*

Autore Topic: ReiKi  (Letto 6366 volte)

Filo Extremo

  • Visitatore
Re: ReiKi
« Risposta #30 il: Agosto 29, 2003, 02:24:55 pm »
ganzo. Permetti che ti chieda: dove hai frequentato i seminari dei primi livelli?                    

Cristian

  • Visitatore
Re: ReiKi
« Risposta #31 il: Agosto 29, 2003, 03:05:41 pm »
I primi 4 livelli li ho appresi in giappone, il quinto l\'ho preso da un master di torino istruito sempre dal maestro giapponese.
Il metodo giapponese insegna anche a trattare i restanti 137 chakra presenti nel corpo umano, ma tutti conoscono solo i soliti 7 ritenuti i maggiori.                    

irene

  • Visitatore
Re: ReiKi
« Risposta #32 il: Agosto 30, 2003, 10:09:54 am »
grazie.non mi resta altro da fare che cercare un master a milano, anche se, ammesso e non concesso che mi vada bene, non avrò mai 3100 euro...                    

Filo Extremo

  • Visitatore
Re: ReiKi
« Risposta #33 il: Agosto 31, 2003, 10:46:03 am »
sti granca.. contato il viaggio e il vitto in jap ( a meno di diventare pilota kawasaki..  :roll: ) mi converrà fare il dilettante qua..                    

skayler

  • Visitatore
Re: ReiKi
« Risposta #34 il: Settembre 02, 2003, 09:44:39 pm »
se mi sottopongo a una seduta o + di reiki ce la possibilita che mi si aprano i chacra?                    

NAZZARENO

  • Visitatore
Re: ReiKi
« Risposta #35 il: Settembre 02, 2003, 10:00:54 pm »
Beh si ,è più facile che si aprano...però mi pare che voi, capiate male,ovvero quando si parla di chakra  aperti ,non vuol dire spalancati come balconi!!, :D
tutti noi abbiamo chakra più o meno aperti, ma sono così,è naturale che una persona abbia un chakra più aperto e uno un po\' meno,quindi non c\'è sempre il bisogno di fare una seduta di reiki o di cristalloterapia, a certe terapie devono sottoporsi SOLO coloro che presentano dei disturbi, vuoi fisici vuoi psicologici , causati dalla vuoi totale(ma è difficile,se non impossibile)vuoi parziale chiusura di un chakra che non permette il naturale fluire dell\'energia all\' interno del corpo.
Quindi se tu stai bene e non hai problemi di sorta , non serve che tu ti sottoponga a tali terapie.(sarebbe una perdita di tempo e soldi...tenendo conto che chi ti cura perde energie che potrebbe impiegare per la cura di altri pazienti).
In sintesi i chakra poco aperti non sono sempre sintomo o causa di malesseri a volte fanno parte di noi, come qualche inclinazioneparticolare fa parte del nostro carattere.
Ricorda per stare bene non è necesario avere i chakra spalancati come finestre!...anzi credo che averli troppo aperti a volte potrebbe divenire un serio problema.                    

skayler

  • Visitatore
Re: ReiKi
« Risposta #36 il: Settembre 02, 2003, 10:07:33 pm »
si si daccoro ma visto che mia mamma fa reiki e mesi fa me l\' ha fatto xke ho la toxoplasmosi mi chiedevo se magari io ora avessi i chakra aperti...tutto qui grazie! :D                    

NAZZARENO

  • Visitatore
Re: ReiKi
« Risposta #37 il: Settembre 02, 2003, 10:29:29 pm »
Beh il fatto che la toxoplasmosi sia passata vuol dire che i tuoi chakra sono tornati alla normalità!
Come ti dicevo prima ,se ti sottoponi ad una seduta del genere vuol dire che tenti di far tornare l\' equilibrio pre-esistente nel tuo corpo, quindi no i tuoi chakra sono quelli di prima,forzare l\'apertura di un chakra non è cosa buona ,tantomeno saggia!
Per farti l\' esempio delle finestre ..se una finestra più di tot non si apre ( e perchè dovrebbe l\'aria nella stanza circola cmq!) che fai ...la scardini? non mi sembra sensato!
Questo per ribadire il concetto...cmq sai...la toxoplasmosi ce l\'ho avuta anch\'io ma...hai avuto febbre?io non ho avuto nulla sono uno di quei pochi fortunati che se l\'è presa e non ha avuto dolori!
d\'altronde si sa...l\' erba cattiva non muore mai!!! :twisted:                    

Sparhawk

  • Visitatore
Re: ReiKi
« Risposta #38 il: Settembre 03, 2003, 01:10:31 pm »
Uhm... sentite, c\'è un qualke modo \"fai da te\" x verificare l\' apertura dei miei chackra?
Sarei proprio curioso di vedere come stanno...                    

