*

Autore Topic: come pregare gli Antichi Dei  (Letto 11116 volte)

lord taliesin

  • Visitatore
come pregare gli Antichi Dei
« Risposta #15 il: Dicembre 23, 2005, 09:29:01 am »
si, certo ! Anzi, valga per tutti, ciò che posto è disponibile anche per essere copiato, senza problemi.
Mi fa piacere avere trovato un altro che condivide la mia particolare predilezione per il Dio dai palchi cervini, pensa che io ne porto sempre l'effige appesa al collo...
E complimenti per la correttezza, ti assicuro che non è da tutti chiedere come hai fatto tu!

Invocazione della Morrigan

O potente Signora delle Battaglie, dona a noi la Forza delle Tue braccia, cosicchè i nostri nemici cadano sotto i nostri colpi! Donaci il Tuo scudo, che dà protezione e riparo dai colpi dei nostri nemici, cosicchè essi non ci colpiscano! Fai che la Terra cada sotto i loro passi, per essere solida roccia sotto i nostri, che il nostro passo sia saldo e sicuro, poiché Tu ci fai dono dell’invulnerabilità! Donaci la Tua ferocia in battaglia, o Signora, cosicchè tremino e fuggano coloro che hanno osato sfidarci! Rendi forti ed instancabili le nostre braccia, cosicchè possano mietere vittime fra gli stolti che osano intralciare il nostro cammino!  Nel calore del fuoco della sera, noi celebreremo in Tuo onore con un banchetto, e sacrificheremo i prigionieri per placare la Tua sete! Il nostro cerchio sarà saldo e forte come pietra, perché Tu danzerai con noi al suono della Tua musica! I tamburi non conosceranno sosta, perché eterna sia la Tua gloria! O Signora delle Battaglie! Dai a noi l’inferno della Guerra, fai che le nostre battaglie ci conducano a territori sicuri, che le case che edificheremo siano eterne, poiché Tu veglierai sui campi conquistati in Tuo onore! Che il nostro bestiame prosperi sui pascoli che il sangue dei nemici avrà reso fecondo! Che i nostri figli crescano con la Tua benedizione, ed apprendano la Tua arte!  Che Tu sia sempre al nostro fianco sui campi di battaglia, che il Tuo splendore ci guidi tra le insidie dell’oscurità, nelle fredde notti, sui campi gelidi e sotto la pioggia incessante, cosicchè il Tuo ardore ci riscalderà! Così, per sempre.

(inedito)

un abbraccio fraterno a tutto il forum

LT

(P.S.: dto che non posso collegarmi ad internet da dove passerò le feste, ci risentiamo il 27!)
:bye:  
« Ultima modifica: Luglio 31, 2006, 08:35:28 am di Faye »

*°[#Morgan°*°(+

  • Visitatore
come pregare gli Antichi Dei
« Risposta #16 il: Dicembre 25, 2005, 10:51:23 am »
Bellissime, Taliesin: stupenda quella di Cernunno, anche se lo stile non si addice a me, è decisamente molto evocativa.
Precedenza ai vecchietti? Lo sgambetto proprio no, eh???!!! :P

Aggiungo pure io qualcosa alla Morrigan, anch'essa "inedita":

Tu Sia benedetta,
o spietata voluttà della carne:
quando lacrime hai versato
e lacrime facesti versare, tu,
assetata di sangue e d'amore:
oh, lussuria del sole!
Alla tua vista non reggono le mie ginocchia...
tu, la Sovranità!
tu, la Bramosia!
tu, la Signora della contraddizione!
Corvo siderale,
e spada insanguinata...
Possa io combattere al tuo fianco,
possa io vivere, e gioire della tua protezione!


E ora mi butto sul mio campo...

