*

Autore Topic: La manifestazione della Dea  (Letto 2401 volte)

Offline Garrett

  • -
  • **
  • Post: 299
  • Ogni medaglia ha tre facce
    • Il Portale di Ecate
La manifestazione della Dea
« il: Ottobre 22, 2005, 09:56:55 am »
Ragazzi, sono contento e al contempo perplesso di quello che mi è successo durante il mio rituale di consacrazione alla Wicca. Sebbene sia accaduto tempo fa, ve ne parlo solo ora perché credevo di dover trovare la risposta da solo... Invano...

Durante il mio rituale ho chiesto agli Dei, come anche prescritto sul libro "WICCA" di Cunningham, di manifestarsi in qualche modo. Allora, dopo i miei canti di inizio, ho iiziato a concentrarmi sull'incenso e recitare un mantra per entrare in uno stato diverso dal normale. E' successo all'inizio che la colonna di fumo dell'incenso, sebbene non ci fossero correnti e io fossi fermo e piuttosto lontano, si è diretta verso la candela verde... è rimasto lì come a consacrare quella candela che rappresenta la Dea. Ero molto contento, per nulla stupito, e mi aspettavo che il fumo andasse anche verso la candela rossa, ma per il momento non è accaduto. Allora, dopo un po' che il fumo aveva continuato a salire verticalmente, ho visto che all'improvviso ha creato un anello... Sì, lo stesso che fa qualche fumatore con la bocca... Questo anella , chiaro e preciso, è salito per scomparire nell'aria del soffitto... Sappiamo tutti che una delle rappresentazioni della Dea è appunto l'anello, la pietra bucata. Ero molto, molto contento di quello che stava accadendo.
Ma, nonostante abbia aspettato ancora molto, nulla di questo è accaduto per il Dio: nè fumo verso la sua candela, nè altre sue manifestazioni. Anzi. la candela rossa ha bruciato per tutto il tempo in modo fioco, tanto che ho ritenuto opportuno cambiarla... ma il risultato è sempre lo stesso: accendendo sia la verde che la rossa, quest'ultima è sempre smorzata, quasi morente...

Sono rimasto molto perplesso da tutto ciò... Perché questo dislivello?  :straconfuso:  Come mai mi si è manifestata solo la Dea, mentre il Dio si è chiaramente eclissato?
Ho cercato la risposta da solo, nei giorni seguenti, ho pensato che avrei capito con le esperienze che ho avuto, con i sogni o i miei pensieri. Ma tuttoggi non ho una chiara visione d'insieme.

Potreste aiutarmi voi?
Grazie :)

Se hai una chiave, puoi pensare che ci sia una serratura.
Ma non fare l'errore di presupporre che la tua sia l'unica chiave.[br

Offline Proiezione astrale

  • -
  • **
  • Post: 1400
La manifestazione della Dea
« Risposta #1 il: Ottobre 22, 2005, 03:55:55 pm »
Non so che dire per quello che è successo con il Dio... comunque anche nei miei riti l'incenso chiaramente non si muove a casaccio, spesso riesco a controllarlo e indirizzarlo dove voglio oppure viene verso di me dovunque io sia...

Offline Garrett

  • -
  • **
  • Post: 299
  • Ogni medaglia ha tre facce
    • Il Portale di Ecate
La manifestazione della Dea
« Risposta #2 il: Ottobre 24, 2005, 12:43:11 pm »
Non credo di non essermi accorto di eventuali manifestazioni del Dio... E poi tutto quel rivolgersi alla Dea dell'incenso... Boh... Io fin dall'inizio mi sono sempre rivolto ad entrambi, evitando di concentrarmi su uno solo perché non lo ritengo giusto e perché non voglio che ci sia disequilibrio tra le due cose. Però a quanto pare questo disequilibrio, che probabilmente è comunque nella mia testa (attenzione: non mi sto dando dello squilibrato! :lol: ) si è comunque manifestato.


