*

Autore Topic: MEDITAZIONI  (Letto 7535 volte)

Ferad

  • Visitatore
MEDITAZIONI
« il: Luglio 15, 2003, 08:47:58 pm »
A me è stato insegnato il metodo della meditazione trascendentale, che allena tantissimo la volontà.
Eccolo:

Prendere una posizione di comodità, ma non troppo, che sennò si dorme...

Regolarizzare il respiro lasciandolo fluire solo quando è necessario.

Cominciare a ripetere mentalmente una sorta di mantra, continuo. Io l\'ho fatto all\'inizio con un vero e proprio mantra, ma poi, dietro consiglio del mio stesso maestro, ho \"sperimentato\" con le rune. M\'è venuto benissimo con il Lagu (o laguz o lag o che cavolo preferite!).

Ora applicare la propria volontà, ripetendo in continuazione il Mantra. La volontà si applica quando la mente \"perde il filo\" e comincia a divagare con la fantasia: senza un\'autocritica troppo forte, si ritorna a ripetere il mantra. Sempre, ogni volta che la mente divaga.

Mi raccomando per l\'autocritica! Mentre ci si tira delle porcate da soli per non aver trattenuto il mantra, la mente divaga!

Arriverete ad un punto, un giorno, da esser completamente concentrati sul mantra, tanto che non si ha ricordi nemmeno della posizione del proprio corpo, e nemmeno ci si pensa.

CONTROINDICAZIONI: questo tipo di meditazione, agendo sulle endorfine, può renderci meno reattivi, se praticato troppo a lungo e troppo spesso. Insomma si può arrivare a sembrar fatti di ganja, dopo una meditazione troppo lunga ed intensa...
Al fine di evitare il problema prefissatevi non più di venti minuti di meditazione (usate una sveglia dal suono morbido, non quei cicalii infernali da cellulare, se non volete avere infarti... dopotutto siete molto sensibili ai rumori durante la meditazione), per non più di tre volte al giorno. Farlo meno spesso può risultare un problema per i risultati.

FIGATE: tanto per cominciare 20 minuti di meditazione ben riuscita equivale ad 1 ora e 12 di sonno circa. E poi, una volta allenati a dovere, tutti gli atti di volontà risulteranno meno impegnativi,anche la visualizzazione!                    

Raven

  • Visitatore
MEDITAZIONI
« Risposta #1 il: Settembre 29, 2003, 11:36:46 pm »
Ti metto la meditazione in fasi che faccio di solito io, la trovo abbastanza buona ma credo dipenda da persona a persona...

scegli un posto tranquillo dove i rumori ti giungano attutiti oppure se ti può aiutare metti in sottofondo una musica rilassante, può aiutarti nella respirazione e nel rilassamento oltre a farti mantenere un certo contatto con la realtà evitandoti di provare paura, rta l\'altro prova ad usare una luce molto soft per evitare di stare al buio completo, un luce rtoppo forte potrebbe farti spaziare con lo sguardo e non lasciarti alla piena concentrazione.

prendi una posizione comoda, puoi metterti sdraiata, seduta...come ti pare basta che ti permetta di restare immobile per diverso tempo senza farti sentire fastidio o dolori.

Sincronizza il respiro col battito cardiaco, è un\'operazione che richiede parecchi minuti e può non sembrare facilissima ma solo sincronizzando il respiro puoi riuscire a rilassare, poi, tutti i muscoli. Io lo faccio partendo dai piedi sentendo come una sfera che scorre verso l\'alto e tocca ogni punto del mio corpo lasciandolo completamente rilassato, puoi anche visualizzarlo come un\'onda che parte dal basso e sale verso l\'alto spazzando via ogni sintomo di irrigidimento muscolare...insomma, parti da dove ti pare e visualizzalo come meglio credi, come una sfera, un\'onda o quel che vuoi.