Inno Omerico a Pan

"Musa, tu dimmi del figlio diletto di Ermes,
dal piede di capra, bicorne, di strepiti amante;
che per valli alberate è solito errare
con ninfe danzanti. Esse le cime rupestri
percorrono Pan invocando, dei pascoli il dio
che ha folta la chioma, irsuto signore
di tutte le alture nevose, dei monti sublimi,
dei sentieri sassosi. Egli vaga
qua e là per boscaglie intricate:
ora lo attraggono i rivi sonori,
ora, salito per irti dirupi,
siede e contempla dall'alto le greggi.
Spesso le grandi biancastre montagne
attraversa di corsa; spesso per colli
con l'acuta sua vista scorgendo le fiere,
le uccide spingendole a caccia; talora
lasciando la caccia al tramonto
modula suoni sereni su fistula tenue;
non vincere può le sue melodie
l'uccello che manda dai rami il lamento
a primavera fiorita, un canto con voce
più dolce del miele intonando.
Vagano allora con lui le ninfe montane,
danzano presso le cupe sorgenti
e cantano, e l'eco in debole gemito
risuona sfiorando la vetta del monte.
Il dio conduce la danza, coperto
il dorso con pelle fulvigna di lince,
del canto soave godendo nel cuore,
su morbido prato, fiorito di croco
e d'aulente giacinto con l'erbe mischiati.
E celebrano il canto gli dèi beati d'Olimpo;
del rapido Ermes narran le gesta
famose: com'egli un araldo veloce
sia per tutti gli dèi, come giunse in Arcadia
ricca di fonti, madre di greggi,
là dove il nume possiede il tempio cillenio.
E là, benché dio, pasceva le greggi lanute
presso un mortale: perché desiderio fioriva
languido in lui di giacere in amore
con Driope, fanciulla dai riccioli belli.
E si strinse con lei nella gioia d'amore.
Ed ella poi generò nelle stanze un figliuolo
a Ermes diletto, un prodigio a vedersi.
col piede di capra, bicorne, strepente,
e dolce ridente: fuggì la nutrice
il fanciullo lasciando atterrita alla vista
di quel volto selvaggio e barbuto.
Ma sùbito Ermes lo prese in sue braccia
benevolo: godeva nell'animo il dio.
E avvolto il fanciullo con pelle villosa
di lepre montana, salì alle sedi dei numi:
presso Zeus lo depose e degli altri immortali,
e suo figlio mostrò: allegri ne furono i numi
tutti, e più d'ogni altro Dioniso
amante dell'orgia furente; e Pan lo chiamarono
perché il cuore allietava di tutti".

Invocazione a Pan (Da: "Fronde dell'Antico Noce")

GRANDE PAN, SIGNORE DELLE PORTE DELLA MATERIA,
FIGLIO DEL TEMPO, INFONDI NEI NOSTRI CUORI
LA FORZA DELLA TUA ESSENZA;
FA VIBRARE IL NOSTRO SPIRITO
AL SUONO DELLA TUA MUSICA PRODIGIOSA.
ESAUDISCI I NOSTRI VOTI CON IL POTERE MAGICO.
O DIO DEI BOSCHI, DEI MONTI E DEL COSMICO TUTTO,
CONCEDI AI TUOI FIGLI RIPARO
NELL'ORMA DEL TUO PASSO.
FA CHE IL CERVO
E TUTTI GLI ANIMALI DELLA SELVA,
TROVINO CONFORTO NEL TUO CONTATTO.
LASCIA CHE GLI UCCELLI DELL'ARIA
E I PIPISTRELLI DELLA NOTTE DANZINO LIBERI,
AMMALIATI DALLA MELODIA DELLA TUA SIRINGA,
E CHE I PESCI DEI FIUMI E DEL GRANDE MARE
TROVINO PACE ALL'ECO DEL TUO RICHIAMO.
DONA AGLI SPETTRI ERRANTI E AI DEMONI ULULANTI
LA PACE DELL'ABBRACCIO CHE OBLIA,
E LASCIA CHE TUTTE LE PICCOLE COSE,
MANIFESTE E CELATE,
SI ANNIDINO SICURE TRA LE TUE POSSENTI GAMBE,
PROTETTE DAL DIO DAL PIEDE DI CAPRA.

La fine di questultimo mi piace particolarmente, come immagine poetica e simbolica (l'abbraccio che oblia, e il riparo fra le gambe del Dio).

