2004, 04:42:25 pm »
ciao Calu,

 PIOPPO:
Il pianeta che lo governa è Mercurio  , l'elemento è l'Aria e viene usato soprattutto per proteggere la propria casa dai furti magari piantandone una pianta in giardino.

PIOPPO TREMOLO:
Il pianeta è Saturno mentre l'elemento è l'Acqua, le foglie e i germogli possono essere bruciati  o portati addosso per favorire le entrate di denaro; l'olio essenziale dovrebbe favorire le proiezioni astrali.

 :D ù

Dafne.

 

Benvenuto! Effettua l'accesso oppure registrati.
Agosto 02, 2021, 01:57:37 pm

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.

Ritrovaci su FB