concentra la mente considerando il pensiero come qualcosa di fisso, di solido e reale esattamente al centro della testa, sentilo come se fosse un corpo denso che puoi maneggiare e spostare dove vuoi, che puoi afferrare e dominare ma all\'esterno del tuo corpo, come se fosse un\'entità a se\' stante...questo porta a una netta divisione fra spirito cosciente e l\'atto del pensare.

per le prime volte ti conviene fermarti qui e non passare subito oltre perchè già il netto distacco fatto in questa fase può provocarti paura o angoscia, quando avrai acquisito una certa esperienza nel considerare il pensiero come un blocco solido che puoi asportare fisicamente dalla mente passa oltre...

ora puoi escludere qualsiasi pensiero estraneo, è difficile come cosa perchè la mente non riesce assolutamente a non pensare a qualcosa, anche se immagini un buco nero...stai pensando! perciò ad ogni immagine che ti sovviene, ad ogni rumore che senti inconsciamente scaccialo con forza dalla mente e continua fino a che ogni pensiero non si sarà aquietato...puoi anche cacciare i pensieri ad alta voce dicendo \'via\' \'lasciami in pace\'...come meglio ti senti di fare...

questa è la fase del \'silenzio\' dove la mente è inerte e in uno stato di abbandono, ora puoi scegliere su che cosa meditare, che sia un glifo, un simbolo (simboli Tattwa, Chackra, Sephirot...) elementi...e cerca di visualizzare il simbolo che hai scelto stando bene attenta a ricostruire nella tua mente la forma del simbolo, i colori, il simbolismo etc...

Questa è la fase di panico :) difatti a un certo punto comincerai a chiederti perchè diavolo ti stai comportando in questo modo, cosastai facendo etc...e può portarti ad un brusco ritorno alla realtà, in Oriente per raggiungere il samadhi è obbligatorio vincere questa paura e perseguire nel tuo intento. La meditazione è importantissima se vuoi seguire un percorso spirituale interiore profondo perchè, anche se all\'inizio farai fatica, non riuscirai a raggiungere quello che vuoi o avrai paura, andando avanti ad esercitarti scivolerai sempre più nel profondo fino al momento in cui si accenderà quel bagliore che nella terminologia orientale è conosciuto come \'antakarana\' (il ponte dell\'arcobaleno) che unisce la mente conscia al subconscio e portai così fare anche viaggi astrali senza pericoli...

Per essere una cosa bella è bella davvero perchè ti permette di conoscerti a fondo, di riuscire ad attingere direttamente da te stessa invece che dai libri e di compiere viaggi astrali, concentrazione, estasi etc...l\'importante è fare le cose per gradi e riuscire a vincere la paura che ci coglie                    

Antares

  • Visitatore
Meditazione sulle vite passate
« Risposta #2 il: Novembre 27, 2004, 03:56:19 pm »
Da un libro di Ann Moura(di cui sono una grande fan) ho trovato queste due meditazioni sulle vite passate.Visto che Cris ha dato l'ok al postare rituali di meditazione e che molti di voi in passato me li hanno chiesti eccoli qui:



Meditazione 1

Serve uno specchio nero,da usare per la meditazione,consacrato sia alla luna piena che Oscura-nuova,per usarlo in più meditazioni.
Prima della meditazione pulirlo con infuso di artemisia.
va bene anche un'ossidiana da tenere in mano,purificata non col sale ma con la bardana,per tutte le meditazioni con l'altro mondo.
Accendere una candela nera sull'altare e dire:
QUESTA CANDELA RISPLENDA PER ILLUMINARE LA VIA VERSO L'OSCURITA'
Porre lo specchio davanti alla candela e recitare o cantare suonando uno strumento:
INVOCO L'OMBRA ED IL PASSATO,L'ANTICO DEI GIORNI NEL REGNO DI CIO' CHE E'STATO ATTRAVERSATO.SCIOGLIETE AL MIO SGUARDO LE VIE CHE HO PERCORSO E MOSTRATEMI LE FORME DI VITA CHE HO CONOSCIUTO.
Guardare dietro la candela e fissare i proprii occhi nello specchio,continuando a cantare o recitare senza realmente ascoltare cosa si dice,cercando di cadere in trance,concentrarsi sul proprio volto e osservarlo mutare in quelli delle vite passate.

