*

Autore Topic: DUOTEISMO O POLITEISMO?  (Letto 8808 volte)

*°[#Morgan°*°(+

  • Visitatore
politeisti o monoteisti?
« Risposta #30 il: Luglio 25, 2005, 09:58:50 pm »
Citazione
Citazione
Così come non puoi farlo con il Cristianesimo, il Buddhismo, l'Induismo, e tutte le altre religioni

non sono d'accordo con Morgan (e quando mai :P ) probabilmente 60 cristiani su 100 ti daranno una risposta molto ma molto simile tra loro se tu gli chiedessi come vedono la divinità... il fatto che con gli wiccan non funzioni è che spesso sanno molto poco delle divinità di cui parlano...
Non capisco il tuo filo logico.
Io dico: il Cristianesimo di per sè non esiste, ma esistono i Cristiani e coloro che hanno fissato tale dottrina. Ora, essendo che il cristianesimo si basa su un testo rivelato, mi rendo conto che è un esempio che non calza proprio a pennello, ma possiamo (posso!) farcela... Il Cristianesimo non esiste: esiste un sentimento religioso che accomuna più credenti, e lo si chiama cristianesimo. Giusto? Giusto! Ciò significa che la visione di Dio "del cristianesimo" deriva dalla visione di Dio dei cristiani, che risulta essere identica per tutti, al 90%. Ma, ripeto, il cristianesimo come sentimento religioso è dogmatizzato, ergo non calza.
Uff, basta, non so come dire: l'umanità esiste? No, esistono molti uomini che creano l'Umanità! Più chiaro?

Raven

  • Visitatore
politeisti o monoteisti?
« Risposta #31 il: Luglio 25, 2005, 10:30:36 pm »
ok avevi preso solo l'esempio sbagliato...è ovvio che in una religione come il Cristianesimo (Rivelata), il tuo concetto non calzi...cmq ho colto quello che volevi dire.. :) sai sono puntigliosa

Offline igua

  • -
  • **
  • Post: 1917
politeisti o monoteisti?
« Risposta #32 il: Luglio 26, 2005, 06:30:55 am »
vabbé... il tutto è più della somma delle parti, è ancora qualche cosa di diverso... ma non per questo il tutto non esiste... esiste eccome!

l'oceano non è solo la somma di tante gocce, ma ha proprietà sue, che una singola goccia non ha...

quindi l'insieme degli adepti ad una religione esiste, esiste eccome! e non è la semplice somma degli individui...

la Wicca esiste, questo non vuol dire che sia facile dargli una definizione, o cernire i suoi confini...
non è detto che sia sensato cercarli... ma questa è una realtà con le sue conseguenze pratiche...
quando ci si bagna nell'oceano non si vede il suo orizzonte, né si conoscono tutte le sue proprità... non per questo si può negarne l'esistenza e dire che è solo una somma di gocce! è nell'oceano che c'è la vita, non in una goccia.

 igua

*°[#Morgan°*°(+

  • Visitatore
politeisti o monoteisti?
« Risposta #33 il: Luglio 26, 2005, 06:55:16 am »
Igua, se mi permetti: l'oceano è chiaro che esiste; lo vedi, lo tocchi, ti ci immergi. La Wicca no. Dimostrami il contrario, ed avrai trovato il mondo delle idee.

Offline igua

  • -
  • **
  • Post: 1917
politeisti o monoteisti?
« Risposta #34 il: Luglio 26, 2005, 07:20:01 am »
ti dirò... c'è gente che la Wicca la vive, la tocca e ci si immerge... (non per questo potrà mai definirla in modo univoco!) ... esattamente come per l'oceano, della Wicca possiamo averne un'idea o farne l'esperienza... tu mi parli di "mondo delle idee" ma io parlo in un altro registro.
Il fatto che siano più persone a vivere la Wicca, nella loro individualità, crea qualche cosa di nuovo che va a sfociare nel tutto, e questo tutto cambia a sua volta l'individuo...

la stessa cosa vale per l'umanità: come l'oceano è chiaro che esiste... non può essere la somma degli individui!

un paragone che si avvicina di più al mondo delle idee... è la cultura. la cultura deriva dalla somma del pensiero di ogni individuo oppure è qualche cosa di più (e quindi obbligatoriamente anche di meno -comunque differente dalla somma delle idee di ogni individuo- e con delle proprietà specifiche)?

chiaro, con il mio esempio organicista non pretendo dimostrare nulla, ti lascio credere che la Wicca non esiste, ma esistono solo i membri che la formano. perché come ben dici, non si può dire: "la Wicca è questa!"

