*

Autore Topic: Nudità spirituale - rituale  (Letto 386 volte)

Offline Riccardo

  • Utenti Normali con presentazione
  • Newbie
  • **
  • Post: 5
Nudità spirituale - rituale
« il: Febbraio 05, 2015, 12:40:06 pm »
Ho letto diversi libri dove si parla di nudità spirituale/rituale ...
...Cosa ne pensate? Vi è mai capitato?

Io é da poco che pratico in coven...e alcuni libri dicono che alcuni si sentono a proprio agio usando la nudità. ..

A me è capitato di far sogni...deduco sogni riguardanti il mio passato appunto...dove nell antichità era molto comune la nudità....ma se dovessi sentirne ora la necessità? O semplicemente provarla?


Offline -kay-

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 167
Re:Nudità spirituale - rituale
« Risposta #1 il: Marzo 17, 2015, 08:56:01 am »
lo Skyclad ("Vestirsi di cielo") ovvero la nudità rituale, è comune nelle tradizioni originarie, Gardneriana e Alexandriana della Wicca, ma anche in altre correnti. Ha molti profondi significati che ti invito di approfondire:
1) chi la pratica non ha ovviamente problemi con la propria corporeità, cioè è a posto con il proprio corpo, con il proprio aspetto fisico, non si vergogna di come è fatto, è sicuro di se'
2) essere nudi significa essere completamente in confidenza con gli altri membri della coven, fratelli e sorelle nell'Arte, si ha completa fiducia in loro, si è nudi e "indifesi" ma non ci si preoccupa di questo
3) togliersi gli abiti significa spogliarsi del quotidiano, ed entrare in un'altra dimensione, quella magica del rituale; ci si spoglia della "maschera" di tutti i giorni e si mostra il vero se'
4) secondo Gardner ed altri, le energie fluiscono meglio, se il corpo non è schermato dagli abiti
« Ultima modifica: Marzo 17, 2015, 08:58:04 am di -kay- »

 

Benvenuto! Effettua l'accesso oppure registrati.
Settembre 28, 2021, 07:20:37 am

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.

Ritrovaci su FB