Mi hanno detto di non stupirmi se vedrò cose strane,potrebbero essere anche altre forme di vita in luoghi sconosciuti,anche futuri.
Finito di osservare dire:
I RICORDI DEL PASSATO E DEL FUTURO SONO STATI MOSTRATI,I MIEI VOLTI NEL TEMPO SONO ORA CONOSCIUTI.DO LE MIE BENEDIZIONI AL VELATO DELLA NOTTE PERCHè ATTRAVERSO QUESTA MASCHERA MI è STATA DATA LA VISIONE.



Meditazione2

E'una meditazione in parte vegatale ed in parte vocale.
Fare un bagno caldo con li di TIMO,LAVANDA,MENTA,SEMI DI PAPAVERO,LEGNO DI SANDALO preferibilimente bianco.
Poi mettere sotto il cuscino alcune foglie di artemisia esposte alla luna piena dicendo:
O DEA MADRE CONCEDIMI CIO'DI CUI HO BISOGNO,O DEA LA MIA RICHIESTA E'UN SOGNO,CHE IL MIO SGUARDO STURI LA RUOTA DELLA SORTE  CHE IO VEDA CIO CHE FUI PRIMA DELLA MIA MORTE, O DIO CORNUTO FAUTORE DELLA CACCIA ALLONTANA DA ME OGNI MINACCIA QUANDO LA TUA CORSA INIZIERAI ,I MIEI RICORDI VIA NON PORTERAI,COSI'SIA PER VOLONTA' MIA.GRAZIE
« Ultima modifica: Novembre 27, 2004, 03:56:59 pm di Antares »

Offline xeo

  • -
  • **
  • Post: 48
MEDITAZIONE
« Risposta #3 il: Ottobre 14, 2005, 03:43:02 pm »
l'ho fatta ed è davvero stran, voi che mi dite?

Una meditazione semplice ma efficace per individuare le vite passate:
Chiudi la porta della tua stanza e metti uno specchio davanti a te (non più piccolo di cm. 40x30). C'è bisogno che la stanza sia buia. Quindi accendi una candela davanti allo specchio, in modo che non venga riflessa direttamente. Lo specchio riflette solo il tuo volto. Poi fissa i tuoi occhi, senza togliere lo sguardo dallo specchio. E' una meditazione di 20-30 minuti per le prime volte, poi lasciate che sia il vostro intuito a guidarvi.
Continua a fissare i tuoi occhi riflessi, continua a fissarti negli occhi, i tuoi occhi, e nel giro di due o tre giorni ti accorgerai di un fenomeno singolare: il tuo volto assumerà nuove fisionomie. Ti potrai persino spaventare. Il volto nello specchio comincerà a cambiare. A tratti comparirà un volto molto diverso che non riconoscerai neppure come il tuo.
Ma di fatto tutti questi volti ti appartengono. Ora la mente subcosciente è pronta ad esplodere. Questi volti, queste maschere ti appartengono. Cominceranno ad apparire volti di vite passate. Dopo una settimana, il tuo volto diventerà un flusso, un film. Volti diversi continueranno ad apparire per poi scomparire.... e dopo tre settimane non riuscirai più a ricordare quale sia il tuo vero volto, perché ne avrai visti passare troppi. Se perseveri, dopo la terza settimana, un giorno all'improvviso accadrà la cosa più strana: tutto ad un tratto lo specchio non rifletterà più alcun volto. Lo specchio sarà vuoto. Non ci sarà nessun volto. Questo è il momento: chiudi gli occhi e guarda in faccia il tuo inconscio. Sarai nudo, cosi come sei in realtà. Ogni inganno sarà caduto e solo allora comincerai a vedere chi veramente sei stato nella vita passata.
Per ottenere buoni risultati è necessario praticare la meditazione per un mese una volta al giorno, è una meditazione molto forte che richiede molta energia e tanta volontà.