...quando sei al bordo dell'oceano, puoi affermare "l'oceano è questo" senza utilizzare un'immagine satellitare? l'oceano lo puoi vedere, toccare e immergerti... questo non vuol dire certo comprenderlo! con i nostri semplici mezzi è impossibile comprenderlo nella sua interezza... il che non significa solamente percepire la sua esistenza e circoscriverlo geograficamente ma anche capirne i nessi, le proprietà... studiando una goccia, non si potranno mai scoprire le proprietà dell'oceano: la goccia ha delle proprietà che una volta nell'oceano spariscono, l'oceano ha delle proprietà che nella goccia non esistono. l'oceano come tu ben dici, è una cosa molto concreta. sai quindi darmi una definizione che ne espliciti tutte le sue proprietà?

la Wicca fa parte del mondo intimo, immateriale. è impossibile dare una sua definizione univoca perché ogni individuo la vive differentemente. ciò non toglie che la somma di tutti i wiccan creano qualche cosa - "La Wicca" - che ha delle proprietà (quindi delle conseguenze sulla realtà) che sono ben differenti dalla wicca vissuta singolarmente.

e tutto questo si evolve, e cambia... impossibile dunque cernirla... gli effetti sulla realtà, questi, dovrebbero essere percepibili... all'occhio attento.

se il cristianesimo fosse solo il sentimento religioso che accomuna più individui, non avrebbe di sicuro avuto le proprietà di far compiere crociate e caccia alle streghe!

quando si intravvede la complessità (cioè come le cose sono legate insieme) si è subito meno baldanzosi, ma più umili e affascinati.
 :bye:   igua
« Ultima modifica: Luglio 26, 2005, 04:26:07 pm di igua »

admin

  • Visitatore
politeisti o monoteisti?
« Risposta #35 il: Luglio 26, 2005, 09:06:52 pm »
Suz è in vacanza fino a sabato quindi faccio le sue funzioni e sposto il topic in Calderone, condivididendo le osservazioni di Elaphe
« Ultima modifica: Luglio 26, 2005, 09:09:13 pm di admin »

*°[#Morgan°*°(+

  • Visitatore
politeisti o monoteisti?
« Risposta #36 il: Luglio 26, 2005, 09:54:47 pm »
Vedi Igua, sarò schietto e diretto: in tutto questo vedo solo perdita di tempo e inconclusione. Non fraintendermi, in modo molto positivo! Sono il primo che si diverte a scartavetrare i neuroni... ma qui, ahimè, non mi fai smuovere: hai detto tante cose che secondo me non portano a nulla, fini a sè stesse. La conclusione rimane che la Wicca, come ogni altra esperienza spirituale che accomuna, di per sè non esiste, ma viene a prendere consistenza solo ed esclusivamente quando è contemporaneamente esperita da più di un individuo. Null'altro.

Offline igua

  • -
  • **
  • Post: 1917
politeisti o monoteisti?
« Risposta #37 il: Luglio 27, 2005, 12:57:53 pm »
santo cielo, Morgan… nessuno ti chiede di perdere del tempo prezioso rispondendo ai miei post !
sopratutto perché rileggendo mi accorgo che ho interpretato un po' male le tue equivoche parole:
 "la Wicca" non esiste, ma esistono i Wiccan che formano l'unità "Wicca"

... non avevo capito che tu affermassi che esiste solamente l'unità Wicca.

la tua ultima affermazione mi sembra comunque falsa: la wicca ha consistenza anche  (se per ipotesi) verrebbe esperita anche da una singola persona! come esperienza personale porterà l'individuo a sentirsi legato al tutto... quindi si, un'esperienza che accomuna, ma che ha valore anche se è una sola singola persona a provarla.
Evidentemente ciò sarà diverso, e avrà consistenza diversa da quando viene esperita da più di un individuo (unità "Wicca").

questa unità "Wicca" è però fantomatica, perché potrà essere permeabile a individui che non praticano la wicca, ma che sono differentemente in comunione.

quello che dicevo si riferiva a quella che tu chiami "unità wicca". Nella natura, nella società, nel mondo delle idee e della magia, quando più elementi interagiscono creano qualche cosa di diverso, nel caso della Wicca come entità globale è effettivamente impossibile (almeno per le persone comuni) rendersi conto che delle sue proprietà… ma non per questo non esiste.
Per esempio : se si pratica in solitario ciò sarà un po’ diverso che praticare in un coven… non si può dire meglio o peggio, solo diverso… perché si perderanno degli elementi propri della pratica solitaria, e se ne acquisteranno altri propri della pratica in comune.
Ora, se pensi che molti wiccan, individualmente, in solitario o meno, sono in comunione spiritualmente e fanno delle magie per curare la terra… ammetterai che il risultato sia un po’ differente dalla somma del risultato di ogni praticante preso singolarmente…
Per Wicca in generale, intendo quindi tutti i legami, e gli effetti concreti sulla realtà causati da tutti i suoi praticanti, indipendentemente da come ogni individuo preso singolarmente viva o interpreti questa religione estatica… questo vale per ogni esperienza spirituale. L’entità globale Wicca non si può descrivere… è innegabile però che esista, perché non si allontana dai principi della natura, che in parte conosciamo.