Cristian

  • Visitatore
Re: ReiKi
« Risposta #39 il: Settembre 03, 2003, 07:27:55 pm »
IL master di tua madre dovrebbe avergli insegnato come ripristinare i vortici dei chakra, e\' un trattamento diverso da quello \"normale\".
Se tua madre e\' di primo livello deve cominciare dal chakra del plesso solare, poi lasciando una mano sul plesso solare deve portare l\'altra sulla corona e via via a scendere tornando al plesso solare, in ultimo il secondo e primo chakra.
Deve chiudere il trattamento portando una mano sul primo e una sulla corona visualizzando la direzione dei vortici di ogni singolo chakra a partire dal primo fino alla corona, ricordandosi che girano tutti in senso orario tranne il cuore in antiorario, poi chiudere il trattamento accarezzando l\'aura.
Se tua madre ha il secondo livello apre il trattamento col primo simbolo,le posizioni non cambiano, si puo\' pero\' aggiungere la canalizzazione con i primi due simboli per chakra, evitando di tracciare il secondo simbolo sul terzo occhio e sulla corona che puo\' trattare a distanza alla fine, in seguito chiudere il trattamento col primo simbolo e accarezzare l\'aura, ma sicuramente se ha il secondo livello lo sa  :wink:
Come detto da Nazzareno non tutti i chakra hanno il vortice della stessa ampiezza, variano da persona a persona, anche la conformazione del fisico varia la loro apertura.
Comunque se vuoi \"sentire\" i vortici dei tuoi chakra ti spiego brevemente come fare......stendi le braccia davanti a te, rivolgi il palmo destro verso il basso e quello sinistro verso l\'alto, ora apri e chiudi le mani come se dovessi stringere una piccola pietra, chiudi le dita e riaprile per una decina di secondi velocemente, ora inverti i palmi ( sinistro verso il basso e destro verso l\'alto ) apri e chiudi le dita velocemente per altri 10-15 secondi.
Ora fermati e metti le mani con i palmi uno in fronte all\'altro distanti 40-50 centimetri, se avvicini le mani lentamente sentirai una sensazione di fresco che ruota nei tuoi palmi, piu\' avvicini le mani e piu\' sentirai aumentare la sensazione che i tuoi palmi si respingono girando i vortici in questa posizione in senso opposto, te ne accorgi dalla sensazione di fresco che si sposta dal centro dei palmi all\'esterno della mano e scende lungo il polso e l\'avambraccio  :wink:

Buon esercizio

Ciao,
Cristian                    

Cristian

  • Visitatore
Re: ReiKi
« Risposta #40 il: Settembre 03, 2003, 07:47:39 pm »
Per rispondere alla tua ultima domanda su come vedere lo stato dei propri chakra.....
Se non si praticano reiki,pranoterapia o altre forme di guarigione che permettono di \"sentire\" le energie presenti in vari punti del corpo puo\' essere utile operare nel seguente modo:

Munirsi di pendolino con punta in opale,larimar,azzurrite,aulite o ossidiana imperiale ( il quarzo ialino puo\' andare bene ma non e\' il massimo ) che sono potenti pietre di proiezione.
Disegnare su un foglio bianco la figura del corpo umano con evidenziati i sette chakra con i 7 colori abbinati, abbastanza distanti tra loro ( 4-5 centimetri ).
Sedersi e rilassarsi, tenere il pendolino nella mano sinistra ( e\' la mano di proiezione cioe\' quella con cui si trasmette ), ora portiamo la mano destra sul primo chakra e il pendolino anche sulla figura, concentriamoci sul colore del chakra ( in questo caso il rosso ) e fissiamo il punto disegnato sul foglio, il pendolino comincera\' a disegnare dei cerchi sul foglio.
Ripetiamo l\'operazione per tutti i chakra visualizzando ogni volta il colore abbinato al chakra stesso, dalla variazione dell\'ampiezza dei cerchi si puo\' vedere quale e\' piu\' veloce e quale meno.
Non ho detto piu\' aperto o meno aperto volutamente.....il discorso della diversita\' nelle intensita\' dei vortici da persona a persona rimane valida.


Ciao,
Cristian                    

Offline Run

  • -
  • **
  • Post: 581
  • Divinatrice di Sogni
    • Morgaine's Blog
Re: ReiKi
« Risposta #41 il: Settembre 04, 2003, 07:01:49 pm »
Molto interessante il tuo metodo, ma forse se uno ha poca dimesticheza con le meditazioni o ha poca sensibilità fa fatica a capoirtlo!

Prova a guardare tra gli altri messaggi de \"Il respiro di Gaia\" e troverai un topic sui chakra con alcune indicazioni che forse possono esserti utili!                    
Scompaio e ritorno come un onda del mare... ora sono qui.. domani chissà!

MinervaMG

  • Visitatore
Re: ReiKi
« Risposta #42 il: Ottobre 19, 2003, 09:28:15 pm »
Da qualche tempo ormai giro per siti che trattano argomenti wiccan o di stregoneria e non ho potuto fare a meno di notare che molti sono a favore delle pratiche reiki.
Senza nulla togliere al reiki come tecnica di guarigione, anche se avrei da ridire parecchio sulla sua commercializzazione, personalmente non sono proprio convinta che una strega abbia la necessità dell\'ordinamento.
Che cosa ne pensate?                    

Suzuran

  • Visitatore
Re: ReiKi
« Risposta #43 il: Ottobre 20, 2003, 10:27:45 am »
IO non ho capito cosa ti da fastidio e perchè?                    

KenaZ

  • Visitatore
Re: ReiKi
« Risposta #44 il: Ottobre 20, 2003, 11:15:28 am »
Se il reiki funziona, la sua diffusione (non parlerei di commercializzazione) ne è conseguenza ovvia.
Le streghe, prediligendo rimedi naturali ed energetici, si rivolgono anche a pratiche orientali prima che alla medicina cosiddetta tradizionale; e anche qui nulla di strano.
A questo punto temo di non aver capito a cosa ti riferisci.. cosa intendi per \"ordinamento\"?                    

 

Benvenuto! Effettua l'accesso oppure registrati.
Giugno 23, 2021, 08:48:18 pm

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.

Ritrovaci su FB