____________________________________________________________________
*~*Witchs Path*~*XEO*~*Witchs Path*~* XEO



 

Killah

  • Visitatore
Re: ho bisogno di consigli da chi è un pò più bravina....
« Risposta #4 il: Maggio 15, 2007, 02:21:44 pm »
Oddea questo post mi ha fatto venire i dubbi....
Io uso un tipo di meditazione che mi hanno insegnato i buddhisti della via di Diamante...si chiama meditazione della luce dell'arcobaleno e non comporta concentrazioni su oggetti o su punti particolari e secondo me aiuta molto la visualizzazione.

Ne riporto il testo:

Sediamo rilassati con la schiena dritta, la mano destra poggiata sul palmo della sinistra con i pollici che si toccano leggermente. Se non siamo seduti su una sedia mettiamo il polpaccio destro sopra o davanti al sinistro e teniamo il mento leggermente ritratto.
Per prima cosa calmiamo la mente. Sentiamo il flusso senza forma dell'aria che va e viene alla punta del nostro naso e lasciamo che i pensieri e i rumori scorrano senza giudicarli.

Ora vogliamo meditare per sperimentare la ricchezza della mente e per mettere distanza fra noi e le emozioni perturbatrici. Solo così possiamo realmente aiutare gli altri.

Nel centro del nostro petto, all'altezza del cuore, appare ora una piccola luce d'arcobaleno. Gradualmente si espande attraverso il nostro corpo, lo riempie completamente e dissolve sulla sua strada tutte le sofferenze e gli ostacoli.

Quando riusciamo a rimanere con questa consapevolezza, il nostro corpo risplende come una lampada e la luce si diffonde in tutte le direzioni riempiendo lo spazio. Essa dissolve le sofferenze di tutti gli esseri in ogni luogo e il mondo ora splende di gioia e di significato. Tutti siamo in una terra pura, piena di possibilità illimitate. Tutto si autolibera. Emaniamo questa luce per quanto ci riesce naturale.

Quando finiamo questa meditazione la luce si ritira e dissolve sulla sua strada il mondo esterno, lasciando dietro di sé solo spazio aperto. Rientra nel nostro corpo che a sua volta si dissolve; infine rimane solo consapevolezza - senza forma, senza centro e senza limiti.

Poi, come un pesce che guizza dall'acqua, di nuovo appare un mondo. Ogni cosa vibra di significato, tutti gli esseri sono fondamentalmente perfetti, il nostro corpo e la nostra parola sono strumenti per essere di beneficio agli altri.

Dite che sbaglio??

Ametrino

  • Visitatore
MEDITAZIONI
« Risposta #5 il: Luglio 06, 2007, 03:46:04 pm »
Cari Amici, vorrei condividere con tutti voi una meditazione che ho "creato" (se così si può dire) assemblando elementi di varie discipline e che dopo aver sperimentato ho trovato dar buoni risultati!  :59:


L'elemento prevalente di questa meditazione è il FUOCO, e naturalmente sarà una tecnica da usare quando ci si sente spossati o si ha bisogno di energia o carica supplementari..

Innanzitutto un ottimo coadiuvante da utilizzare può essere un incenso, magari fatto da voi, composto con una base di:

Timo (energizza e purifica)
Cannella (dà forza, ottimismo e coraggio)
Chiodi di Garofano (purificano e stimolano)
Benzoino (purifica e dà ottimismo e forza)

...e tutto quello che vi viene in mente!

Dopodichè la meditazione si divide in tre fasi:

FASE I

Sedersi per terra o su una sedia con la schiena dritta, incominciare a respirare sempre più profondamente, possibilmente utilizzando il diaframma, finchè espirazione ed inspirazione non saranno di uguale durata, e trattenere il respiro per un istante dopo ognuna di esse (polmoni pieni/polmoni vuoti).