libero di non smuoverti, senza bisogno di giustificazioni!  :bye:

igua
« Ultima modifica: Luglio 27, 2005, 01:20:58 pm di igua »

am-shagar

  • Visitatore
politeisti o monoteisti?
« Risposta #38 il: Luglio 27, 2005, 02:39:51 pm »
la risposta allla domanda del topic è SI i wicca sono politeisti, se si crede a più di una divinita (2 è più di 1 ) si è politeisti.
per non parlare poi del significato fornitodal dizionario :)

po.li.te.ì.sta
agg., s.m. e f.
CO TS relig., filos.
1 agg. politeistico
2 agg., s.m. e f., che, chi segue, professa il politeismo: i pagani erano politeisti
3 agg., s.m. e f., fig., che, chi accetta un pluralismo di idee; che, chi ha molteplici interessi

Offline elaphe

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 1403
  • Redattore di Athame
    • www.athame.it
politeisti o monoteisti?
« Risposta #39 il: Luglio 27, 2005, 07:54:18 pm »
Sul dizionario trovi anche le definizioni di duoteismo ed enoteismo, che sono politeismi ma non sono il politeismo...

Baci.

E.  
The weird sisters, hand in hand,
Posters of the sea and land,
Thus do go about, about:
Thrice to thine and thrice to mine
And thrice again, to make up nine.
Peace! the charm's wound up.

am-shagar

  • Visitatore
politeisti o monoteisti?
« Risposta #40 il: Luglio 28, 2005, 02:42:27 am »
se credi in un solo dio sei MONOteista quale che sia il dio, se credi in più di un dio allora sei POLIteista anche se sono solo due.
i dualisti sono anche loro politeisti.
politeista non è un termine offensivo, il cristianesimo con la sua opera di evangelizzazione lo fa sembrare tale, non c'è nulla di sbagliato a dire che la wicca è politeista, mica si stanno dicendo parolaccie :)

Offline elaphe

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 1403
  • Redattore di Athame
    • www.athame.it
politeisti o monoteisti?
« Risposta #41 il: Luglio 28, 2005, 09:45:53 am »
Io sono politeista, e ben lungi dal prenderlo come una parolaccia....

Ti stavo facendo notare che il significato va oltre la definizione da dizionario. E che il duoteismo ha una serie di valenze sue proprie che ha poco a che fare con il cosiddetto politeismo reale. Anche perchè non credo che Sebastian stesse cercando una definizione ma, appunto, ciò che vi sta dietro.

Baci.

E.  
The weird sisters, hand in hand,
Posters of the sea and land,
Thus do go about, about:
Thrice to thine and thrice to mine
And thrice again, to make up nine.
Peace! the charm's wound up.

Raven

  • Visitatore
politeisti o monoteisti?
« Risposta #42 il: Luglio 28, 2005, 11:22:25 am »
l'enoteismo non è politeismo, elaphe...è una via di mezzo tra politeismo e monoteismo...

"ok, ci sono gli altri dei ma il mio è il più figo"

Offline elaphe

  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 1403
  • Redattore di Athame
    • www.athame.it
politeisti o monoteisti?
« Risposta #43 il: Luglio 28, 2005, 12:41:38 pm »
... che è la situazione standard in gran parte delle culture politeistiche storiche se non erro... Oltre che chiaramente delineata nel caso del biblico Jahveh...

Stavo comunque assecondando a-s: sono perfettamente d'accordo che duoteismo ed enoteismo siano profondamente diversi dal politeismo reale! Anzi, era proprio ciò che sostenevo...

Baci.

E.

 
The weird sisters, hand in hand,
Posters of the sea and land,
Thus do go about, about:
Thrice to thine and thrice to mine
And thrice again, to make up nine.
Peace! the charm's wound up.

Emrys

  • Visitatore
politeisti o monoteisti?
« Risposta #44 il: Luglio 28, 2005, 01:34:35 pm »
Scusate, ma a me sembra che si stia facendo una gran confusione terminologica e storica...

In fondo, stante che il politeismo è la credenza nell'esistenza di molte divinità, e che l'enoteismo è il riservare il culto ad una sola divinità, pur credendo che ne esistano molte, l'enoteismo resta una forma di politeismo, di cui condivide le credenze, definendo però in modo particolare il culto.

...e questo comunque ci porta a poco, come quando sopra si dissertava della stregoneria "à la Crowley" e di alta magia cerimoniale.




...avevo confezionato la risposta che leggete sopra, stavo per inviarla nel forum... quando mi è venuto un dubbio: ma è davvero così importante definirsi "politeisti" o "monoteisti" o "animisti" o che altro? Voglio dire, Tito Livio, scrivendo la storia di Roma, avrebbe avuto interesse ad usare simili categorie? O, se preferite, Apuleio, nell'Asino d'Oro, si sarebbe posto il problema?

Secondo me la risposta queste domande è un sonoro, secco "NO". Anche perché non so quale senso abbiano da un punto di vista strettamente religioso - hanno invece senso da un punto di vista politico-religioso... ma nell'espeienza vissuta, nell'esperienza quotidiana del Sacro?

(e qui sento Eliade che mi prende a sonore bastonate in testa... esperienza quotidiana del Sacro???!?!?)

 

Benvenuto! Effettua l'accesso oppure registrati.
Luglio 28, 2021, 08:10:46 pm

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.

Ritrovaci su FB