*

Autore Topic: Città di transizione, una nuova filosofia di vita si fa strada  (Letto 1847 volte)

Offline Taina

  • Utenti Normali con presentazione
  • -
  • **
  • Post: 25
  • in cammino..
Re:Città di transizione, una nuova filosofia di vita si fa strada
« Risposta #45 il: Dicembre 19, 2011, 09:24:54 am »
Restando sul tema un figlio/più figli, se questo deve essere un modo per "combattere" l'aumento della popolazione terrestre ok, ma se la scelta del figlio unico è stata suggerita per aiutare la decrescita e diminuire lo spreco ed il consumo, allora la mia opinione è diversa.
Credo che molto dipenda da chi li fa, quesi figli.
Per usare un esempio: i miei vicini hanno un figlio ed hanno acquistato ogni possibile orpello e accessorio immaginabile, tutto rigorosamente nuovo.
Io ho un figlio e spero di averne altri. Usiamo pannolini lavabili ( che ricicleró per i fratelli ) , tutto ció che ci serve per il bambino ce lo siam fatti prestare o regalare da chi ha bimbi più grandi e ció che mancava l'abbiamo acquistato usato. A questo punto chi è più ecosostenibile? I miei due figli ( uno per ora immaginario  ;D ) o il figlio unico della vicina? :)
Non dar retta ai tuoi occhi, e non credere a quello che vedi.
Gli occhi vedono solo ciò’ che è limitato.
Guarda col tuo intelletto, e scopri quello che conosci già’,
allora imparerai come si vola. ("Il gabbiano Jonathan Livingston" Richard Bach)

"Stai attenta a quello che desideri... potresti ottenerlo!"


Offline Azrael

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 1417
  • Adoratore della Grande Seppia™
    • facebook
Re:Città di transizione, una nuova filosofia di vita si fa strada
« Risposta #46 il: Dicembre 19, 2011, 01:28:54 pm »
Nessuno: tanto tempo un paio d'anni ne' tu, ne' i tuoi vicini, avrete i soldi per sfamarlo.
"...era questo che rendeva Dagon tanto indigesto: la sua intelligenza superava di gran lunga la media, ma non aveva nessuna voglia di usarla per interagire con il resto della razza umana."
Francesco Dimitri in "La ragazza dei miei sogni"

"Nothing is purely good or evil, these are relative terms that man has hung upon unacceptable mysteries. To my particular belief the Goddess, white with works of good, is also black with works of darkness, yet both of them are compassionate, albeit the compassion is a cover for the ruthlesness of total Truth. Truth is another name for the Godhead. Male or female doesn't really matter, what does matter is the recognition of neither good or evil, black and white, but the acceptance of the 'will of the Gods', the acceptance of Truth as opposed to illusion."
Robert Cochrane in "The Roebuck in the Thicket"

Offline Taina

  • Utenti Normali con presentazione
  • -
  • **
  • Post: 25
  • in cammino..
Re:Città di transizione, una nuova filosofia di vita si fa strada
« Risposta #47 il: Dicembre 19, 2011, 02:10:29 pm »
Nessuno: tanto tempo un paio d'anni ne' tu, ne' i tuoi vicini, avrete i soldi per sfamarlo.

Almeno cinque dai! :)
Scherzi a parte credo anche io che tra qualche anno, qualche equilibrio crollerà diciamo...
Per questo stiamo cercando (io e il mio compagno) non di lavorare e guadagnare di più ma di spendere il meno possibile (riciclare ecc) e lavorare solo lo stretto necessario. Non credo sia così da osannare il lavoro fine a se stesso, forse peró questo è un altro discorso...
Non dar retta ai tuoi occhi, e non credere a quello che vedi.
Gli occhi vedono solo ciò’ che è limitato.
Guarda col tuo intelletto, e scopri quello che conosci già’,
allora imparerai come si vola. ("Il gabbiano Jonathan Livingston" Richard Bach)

"Stai attenta a quello che desideri... potresti ottenerlo!"


Offline Nahjsee Iris

  • Utenti Normali con presentazione
  • Newbie
  • **
  • Post: 2
Re:Città di transizione, una nuova filosofia di vita si fa strada
« Risposta #48 il: Dicembre 26, 2011, 12:57:48 pm »
Sbaglio, o tutta la discussione si può tradurre nella parola "decrescita"?
Rallentare i ritmi e ridurre i consumi. Non è irrealizzabile, anzi. Il grande ostacolo però, è palesare alle persone che per vivere non è necessario continuare ad avere"cose". 
Cordelo, le comunità di cui parli all'inizio sono forse gli ecovillaggi?