Cercare di allontanare ogni pensiero dalla mente, sgomberarla di ansie, paure, dolori e quant'altro: concentratevi su di voi, esistete soltanto voi e siete al centro di tutto!

Una volta rilassati siete pronti per cominciare la visualizzazione!


FASE II

Visualizzate delle piccole radici che dal vostro corpo scendono fino al terreno, bucano pavimento, suolo e quant'altro fino ad arrivare a contatto col terreno.
Mentre le visualizzate sempre più robuste e grosse fate in modo che entrino a fondo anche nel terriccio e scavino sempre più in profondità sino a raggiungere il centro della terra dove si troverà il Magma: personalmente lo visualizzo come una massa incandescente rossa e luminosa molto fluida..

Tutto questo senza dimenticare la respirazione regolare, ovviamente!

Una volta a questo punto la respirazione cambia, ora ogni intervallo ha un tempo uguale (5 secondi inspirazione, 5 trattenuta, 5 espirazione, 5 trattenuta, ad es.) e anche le azioni connesse:

Inspirazione

Visualizzate il magma che dalle radici sale fino al vostro corpo, concentrandosi il più possibile nella zona dell'ombelico fino a formare una sfera incandescente

Trattenuta

Mentre trattenete il respiro visualizzate che, come se fosse il cuore, questa sfera infuocata pulsa il magma nel vostro corpo fino a riempirlo completamente, e percepitene sino in fondo la forza che sprigiona!

Espirazione

Nell'espirare dovete mantenere visualizzato il vostro corpo pieno di magma, e visualizzerete solo del fumo nero tipo quello di sigaretta uscire dalla vostra bocca: lì dentro ci sarà tutta la stanchezza, la spossatezza e la negatività che avete dentro, e ci penserà l'incenso a purificarla.

Per chi è un po' più esperto il fumo può essere visualizzato come amalgamato con quello dell'incenso e da nero diventa bianco (in questo modo viene convertito e smaltito meglio).

Trattenuta

In questo tempo semplicemente dovrete sentire il vostro corpo pieno di benessere e sempre più vuoto delle negatività che avete eliminato prima!


Dopo aver ripetuto questi passaggi più volte, quando sentite che è ora di finire la meditazione potete passare alla

FASE III

Semplicemente visualizzate le radici che lentamente si chiudono (trattenendo il magma che è rimasto all'interno) e incominciano a ritrarsi fino a riassorbirsi completamente col vostro corpo, che naturalmente andrà visualizzato come carico di magma "buono", e una volta sparite potrete alzarvi e notare la differenza con prima!


Spero di non aver contravvenuto a nessuna regola, e voglio sottolineare che ho intitolato il post "Meditazioni elementali" perchè se qualcuno volesse aggiungere le sue su altri elementi è caldamente invitato a farlo!!  :lol_2:

Emrys

  • Visitatore
Re: Meditazione elementale
« Risposta #6 il: Luglio 08, 2007, 06:05:42 pm »
Ricorda molto il zhan zhuang della tradizione cinese! In quel caso, però, si partiva dall'alto, con piccole gocce di pioggia rovente, e lì sì che si parlava di "grounding"...

...però, con tutti quegli elementi che vio hai inserito, la tecnica non diventa troppo macchinosa? O forse solo difficile per me, povero neofita limitato?

Comunque grazie per la descrizione, ci sono molti elementi che, con il tuo permesso, ti "ruberò" :P

SplendorSolis

  • Visitatore
MEDITAZIONI
« Risposta #7 il: Febbraio 22, 2009, 03:13:44 am »
Nella speranza che possa tornarvi utile vorrei presentare, anche questa settimana, una meditazione ottenuta, dal mio Grande e Venerabile Maestro, dai mondi spirituali.