Sarebbe utile che chiunque mi desse il suo parere, ragazzi :)
« Ultima modifica: Ottobre 24, 2005, 12:44:54 pm di Garrett »

Se hai una chiave, puoi pensare che ci sia una serratura.
Ma non fare l'errore di presupporre che la tua sia l'unica chiave.[br

Offline Proiezione astrale

  • -
  • **
  • Post: 1400
La manifestazione della Dea
« Risposta #3 il: Ottobre 24, 2005, 02:18:57 pm »
Citazione
Io fin dall'inizio mi sono sempre rivolto ad entrambi, evitando di concentrarmi su uno solo perché non lo ritengo giusto e perché non voglio che ci sia disequilibrio tra le due cose.
Anche io.

*°[#Morgan°*°(+

  • Visitatore
La manifestazione della Dea
« Risposta #4 il: Ottobre 24, 2005, 05:59:52 pm »
La Dea è il Dio, il Dio è la Dea; Dea e Dio sono tutto e nulla.
L'anello, la continuità, il processo creativo/evolutivo/distruttivo/involutivo/rigenerativo, l'unità eterna: forse non hai davvero compreso l'unità del molteplice, e ti è stato chiaramente detto.

Offline Proiezione astrale

  • -
  • **
  • Post: 1400
La manifestazione della Dea
« Risposta #5 il: Ottobre 24, 2005, 08:09:06 pm »
Dici a me?

Offline Garrett

  • -
  • **
  • Post: 299
  • Ogni medaglia ha tre facce
    • Il Portale di Ecate
La manifestazione della Dea
« Risposta #6 il: Ottobre 25, 2005, 01:50:16 pm »
Chiaramente? No, non mi è chiaro purtroppo.
Se avessi dovuto comprendere l'unità del tutto, allora avrei potuto, che so, vedere un anello di fumo che circondava le due candele. Se mi si volesse rivolgere l'attenzione su il Tutto, non si concentrerebbe su un'unica cosa e basta, perché questo non farebbe che concentrare la mia attenzione su una parte.

Sono ancora confuso...
Sebbene sia chiaro che il Divino è generale, né solo maschile né solo femminile.

Se hai una chiave, puoi pensare che ci sia una serratura.
Ma non fare l'errore di presupporre che la tua sia l'unica chiave.[br

Offline Proiezione astrale

  • -
  • **
  • Post: 1400
La manifestazione della Dea
« Risposta #7 il: Ottobre 25, 2005, 02:10:34 pm »
Il Divino è molteplice, ma è normale attribuirgli qualità maschili e femminili separatamente...

Koi

  • Visitatore
La manifestazione della Dea
« Risposta #8 il: Ottobre 25, 2005, 03:10:24 pm »
Se fossi del CICAP ti direi che:
A- è normale che la colonna di fumo dell'incenso abbia deviato verso la candela verde, questa ardendo in modo normale riscaldava l'aria soprastante creando una colonna di aria calda che ovviamente tende a salire, l'aria circostante (e il fumo dell'incenso, che segue lo stesso fenomeno, ma in misura minore, avendo una temperatura minore) viene attirata dalla depressione causata dala colonna ascendente. (vedi in fisica: convezione; sforzo tangenziale)

B- Lo stesso non è accaduto per la candela rossa perchè questa ardeva a stento, senza quindi riuscire ad innescare la colonna ascendente.

C- L'anello di fumo è un fenomeno non infrequente quando vengono bruciate miscele di prodotti non perfettamente uniformi nella composizione.
Nel caso in questione è sufficiente che ci sia una particella di resina più 'grassa', questa riscaldandosi produce dei gas che restano imprigionati nelle molecole della resina stessa, finchè la pressione non è sufficiente a vincere la resistenza opposta dalla coesione delle molecole.
Se invece di una resina fosse il caso di un prodotto la cui temperatura di fusione è elevata il fenomeno genera forze che finiscono per farlo esplodere vedi ad es. l'esplosione dei chicchi di sale grosso surriscaldato.
Nelle resine invece ad un certo punto la temperatura è sufficiente a liquefarle anche solo parzialmente, quando questo succede la forza di coesione fra le molecole decade liberando le piccole bolle di gas che si infiammano creando delle micro esplosioni. Queste sono troppo piccole per fare rumore, ma sono sufficienti a creare quei vortici gassosi di particelle incombuste, che chiamiamo anelli di fumo.