Offline Azrael

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 1417
  • Adoratore della Grande Seppia™
    • facebook
Re:Città di transizione, una nuova filosofia di vita si fa strada
« Risposta #49 il: Dicembre 26, 2011, 01:15:44 pm »
Il grande ostacolo però, è palesare alle persone che per vivere non è necessario continuare ad avere"cose". 


Facile a dirsi, tutt'altro a farsi, perchè l'intera civiltà umana si basa e si è sempre basata sull'avere.
Ecco perchè per me è pura utopia.
"...era questo che rendeva Dagon tanto indigesto: la sua intelligenza superava di gran lunga la media, ma non aveva nessuna voglia di usarla per interagire con il resto della razza umana."
Francesco Dimitri in "La ragazza dei miei sogni"

"Nothing is purely good or evil, these are relative terms that man has hung upon unacceptable mysteries. To my particular belief the Goddess, white with works of good, is also black with works of darkness, yet both of them are compassionate, albeit the compassion is a cover for the ruthlesness of total Truth. Truth is another name for the Godhead. Male or female doesn't really matter, what does matter is the recognition of neither good or evil, black and white, but the acceptance of the 'will of the Gods', the acceptance of Truth as opposed to illusion."
Robert Cochrane in "The Roebuck in the Thicket"

Offline Nahjsee Iris

  • Utenti Normali con presentazione
  • Newbie
  • **
  • Post: 2
Re:Città di transizione, una nuova filosofia di vita si fa strada
« Risposta #50 il: Dicembre 26, 2011, 01:30:56 pm »
Facile a dirsi, tutt'altro che a farsi sicuramente. Però posso portare la mia esperienza e ti posso dire che sempre più persone si interessano all'argomento.

Offline Azrael

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 1417
  • Adoratore della Grande Seppia™
    • facebook
Re:Città di transizione, una nuova filosofia di vita si fa strada
« Risposta #51 il: Dicembre 26, 2011, 02:06:17 pm »
Facile a dirsi, tutt'altro che a farsi sicuramente. Però posso portare la mia esperienza e ti posso dire che sempre più persone si interessano all'argomento.

Ci fai ben poco, con le "persone". Serve cambiare l'umanità, per come è sempre stata nell'intera storia a noi nota. Utopia pura.
"...era questo che rendeva Dagon tanto indigesto: la sua intelligenza superava di gran lunga la media, ma non aveva nessuna voglia di usarla per interagire con il resto della razza umana."
Francesco Dimitri in "La ragazza dei miei sogni"

"Nothing is purely good or evil, these are relative terms that man has hung upon unacceptable mysteries. To my particular belief the Goddess, white with works of good, is also black with works of darkness, yet both of them are compassionate, albeit the compassion is a cover for the ruthlesness of total Truth. Truth is another name for the Godhead. Male or female doesn't really matter, what does matter is the recognition of neither good or evil, black and white, but the acceptance of the 'will of the Gods', the acceptance of Truth as opposed to illusion."
Robert Cochrane in "The Roebuck in the Thicket"

Offline VeroEagle

  • Utenti Normali con presentazione
  • -
  • **
  • Post: 44
  • Pacifica orsa
Re:Città di transizione, una nuova filosofia di vita si fa strada
« Risposta #52 il: Gennaio 13, 2012, 12:38:46 pm »
Facile a dirsi, tutt'altro che a farsi sicuramente. Però posso portare la mia esperienza e ti posso dire che sempre più persone si interessano all'argomento.

Ci fai ben poco, con le "persone". Serve cambiare l'umanità, per come è sempre stata nell'intera storia a noi nota. Utopia pura.

Concordo in pieno. è l'umanità ad essere sbagliata.
Rilassati e ascolta la voce della Terra che ti sussurra.

Offline Faye

  • Honky Tonk Woman
  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 1435
  • Rosso
Re:Città di transizione, una nuova filosofia di vita si fa strada
« Risposta #53 il: Gennaio 13, 2012, 03:55:56 pm »
chi fa più figli e' chi meno dovrebbe farli, perché li fa per i motivi sbagliati, ossia per dare uno scopo alla propria vita e perché cosi si deve e si e' spinti a fare. (…) ma proporrei la limitazione obbligatoria per chi avesse un qi sotto la media ad esempio, specie nel caso si accoppi ( perdonatemi il termine ma e' cmq questo) con un altro individuo con tali caratteristiche

Conosco persone con alto qi che genera figli per dare uno scopo alla propria vita. Sembra che il qi non sia, poi, un grande elemento di valutazione.