E non posso non citare questa... spero che TUTTI sappiano a cosa mi riferisco :P

“Grande Dio Pan, ritorna di nuovo alla terra dall’infinito!
Vieni alla mia chiamata e mostrati agli uomini.
Pastore di Capre, sulla selvaggia via della collina
Guida dall’oscurità fino al giorno il tuo gregge smarrito.
Il sentiero del sonno e della notte è dimenticato –
Lo cercano gli uomini i cui occhi la luce hanno perduto.
La porta che non ha chiave apri ora,
la porta dei sogni, che conduce gli uomini da ogni dimora.
Pastore di Capre, dammi risposta ancora!”


 :rolleyes:

E dopo aver citato l'ultima a Pan, non posso non riportare questa (soddisfacendo anche l'altra delle richieste di Inverno: spero ti sia gradita!):

“ Ave Aradia! Dal corno della capra Amaltea
riversa il tuo immenso amore su di noi; volgo il mio sguardo umilmente
davanti a te, adorandoti fino alla fine dei tempi,
con amorevole sacrificio adorno il tuo santuario.
Il tuo piede è alle mie labbra…
…la mia preghiera sale
con il fumo dell’incenso, spendi
il tuo antico amore, O Potente, discendi
per aiutarmi, poiché senza di te sarei perduto.”


Anche questa, di certo pietra miliare...  :rolleyes:  
« Ultima modifica: Luglio 31, 2006, 08:37:21 am di Faye »

Inverno

  • Visitatore
come pregare gli Antichi Dei
« Risposta #17 il: Dicembre 25, 2005, 08:12:00 pm »
Lord Taliesin e Morgan: GRAZIE!! sono semplicemente bellissime grazie per la vostra generosità, Veramente! avranno un posto d'onore nelle mie invocazioni, e le conserverò gelosamente!!  (Morgan posso vero? :P ).

Grazie ancora!  :bye:  

admin

  • Visitatore
come pregare gli Antichi Dei
« Risposta #18 il: Dicembre 25, 2005, 08:37:30 pm »
Bellissimo topic..metto in rilievo per premiare ideatore e partecipanti:)

snowelk

  • Visitatore
come pregare gli Antichi Dei
« Risposta #19 il: Dicembre 25, 2005, 09:48:37 pm »
ne ho una bellissima che ho copiato da un altro forum: è dedicata a Ecate e alle divinità dei boschi, della notte etc.
è in latino e non so da dove sia stata presa:((
ma è talmente bella e pura che ho deciso di usarla alla grande

Nox, arcani fidissima, quaeque diurnus
aurea, cum Luna succeditis ignibus astra
tuque triceps Hecate, quae coeptis conscia nostris,
adiutrixque venis et cantus et artis magorum
quaeque magos, trivia, pollentibus instruis herbis
auraeque et venti et montes et omnes lacusque
dique omnes nemorum, dique omnes noctis, adeste!

piu0' che una preghiera è un'evocazione, ma la trovo molto potente, anche dal punto di vista sonoro.

Inverno

  • Visitatore
come pregare gli Antichi Dei
« Risposta #20 il: Dicembre 25, 2005, 11:53:31 pm »
Bellissima invocazione! veramente armonica dal punto di vista dialettale, e per quel poco che ho studiato di latino le parole sono belle e adatte!

 ;)

 

*°[#Morgan°*°(+

  • Visitatore
come pregare gli Antichi Dei
« Risposta #21 il: Dicembre 26, 2005, 11:00:14 am »
Urca se la conosco! L'ho usata tempo fa: molto "funzionale"... Ma non riesco a ricordarmi la fonte. Pazienza! La traduzione è veramente impestata...
Inverno, figurati! Io ho fatto una sistematica opera di plagio :P
No, scherzi a parte, l'Invocazione a Pan e quella ad Aradia vengono (OVVIAMENTE!) dai rituali alexandriani pubblicati dai Farrar, derivanti dal rito originale gardneriano.
Questa è, invece, per gli amanti di Hecate...

«Vieni infernale, terrena e celeste Bombo, Dea delle strade ampie, Dea dei crocevia, luce guida, regina della notte, tu che erri nel buio, la torcia stretta nella mano, nemica della luce del giorno, compagna e amante delle tenebre. Tu che gioisci quando le lupe ululano e il caldo sangue è versato, tu che vaghi con i fantasmi tra le tombe e i sepolcri nelle ore di buio, tu che hai sete di sangue, tu che trafiggi con gelido terrore il cuore dei mortali, tu Gorgo, Mormo, Luna dalle mille forme mutevoli volgi propizio il tuo occhi sul nostro sacrificio...»