Prima di passare al mantra vorrei far notare che il corso dell'anno ha una sua propria vita cui l'anima può partecipare. Se fa agire su di se quanto della vita dell'anno diversamente le parla di settimana in settimana, l'anima si unisce al divenire animico e spirituale del mondo e del cosmo trovando e manifestando se stessa. Sentirà così che nuove forse le nascono dentro. Noterà che tali forze vogliono destarsi in lei grazie alla parte che essa prende nel senso del divenire del mondo come esso si svolge nel succedersi dei tempi. Così facendo ci si accorgerà dei delicati ma essenziali fili che coingiungono le nostre anime con il mondo entro cui sono nate.

Ogni mantra racchiude il messaggio che l'anima del mondo porta alle anime umane in un dato tempo dell'anno. Nel mantra si esprime anche l'eco che risuona nell'anima quando essa si congiunge con la vita del mondo. Per farsi un'idea si potrebbe pensare ad un"sentirsi uniti" col divenire della natura al quale segue un vigoroso "riscoprire se stessi"; poichè si confida che il partecipare al divenire del mondo sia per l'Anima, a patto che lo si comprenda correttamente, qualcosa verso cui essa profondamente anela.

Ecco il Mantra da meditarsi sino a sabato 28 Febbraio alle ore 18:00

Nella luce che dalle altezze dei mondi
Potentemente vuole fluire all'anima
Appaia, sciogliendo enigmi dell'anima,
La sicurezza del pensare del mondo,
Raccogliendo la potenza dei suoi raggi,
Svegliando amore nel cuore umano.


Grazie per l'attenzione
« Ultima modifica: Febbraio 22, 2009, 01:24:43 pm di SplendorSolis »

SplendorSolis

  • Visitatore
Meditazione per la prima settimana di Marzo
« Risposta #8 il: Marzo 01, 2009, 02:14:46 pm »
Ecco la meditazione per la prima settimana di marzo. E' importante ricordarsi che secondo molte tradizioni esoteriche il giorno non termina con la mezzanotte ma con il calar del Sole pertanto circa alle 18:00 con l'ora legale ed alle 19:00 con la Solare.

Scriverò per l'ultima volta qualche parola riguardo la vita dell'anno e le meditazioni ad essa collegate.

L'uomo è, nel suo essere, l'immagine archetipica dei mondi(materiale, animico e spirituale). Si noti bene però che l'immagIne non è una semplice imitazione dell'archetipo.

E' per questo motivo che quanto si rivela e si manifesta nei mondi si realizza anche nella vita e nella profondità del nostro essere uomo. E' per questo che attraverso la meditazione sulle verità materiali-spirituali legate all'andare dell'anno è possibile riconnettersi anche con il nostro Sè più profondo.

Il periodo estivo è più legato al dischiudersi verso l'esterno dell'anima, mentre l'invernale in un rientrare in se stessi nel mondo del proprio pensiero e della propria volontà. Vorrei far notare che quando dico "schiudersi verso l'esterno" non intendo il darsi alla vita mondana, ma al movimento animico e spirituale dell'uomo che con il proprio sè incontra quanto v'è di animico e spirituale nell'universo.

Così ciò che nella natura si manifesta come alternanza di estate ed inverno nell'uomo si traduce in vita esteriore ed interiore.

Se, su queste basi, l'uomo riuscisse a porre il proprio ritmo atemporale  di pensiero e percezione in relazione con quello temporale e spiraliforme della natura, la celebrazione d'alcuni eventi rituali distesi con divina sapienza nel corso dell'anno aiuta proprio in questo, i grandi segreti dell'esistere gli si farebbero innanzi. In questa maniera l'uomo materiale diviene l'archetipo e la manifestazione sensibile dell'uomo animico e spirituale e quindi una feconda e vivificante fonte di conoscenza.

Ricordo ancora che in questi Mantra si deve cercare di cogliere e di sentire il lavoro che la parte più profonda dell'anima dovrebbe compiere per porsi adeguatamente in relazione con il tutto.