Ma siccome non lo sono, e sono un pragmatico che in fondo (molto in fondo) è un romantico non te lo dirò, e ti dirò invece 'Perchè ti fai domande a cui nessuno potrà comunque rispondere?", rischi di innescare il processo mentale dello spettatore di un prestidigitatore. Questo spettatore si godrà lo spettacolo solo se si limiterà a 'vederne' la manifestazione esteriore. L'incauto che invece cerca di scoprire il trucco, si perde tutto l'incanto e il divertimento. Il trucco è spesso molto semplice, anzi i migliori effetti hanno trucchi banalissimi, e una volta che si sono scoperti si resta inesorabilmente delusi.
« Ultima modifica: Ottobre 25, 2005, 03:11:33 pm di Koi »

Offline Proiezione astrale

  • -
  • **
  • Post: 1400
La manifestazione della Dea
« Risposta #9 il: Ottobre 25, 2005, 05:35:36 pm »
Uao! :o  :D  

wheresoft

  • Visitatore
La manifestazione della Dea
« Risposta #10 il: Ottobre 26, 2005, 06:34:24 pm »
Clap clap clap.. i miei rispetti per la risposta...
 :D  

Offline Garrett

  • -
  • **
  • Post: 299
  • Ogni medaglia ha tre facce
    • Il Portale di Ecate
La manifestazione della Dea
« Risposta #11 il: Ottobre 26, 2005, 06:45:25 pm »
Citazione
'Perchè ti fai domande a cui nessuno potrà comunque rispondere?", rischi di innescare il processo mentale dello spettatore di un prestidigitatore. Questo spettatore si godrà lo spettacolo solo se si limiterà a 'vederne' la manifestazione esteriore. L'incauto che invece cerca di scoprire il trucco, si perde tutto l'incanto e il divertimento. Il trucco è spesso molto semplice, anzi i migliori effetti hanno trucchi banalissimi, e una volta che si sono scoperti si resta inesorabilmente delusi.
Perché reputo assai utile per la mia crescita personale e spirituale farmi le dovute domande non senza aver prima assistito all'incantesimo a bocca aperta. Chi ti dice che non sia stato rapito dall'emozione di quello che era successo? Io sono molto contento per quello che mi è accaduto e per la magia che si è sprigionata in quei momenti, tuttavia fa nascere in me domande che mi servono da linea guida per crescere, come ho già detto, spiritualmente.

Non si può vivere solo guardando come stolti il meraviglioso spettacolo naturale delle nuvole senza chiedersi perché si muovono tutte nella stessa direzione... :)
Guardare e basta non ci porta poi tanto lontano...
Tu guarderesti un film, bello ed emozionante, senza pensarci su, senza diramare il tuo pensiero ovunque quel film ti ha portato, senza domandarti le ragioni per le quali il regista ha girato quella scena in quel dato modo, ecc? Io, se non mi facessi tutte queste domande, mi perderei sì il bello dello spettacolo, dopo essermi perso comunque dentro mentre lo guardavo.

Se hai una chiave, puoi pensare che ci sia una serratura.
Ma non fare l'errore di presupporre che la tua sia l'unica chiave.[br

Offline Angelicus.

  • -
  • **
  • Post: 974
    • Erdine di Esmeraldo
La manifestazione della Dea
« Risposta #12 il: Ottobre 26, 2005, 07:07:33 pm »

Quando ero piccolo ero soprannominato "il bambino dei mille perchè"...perchè non facevo che chiedere i perchè delle cose...

Il mio mestro di yoga, una volta, mi disse :

"ricorda che tutte le domande sono lecite e utili...ma non tutte le risposte ti serviranno!

 Cerca le risposte alle domande a cui ti è dato arrivare...non essere avido nella ricerca della conoscenza!"