Dai Philosoiphumena (IV, 35) adattata da Blanchefort.

lord taliesin

  • Visitatore
come pregare gli Antichi Dei
« Risposta #22 il: Dicembre 27, 2005, 11:08:09 am »
Grazie Amici!! :lol:  :lol:  :lol:  :lol:  :lol:  :lol:

Sono felicissimo di aver postato questo argomento! Non era nei miei sogni più sfrenati una simile calda accoglienza e una partecipazione così numerosa e sentita!
Che bello trovare persone come Voi! :)  :)  :)  :)  :)  

(ovviamente anch'io scopiazzerò a volontà tutto ciò che posterete, perciò un grazie particolare a Morgan per i bellissimi testi) ;)

Inno a Ishtar

Io ti invoco, Signora del Mondo, Dea tra le Dee!  Ishtar, Dea di tutti i popoli, guida del genere umano!  Tu che sorgi dall’alto, Tu che sei la signora degli Spiriti celesti; Tu che sei potente, tu che detieni il potere sovrano, esaltato sia il Tuo nome!  Tu che sei la Luce del cieloe della Terra;  Tu, valente figlia del Dio della luna.  Capo degli eserciti, arbitra delle battaglie!  Artefice di tutti i decreti, detentrice della corona del Regno!  Signora, maestoso è il Tuo rango, sopra tutti gli Dei sia esaltato!  Tu sei la causa della lamentazione, Tuche semin la disordia tra i fratelli che vivono in pace!  Tu sei la donatrice dell’energia. Tu sei la forza, Signora della vittoria, che con violenza appaghi i nostri desideri!  Tu che sei precipitosa nella battaglia, che rivesti la veste del terrore!  Tu che brandisci, da regina, lo scettro e la decisione, il controllo dei cieli e della terra!  Le sacre dimore, gli altari, le sante case e i templi ti adorano!  Dov’è il Tuo nome?  Dov’è il Tuo decreto? Al pensiero del tuo nome, tremano i cieli e la terra! Tremano gli Dei, e gli spiriti della terra vacillano!  L’umanità rende omaggio al Tuo grande nome, perché  sei grande, sei esaltata. Tutta l’umanità si prostra davanti al Tuo potere. Tu giudichi l’intenzione degli uomini con giusto e ponderato giudizio, Tu riguardi con misericordia il violento, Tu rendi giusto ciò che è ingiusto ogni mattino.  Come tutto avvizzisce se Tu tardi, Signora, i cui piedi non sono mai esitanti, le cui ginocchia non hanno perduto il vigore!  Come tutto avvizzisce se Tu tardi, Signora di tutte le contese, di tutte le battaglie!  O Tu, gloriosa tra tutti, che infierisci fra gli Spiriti celesti, che sottometti gli Dei irati!  Tu che hai potere su tutti i principi, che hai la signoria sugli scettri dei sovrani.  Che sciogli i legami di tutti coloro che sono schiavi, che sorgi dall’alto dei cieli, dove sei saldamente stabilita, valente Ishtar, grande è la Tua potenza!  Prendi la torcia dei cieli e della terra e illumina di essa tutte le case! Signora degli uomini, Signora delle donne, Tu la cui deliberazione non può essere appresa!  Dove Tu volgi sguardi di misericordia, i morti tornano a vivere, i malati sono risanati, gli afflitti sono guariti uando essi possono ammirare la tua faccia! Io, tuo servo, infelice, dolorante, miserabile, ti invoco. Volgi su di me il tuo sguardo, Signora, accetta la mia supplica; abbi pietà di me, ascolta la mia  preghiera! Dimmi”basta!”, e subito il mio spirito sarà pacificato! Per quanto a lungo durerà il lamento per il dolore del mio corpo, che è tutto irrequietezza e confusione? Per quanto a lungo sarà afflitto il mio cuore che è pieno di afflizione e di lacrime? Ma a te rivolgo la prece, sciogli queste catene! Dissolvi il mio peccato, la mia iniquità, la mia trasgressione, la mia offesa. Dimentica la mia trasgressione, accetta la mia supplica! Assicura la mia benedizione, fai che ti possa amare, che a te io possa pervenire! Guida i miei passi nella luce, fa che in mezzo agli uomini io possa gloriosamente cercare la via! Pronuncia la parola, perché al tuo comando l’irato Dio mi porti misericordia. E perché la Dea che è sdegnata possa rivolgere a me la sua faccia. Tu sei la Signora, fai allora he la mia torcia fiammeggi! Che la mia dispersa energia obbedisca al richiamo. Fai che le preghiere e le suppliche salgano fino a te, riservami la tua grande misericordia. Fai che quanti incontro per via magnifichino tutti il tuo nome, e io glorifichi la tua divinità; e tu manifestala all’umanità! Ishtar sia esaltata! La mia Signora è regina! Irniri, la prode figlia del Dio della luna non ha rivali. Esaltata tu sii, Ishtar, che porti luce ai quattro angoli del mondo!