Ecco il mantra

Io sento la forza dell'essere del mondo:
Così parla la chiarezza del Pensiero,
Rammentando la crescita del proprio Spirito
Nelle oscure notti del mondo,
E inclina al vicino giorno del mondo
I raggi di speranza dell'Interiorità




SplendorSolis

  • Visitatore
Mantra meditativo dalle 18:00 del 21Marzo alle 18:00 del 27Marzo
« Risposta #9 il: Marzo 21, 2009, 12:58:38 pm »
Scusatemi se per qualche settimana non ho scritto i Mantra promessi ma ho avuto qualche problema.

Ecco la meditazione che va dalle 18:00 del 21 marzo alle 18:00 del 27 Marzo.

Questo Mantra potrebbe esser chiamato Attesa di Primavera

Nell'interiorità dell'essere umano
Si riversa la ricchezza dei sensi,
Lo spirito del mondo si trova
Nell'immagine riflessa dell'occhio umano,
Che da lui la propria forza
A nuovo deve creare.

Offline Shiray

  • -
  • **
  • Post: 812
  • Noi viviamo per rendere possibile l'impossibile...
MEDITAZIONE
« Risposta #10 il: Luglio 28, 2009, 12:27:07 pm »
Salve a tutti,
Ho trovato in un libro un metodo di concentrazione secondo me favoloso, cos' volevo condividerlo con voi:

1. Mettersi in una posizione comoda (io preferisco stare sdraiato);
2. Chiudere gli occhi;
3. Respirare in modo regolare;
4. Non appena il vostro respiro si stabilizza cominciate ad ascoltare tutti i rumori che vi giungono alle orecchie;
5. Ora escludete i rumori che vengono dall'esterno e ascoltate solo quelli che provengono dall'interno della vostra casa;
5. Eliminate anche questi e ascoltate solo i suoni nella vostra stanza (che dovrebbe essere il più silenziosa possibile...);
6. Ora escludete tutto e ascoltate solo i suoni che provengono dal vostro corpo: il battito del cuore, l'energia che fluisce...;
7. Quando vi sentite pronti ominciate a rilassare il corpo, lentamente:
-le dita dei piedi;
-i piedi;
-le caviglie;
-i polpacci;
-le gambe;
-le dita delle mani;
-le mani;
-i polsi;
-gli avambracci;
-le braccia;
-le spalle;
-la testa(magari lasciatela ricadere in avanti)

Ora dovreste aver ragiunto un perfetto stato di concentrazione...
Io lo trovo ottimo, spero che aiuti anche voi! ^^



Citazione
Mtodo preso non da un libro di magia, ma da un semplice romanzo fantasy (ma non pr questo meno efficace, a parer mio...): "La Corporazione dei Maghi" di Trudi Canavan.
« Ultima modifica: Gennaio 02, 2010, 03:55:47 am di Shaya »
<<Vedere non è Credere... Credere è Vedere!>><<Io credo nella filosofia!>> [Ipazia]