E' difficile dare una spiegazione  o una risposta alla tua domanda! Dietro gli eventi magici si nascondono comunque fenomeni del tutto naturali (come quelli fisici descritti perfettamente da Koi)...uno non esclude l'altro a mio avviso...

Un ramo che prende fuoco da solo,durante un rituale,  scentificamente sarà sempre spiegato semplicemente come fenomeno di autocombustione...ma chi può sapere cosa si nasconde dietro l'innesco del fenomeno!  ;)

Un fenomeno magico segue le stesse leggi scentifiche (fisiche, chimiche ecc...) della vita stessa...

Una domanda però vorrei porgerti...tu come senti nel tuo profondo questa "dualità" della forza suprema? Ti trovi a tuo agio e riesci a sentire entrambi allo stesso modo? o ci sono delle perplessità?

Te lo chiedo perchè io, all'inizio, quando sono uscito dalla mia vita cristiana (casa dei miei è come una chiesa tanto sono cristiani praticanti) ho avuto difficoltà a relazionarmi con il lato "femminile"...tendevo sempre a vedere e puntare in quello maschile...e mi sentivo in colpa se pregavo la Dea...

Adesso le cose sono cambiate...ma allora ricordo che vedevo più manifestazioni del lato maschile che non femminile...

Non dico che sia questa la spiegazione...ma dico che potresti trovare la spiegazione nel tuo rapporto con le due parti, e nel tuo "legame" con esse...

Magari, inconsciamente, hai pilotato il fenomeno...perchè magari sempre inconsiamente i due lati non sono perfettamente sullo stesso piano per te...capisci?

O magari il fenomeno serviva a indicarti che i due lati non sono in equilibrio dentro di te...

E' solo una idea su cui puoi provare a riflettere...

Buona ricerca..

Angelicus
 

Koi

  • Visitatore
La manifestazione della Dea
« Risposta #13 il: Ottobre 26, 2005, 11:04:23 pm »
Citazione
Non si può vivere solo guardando come stolti il meraviglioso spettacolo naturale delle nuvole senza chiedersi perché si muovono tutte nella stessa direzione... :)
 
Oh sì invece...
C'è una bella differenza fra porsi solo le domande giuste e non porsele affatto :)
Troppe domande sono come troppe voci che parlano contemporaneamente, e quando questo succede, troppo spesso, la voce che si perde, quella più fievole, è quella che dice le cose più interessanti.
E proprio guardando la natura, col rispettoso stupore e l'Amore del selvaggio incolto o del bambino, ci avvicina alla comprensione del Divino molto più di tutte le domande, e risposte, di questo mondo.
« Ultima modifica: Ottobre 26, 2005, 11:09:40 pm di Koi »

Koi

  • Visitatore
La manifestazione della Dea
« Risposta #14 il: Ottobre 26, 2005, 11:18:26 pm »
Citazione
io, all'inizio, quando sono uscito dalla mia vita cristiana (casa dei miei è come una chiesa tanto sono cristiani praticanti) ho avuto difficoltà a relazionarmi con il lato "femminile"...tendevo sempre a vedere e puntare in quello maschile...e mi sentivo in colpa se pregavo la Dea...
Che strano, a me succede invece di faticare a relazionarmi con il lato maschile. Ma forse sarà effetto della particolare devozione alla Madonna e delle migliaia di rosari che mi hanno fatto recitare (tutt'altro che controvoglia devo ammetterlo) fin da bambino.
Ihihihi mi è venuta in mente come un lampo la scena del rosario nel film 'Il marchese del Grillo', beh quello è esattamente il genere di ambiente in cui sono cresciuto... oddei... esattamente... certo il Gasperino 'mbriaco ci mancava, ma sarebbe stato tanto divertente :D
« Ultima modifica: Ottobre 26, 2005, 11:20:03 pm di Koi »

 

Benvenuto! Effettua l'accesso oppure registrati.
Settembre 17, 2021, 06:26:48 pm

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.

Ritrovaci su FB