A presto!

LT
« Ultima modifica: Luglio 31, 2006, 08:41:48 am di Faye »

Suzuran

  • Visitatore
come pregare gli Antichi Dei
« Risposta #23 il: Dicembre 27, 2005, 11:36:53 am »
Mi raccomando citate sempre le vostre fonti!!!

Offline Kan

  • -
  • **
  • Post: 574
come pregare gli Antichi Dei
« Risposta #24 il: Dicembre 27, 2005, 01:33:48 pm »
Molto bello questo topic!
Ma...qualcosa su Diana? :D

Se riesco a trovare qualcosa anche io lo posto sicuramente :)  
Quanto più ci innalziamo tanto più piccoli sembriamo a quelli che non possono volare.

(F. Nietzsche)




Solis filia lucos
adsiduo resonat cantu [...]
arguto tenes percurrens pectines telas





*°[#Morgan°*°(+

  • Visitatore
come pregare gli Antichi Dei
« Risposta #25 il: Dicembre 27, 2005, 03:20:11 pm »
Mh, no mi spiace... nulla su Diana per ora. Se vuoi vedo di cercare un pò fra gli inni latini (forse il carmen saeculares di Orazio può essere riadattato).
Quella che segue, più che una preghiera, può essere elencata sotto le aretalogie; è molto bella e molto "dianica", nel senso che proclama la Dea oltre il Dio maschile. Ma a me piace comunque. Sfortunatamente non ne conosco la fonte, e la trovai tempo fa sulla rete. A.A.A. cercasi autore!

La Madre degli Dei

Io sono la Dea, la Prima Nata
Quando la Madre Terra gridò, torturata dal dolore
del parto,
Io ero là.
Stesi la mano infantile e calmai il Sole-Infante,
Il Maschio spaventato per la nascita brutale.
Io sono la greca Artemide, Selene dai raggio d’argento,
La bruna Diana cui fu sacrata Roma,
La crudele Tanit che non tollerava sacerdoti maschi.
Sono la Dea dei cani,
Protettrice del serpe e del cervo,
Signora indomita d’Endimione dormente.
Tu, mortale, che vedi in me una vergine scostante,
dimentichi che, guerriera, spaventai l’impaziente Eracle
e ricondussi alla ragione lo stolto Marte?
Temi me, adoratore di Zeus o di Wotan,
di Odino o di Basi,
Poiché io ero già prima che loro fossero.
Sono la Notte, custode di segreti.
Giunge un ladro ed ecco già chiamo mio fratello,
Lo splendente Apollo.
Viene, il Dio dall’arco d’argento
e il suo splendore acceca l’infedele.
Poiché questo ancora devi sapere, tu che non mi rendi
omaggio:
Io sono la Maga Ecate,
La Signora degli Incantesimi che fa
Del mondo uno specchio in cui si mira l’illusione umana.
Sono la Dea dei tre cerchi,
La Custode del Grande Sapere.
Io do ed io tolgo. Nutro e affamo.
Themis, la Cieca, mi segue.
Perciò, inchinati, adora la rugiada
che calpesta il mio piede divino,
Onora la Natura che nacque dal mio alito.
E forse si scorderà di te nel giorno
del castigo,
Quando annienterà i costruttori di città
E i fabbricanti di libri.  