Offline Gabrielle

  • -
  • **
  • Post: 181
  • In cammino.
Re: MEDITAZIONI
« Risposta #11 il: Gennaio 11, 2010, 06:25:28 am »
Partendo dal presupposto che, come si vede dagli orari indecenti a cui posto, nel mese precedente le sessioni d'esame, inverto il ritmo sonno-veglia quasi completamente da giorno a notte... riesco molto più facimente a dedicarmi decentemente alla meditazione, proprio per il fatto che ho meno motivi di disturbo. A ogni modo ho il mio metodo che non è tratto da una tradizione particolare, ma è semplicemente 'costruito' su di me, passo dopo passo, in modo da essere più funzionale possibile.
In genere medito da sdraiata, con Miky, il mio gatto, accanto (mi aiuta a rilassarmi). Sto sdraiata a pancia in alto, nel modo che mi viene più naturale, con Miky accanto, in genere all'altezza dei fianchi. Comincio a respirare in modo lento,ma senza pensarci troppo, accarezzando Miky; quando comincia a fare le fusa, cerco di concentrarmi solo su quel suono, sulla consistenza del suo pelo contro il palmo della mano, sul ritmo del suo respiro, e sincronizzo il mio con il suo. Quando sono riuscita a regolarizzarlo, comincio a visualizzare basandomi sul respiro. Quando inspiro, immagino che le energie positive intorno a me vengano assorbite dal mio corpo sotto forma di luce bianca, attendo due secondi, nel primo immagino la luce che diventa parte del mio corpo, nel secondo che le energie negative e la tensione si concentrino convergendo in una sfera al centro del mio corpo, sfera che poi immagino di 'cacciare via' con l'espirazione. Quando mi sento totalmente calma, smetto di accarezzare Miky, che in genere rimane comunque nei paraggi. Poi comincio a immaginare l'energia sotto forma di luce immagazzinata, una parte del corpo dopo l'altra, che 'pervade' quella parte. Visualizzo la tensione di quella parte come ombre o chiazze nere, e immagino che la luce aumenti gradualmente d'intensità fino a farle dissolvere del tutto. Quando sono arrivata alla testa, visualizzo come se il mio corpo si dissolvesse diventando parte di ciò che mi circonda.

Questo come metodo per me funziona molto bene.
E ora...aspetto l'alba poi vado a nanna :) Un abbraccio a tutti.
Karhutar, Mesikämmen.

Offline Lord Gravestone

  • -
  • **
  • Post: 20
Re: MEDITAZIONI
« Risposta #12 il: Febbraio 17, 2010, 01:38:52 pm »
Io per meditare uso un metodo personale. Mi siedo a gambe incrociate su un materassino in camera mia, incrocio le dita delle mani a palmi in su, chiudo gli occhi e inizio a respiarare regolarmente, il più lentamente possibile. Lascio che la mente viaggi il più liberamente possibile, cerco di visualizzare ciò che lei pensa, me lo figuro in testa e mentre medito può succedere che preghi con la mente. Devo dire che mi rilassa e mi rende tranquillo, è difficile concentrarsi.
Lord Gravestone

Offline chalan

  • Newbie
  • *
  • Post: 9
Re: MEDITAZIONI
« Risposta #13 il: Novembre 18, 2010, 06:50:12 pm »
buona sera a tutti voi io volevo dire che sto praticando la meditazione che ha detto xeo e' vero ho avuto strane visioni mentre mi fissavo allo specchio vi ringrazio tutti perche' mi avete dato degli ottimi suggerimenti vi ringrazio ancora buona serata a tutti  :60:
chalan

Offline luceblu

  • Utenti Normali con presentazione
  • -
  • **
  • Post: 64
  • ci metto una mano: la destra
    • yogaapaia.it
Re: MEDITAZIONI
« Risposta #14 il: Marzo 11, 2012, 11:06:04 am »
Io per meditare uso un metodo personale. ...........
Anch'io uso dei metodi personali e molto vari. Ma premetto che venendo da esperienze prevalentemente di Yoga, cerco di distinguere e definire le differenze tra rilassamento, concentrazione, meditazione e trance che sono tutte attività mentali e quindi sciamaniche  o magiche.
Purtroppo questo post si protrae da molti anni ma dovrebbere essere oggetto di maggiori disquisizioni.
Vorrei portarvi più attenzione sulla meditazione che pratico più spesso.
Utilizzo la respirazione e la particolarità consiste nel concentrarsi sulle sensazioni che danno le narici, fino quasi una sensazione di fuoco interno che infiamma il cervello e si espande al corpo. Richiamare questa energia, sensazione o altro nella mente nell'argomento che più conta è il trucco più forte.
Sffffffffffffff
IN OGNI TEMPO, IN OGNI LUOGO, IN OGNI CULTURA SI POSSONO TROVARE I METODI PER STARE BENE

 

Benvenuto! Effettua l'accesso oppure registrati.
Luglio 31, 2021, 11:37:58 am

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.

Ritrovaci su FB