Per le transition city, sono fattibilissime (e non è un parere personale, è oggettivo). Ci ritroveremo a viverle pezzo per volta, uno ad uno di noi.
L'umanità è sbagliata … boh, per chi? Per se stessa, forse. Estingueremo altre specie come già ne abbiamo estinte e come già se ne sono estinte per altre cause. Ci autostermineremo. E la Terra ci sopravviverà.
A funny Valentine ...

Offline morganafaerie

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 390
    • Facebook
Re:Città di transizione, una nuova filosofia di vita si fa strada
« Risposta #54 il: Gennaio 14, 2012, 06:00:59 am »
L'umanità è sbagliata … boh, per chi? Per se stessa, forse. Estingueremo altre specie come già ne abbiamo estinte e come già se ne sono estinte per altre cause. Ci autostermineremo. E la Terra ci sopravviverà.

Oppure noi sopravviveremo alla terra... Chissà...
"O sweet illusions of song that tempt me everywhere,
In the lonely fields, and the throng of the crowded thoroughfare!

I approach and ye vanish away, I grasp you, and ye are gone;
But ever by night and by day, the melody soundeth on.

As the weary traveller sees, in desert or prairie vast,
Blue lakes, overhung with trees that a pleasant shadow cast;

Fair towns with turrets high, and shining roofs of gold,
That vanish as he draws nigh, like mists together rolled

So I wander and wander along, and forever before me gleams
The shining city of song, in the beautiful land of dreams.

But when I would enter the gate of that golden atmosphere,
It is gone, and I wonder and wait for the vision to reappear"

(Henry Wadsworth Longfellow)

Offline Mattonzolo

  • Utenti Normali con presentazione
  • -
  • **
  • Post: 54
Re:Città di transizione, una nuova filosofia di vita si fa strada
« Risposta #55 il: Gennaio 20, 2012, 04:40:24 am »
Facile a dirsi, tutt'altro che a farsi sicuramente. Però posso portare la mia esperienza e ti posso dire che sempre più persone si interessano all'argomento.

Ci fai ben poco, con le "persone". Serve cambiare l'umanità, per come è sempre stata nell'intera storia a noi nota. Utopia pura.

Concordo in pieno. è l'umanità ad essere sbagliata.

Più che umanità, è sbagliata  la cultura occidentale, nel senso che il nostro approccio culturale porta a una in-voluzione: manipoliamo l'ambiente in vista della produttività fino a renderlo improduttivo e quindi a noi ostile.
In antropologia si danno esempi di culture eco-compatibili e felicità-compatibili, nonostante l'alta mortalità e altre sfighe, come l'esser mangiati dal puma o morsi dal ragno velenoso. Nonostante queste sfighe, queste micro culture sembrano tutto sommato felici. Finché non incontrano la controparte occidentale.
Soffrirò... morirò...
Ma intanto
Sole, vento, vino e trallallà.

Miša Sapego

Offline luceblu

  • Utenti Normali con presentazione
  • -
  • **
  • Post: 64
  • ci metto una mano: la destra
    • yogaapaia.it
Re:Città di transizione, una nuova filosofia di vita si fa strada
« Risposta #56 il: Febbraio 24, 2012, 05:56:13 am »
L'umanità è sbagliata … boh, per chi? Per se stessa, forse. Estingueremo altre specie come già ne abbiamo estinte e come già se ne sono estinte per altre cause. Ci autostermineremo. E la Terra ci sopravviverà.

Oppure noi sopravviveremo alla terra... Chissà...

Dal nostro DNA ci viene curiosità, caccia, fuga, alimentazione, riproduzione, ma viene anche l'elemento primo: la vita (guardacaso al femminile) che è la trasformazione e il cambiamento e quindi ognuno di noi ha il compito, magari piccolo, di cambiare qualcosa e di fare la propia parte per erodere l'immobilismo.
Non per niente l'epigenetica vede che il DNA non è immobile.
Sffffffffffffffffffff
IN OGNI TEMPO, IN OGNI LUOGO, IN OGNI CULTURA SI POSSONO TROVARE I METODI PER STARE BENE

 

Benvenuto! Effettua l'accesso oppure registrati.
Settembre 26, 2021, 05:08:54 am

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.

Ritrovaci su FB