Darnell

  • Visitatore
come pregare gli Antichi Dei
« Risposta #26 il: Dicembre 27, 2005, 04:00:28 pm »
Semplicemente stupenda.
Per caso ti ritrovi anche la versione in lingua originale?

*°[#Morgan°*°(+

  • Visitatore
come pregare gli Antichi Dei
« Risposta #27 il: Dicembre 27, 2005, 10:24:02 pm »
Credo sia questa la versione originale... Comunque ripeto, non ricordo la fonte, né da dove l'ho pescata.

Offline Linguargentina

  • -
  • **
  • Post: 112
    • piccole storie notturne
come pregare gli Antichi Dei
« Risposta #28 il: Dicembre 28, 2005, 12:09:37 am »
Citazione
ne ho una bellissima che ho copiato da un altro forum: è dedicata a Ecate e alle divinità dei boschi, della notte etc.
è in latino e non so da dove sia stata presa:((
ma è talmente bella e pura che ho deciso di usarla alla grande

Nox, arcani fidissima, quaeque diurnus
aurea, cum Luna succeditis ignibus astra
tuque triceps Hecate, quae coeptis conscia nostris,
adiutrixque venis et cantus et artis magorum
quaeque magos, trivia, pollentibus instruis herbis
auraeque et venti et montes et omnes lacusque
dique omnes nemorum, dique omnes noctis, adeste!

piu0' che una preghiera è un'evocazione, ma la trovo molto potente, anche dal punto di vista sonoro.

Potresti postare una veloce versione per chi è perito aziendale e il latino non l'ha studiato?  :brows:

'azie.....  ;)  
Linguargentina
Ho scelto la Strada e ricerco il Cammino.
Amore Mio VAF*****LO

----------------------
Il mio lavoro è a Togliere. Sono stanca di annaspare. Desidero arrivare alla Vera Essenza. Desidero vivere TRA la gente e CON la gente essendo Parte del Tutto. Non voglio spiccare. Non voglio distinguermi. Voglio dipanarmi. Desidero che il mio nome sia dimenticato. Non mi interessa il Potere. Mi interessa la Comunione.

----------------------
Priorità:
Mangiare
Riposare
Vagabondare
Mostrare lealtà
Amare i piccoli
Cavillare al chiaro di luna
Accordare le orecchie
Occuparsi delle ossa
Fare l'amore
Ululare
Favorire la Vita in ogni modo
(non necessariamente in questo ordine)

Offline Faye

  • Honky Tonk Woman
  • Adepti
  • -
  • ***
  • Post: 1435
  • Rosso
come pregare gli Antichi Dei
« Risposta #29 il: Dicembre 28, 2005, 01:11:03 am »
Lo splendore di Aton

L'alba è meraviglia sull'orizzonte del cielo!
Oh Aton, vita e principio di vita!
Quando sorgi dall'estremo Oriente nel cielo
riempi ogni terra della tua bellezza;
poichè sei bello, grande, raggiante, sublime;
i tuoi raggi abbracciano tutte le tue contrade;
tu sei Re e le hai fatte prigioniere,
poichè le hai legate a te con il tuo amore!
Benchè tu sia lontano, i tuoi raggi arrivano alla terra,
benchè tu sia alto, le tue orme sono giorno!

Tratto da Lodi di Aton

La rivelazione al Re

Tu sei nel mio cuore,
nessun altro ti conosce
oltre tuo figlio Iknaton;
e tu lo hai creato sapiente nei tuoi disegni
e nella tua potenza.
Il mondo è tutto nelle tue mani;
così come tu li hai fatti,
quando tu sorgi essi vivono,
quando tu tramonti essi muoiono!

Tratto da La rivelazione al Re

Fonte: A history of Egypt, autore Breasted.
Vedi anche: Storia delle religioni, autore George Foot Moore.
A funny Valentine ...

 

Benvenuto! Effettua l'accesso oppure registrati.
Settembre 26, 2021, 06:25:15 am

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.

Ritrovaci su FB